Higuain, che combini? Scaroni e Leonardo, servono acquisti

Foto Zimbio/Getty Images

La Juventus continua la sua marcia in vetta alla classifica, seguita dal Napoli. Si stacca l'Inter, sconfitta 4-1 a Bergamo dall'Atalanta. La Roma certifica il momento di crisi della Sampdoria, battuta 4-1, mentre Sassuolo e Lazio non si fanno male nello scontro diretto per l'Europa. Di seguito la consueta top 3 della giornata.

1) SZCZESNY (JUVENTUS): l'eredità di Buffon è sempre pesantissima. Quest'anno il polacco non ha fatto errori vistosi, ma neanche prodezze. Poi la partita di Milano e il guizzo sul rigore calciato da Higuain. Una prodezza dalla doppia valenza: decisiva ai fini del risultato e che manda totalmente in confusione l'attaccante, ex di turno della sfida.

2) EL SHAARAWY (ROMA): è il grande rimpianto del calcio italiano, ma la sua storia la conosciamo tutti. Non era un fuoriclasse, non lo sarà. Ma può essere un buonissimo giocatore e lo ha dimostrato nella bella vittoria dei giallorossi sulla Sampdoria.

3) MANCINI (ATALANTA): a Bergamo vige il detto "Morto un Papa se ne fa un altro". Ecco che l'Atalanta il sostituto di Caldara lo aveva già in casa e come il suo predecessore è abilissimo di testa. Segna il gol del momentaneo 2-1 in Atalanta - Inter, dando il là alla splendida vittoria dei bergamaschi. Proprio lui che ha come idolo l'ex difensore dell'Inter Materazzi (in suo onore porta il 23 come numero di maglia).

DIETRO LA LAVAGNA: HIGUAIN (MILAN). Passi il rigore sbagliato, ma l'espulsione è un gesto da sciocco. Il Milan aveva già perso dignitosamente, perché andare a pregiudicare lo scontro diretto tra due settimane con la Lazio? Un vero fuoriclasse accetta la sconfitta e pensa al futuro immediato. Con la squadra piena di infortunati a lungo termine (Caldara, Musacchio, Biglia, Bonaventura) e acciaccati (Kessie, Calhanoglu, Cutrone) doveva ragionare con la testa. Sindrome Bonucci?

DIETRO LA LAVAGNA: LEONARDO e SCARONI (MILAN): il dietro la lavagna per il dirigente e il presidente rossonero è in anticipo. A questa squadra, oltre a Paquetà, servono quantomeno tre acquisti di rilievo a gennaio. A Luglio c'era la giustificazione dello scarso tempo per completare il mercato, a gennaio no.
Tuttavia abbiamo il sospetto che a gennaio faremo poco e continueremo sulla falsa riga dei giocatori buoni, ma strapagati (l'ultimo della lista è Laxalt), che poi finiscono inevitabilmente per giocare al ribasso.

DIETRO LA LAVAGNA: MAZZOLENI (ARBITRO): il mani di Benatia, che provoca il rigore di Higuain, è da secondo giallo.

Commenti

  1. "DIETRO LA LAVAGNA: MAZZOLENI (ARBITRO): il mani di Benatia, che provoca il rigore di Higuain, è da secondo giallo".


    In cauda venenum

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me era da espulsione :P, fermo restando che la Juventus avrebbe vinto ugualmente, visto che nella ripresa "ha giocato in ciabatte", tanto era la superiorità.

      Elimina
    2. Come riportato da Fox Sport, il rosso rimediato da Gonzalo Higuain contro la Juventus costerà caro all'attaccante argentino.
      Higuain rischia 4 giornate di squalifica. La base sono 2 giornate, Gonzalo salterà sicuramente la sfida contro la Lazio e quella contro il Parma, ma potrebbe anche non esserci contro Torino e Bologna.
      Molto dipenderà dal referto dell'arbitro, il comportamento di Higuain infatti potrebbe essere considerato da Mazzoleni come intimidatorio nei suoi confronti (non contano solo le parole proferite da Higuain, ma anche l'atteggiamento del corpo, in particolare il movimento della testa).
      Higuain inoltre è recidivo, con il Napoli a Udine fu protagonista di un episodio molto simile, e il giudice sportivo terrà conto anche di questo. Non è la prima volta che Higuain perde le staffe.
      Se fossero confermate le 4 giornate di squalifica, Higuain tornerebbe a disposizione di Gattuso per il match contro la Fiorentina del 22 Dicembre.

      La stupidità di Higuain e gli errori dell'arbitro rischiano di mettere la pietra tombale sul quarto posto del Milan.

      Elimina
  2. Passo per augurarti buona settimana.
    sinforosa

    RispondiElimina
  3. Rimpiazzare Buffon dev'essere una faticaccia. Una sfida continua...e posso immaginare la pressione psicologica che ne deriva.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oltre all'eredità di Buffon, c'è il peso di giocare in una grande squadra: ti arriva magari un tiro a partita e devi pararlo.

      Elimina
    2. Beh si, giocare nella Juve non è come fare la partitella di quartiere :)

      Elimina
    3. Anche se è ben ricompensato da successi e trofei :D

      Elimina
  4. Higuain voleva segnare e vincere! Voleva dimostrare che la Juventus poteva ancora fare affidamento su di lui e invece ha dato ragione a chi voleva CR7. Rigore sbagliato, partita sottotono e un'espulsione inutile che dimostra la sua totale mancanza di personalità. Gattuso qualche giorno fa lo aveva detto, "deve mantenere la calma", ma di questo passo credo che Higuain possa solo avviarsi verso una finale di carriera tutto da scoprire. Per quanto riguarda il mercato, bisogna usare il pugno duro e convincersi che il Milan ha bisogno di tornare grande con grandi acquisti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Totale mancanza di personalità: già. D'altro canto l'Argentina non vince nulla da eoni, nonostante Messi...E Higuain dovrebbe ricordarsi che la sua carriera è oramai alla fine.
      Ma secondo me a giugno torna alla Juve, con lo stipendio dimezzato, a fare la riserva...Io non piangerò la sua partenza (a meno che il sostituto sia uno alla Zaza, of course).

      Elimina
    2. Non è un'operazione da escludere, anzi io penso che la Juventus riprenderà anche Caldara un giorno. Sono manovre particolari. Mi dispiace tantissimo per Gattuso che è uno dei miei eroi!

      Elimina
    3. Gattuso naviga a vista, sinceramente dopo la partita di Milano con il Betis lo avrei esonerato, francamente dopo un'eventuale sconfitta con la Lazio lo lascerei al suo posto.
      Ha delle pecche, deve crescere molto, ma è un buon tecnico.

      Elimina
  5. Ammazza, la Giuve riesce ad avere favoritismi anche quando è fortissima...
    Bravo, hai messo un giocatore della Roma e uno dei miei preferiti fin da quando era al Milan e faceva la pubblicità dei Ringo!
    Ottima la sconfitta dell'Inter! 😈

    RispondiElimina
    Risposte
    1. El Shaarawy, se avesse avuto più testa....non è mai stato un fuoriclasse, ma ha sempre avuto corsa e discrete doti tecniche.
      L'Inter ha avuto piuttosto fortuna finora, ieri ha preso una bella botta.
      Attenzione che l'Atalanta ha pagato dazio all'Europa League, ma ora viaggia forte.

      Elimina
  6. Mi dispiace solo che ieri abbia vinto la Juve, peraltro con un gol di quell'ameba calcistica.
    Però il Milan è imbarazzante, mi vergogno addirittura nel dire che un tempo era la mia squadra del cuore.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La cosa più imbarazzante..e' Higuain. E lo sarà la dirigenza se a gennaio non scuce i milioni :D

      Elimina
  7. Risposte
    1. Oramai il Pipita tradisce se stesso...
      Un campione deve trascinare, non giocare con la rivalsa.

      Elimina
  8. Da profana del calcio non ho ancora capito perché il rigore doveva calciarlo proprio uno juventino... Ops. Ex juventino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa che ha strappato praticamente la palla al rigorista Kessie. Il bene suo messo davanti al bene della squadra. E poi ha sbagliato.

      Elimina
  9. Ieri insomma giocavamo in 12 :D
    A parte gli scherzi, Milan pericolosità zero, Juve padrona del campo, questo è quanto ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'arbitro ha inciso per le prossime partite, che affronteremo senza Higuain :(.
      Juve padrona, ma con Ibra forse al ritorno sarà diverso :D

      Elimina
  10. Questa mattina ho letto su diversi siti le dichiarazioni di Higuain nel dopo partita e al di là delle scuse per il suo comportamento nei confronti dell'arbitro, per la sua reazione incontrollata, c'è una cosa che mi ha colpita molto e cioè quel "Sanno tutti quello che ho fatto alla Juve, la decisione di andare via è stata di altri, non mia." Forse mi sbaglio, ma credo che questo dica molto sullo stato emotivo con cui il giocatore ha affrontato la partita. Forse - più o meno inconsciamente - è sceso in campo più per dimostrare qualcosa alla sua vecchia squadra (che vince anche senza di lui e dubito lo rimpianga) che per battersi per la sua nuova maglia... Una storia già vista e sappiamo com'è finita. Se questi sono i presupposti, temo che si andrà poco lontano. :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho apprezzato che si sia scusato, anche con l'arbitro, ma è grave che un giocatore scenda in campo per rivalsa e non per aiutare la sua squadra a raggiungere il risultato.
      Quindi se a giugno il sig. Higuain ci dovesse lasciare, lo saluterò con la stessa indifferenza che ho riservato al sig. Bonucci, niente di più, niente di meno.
      Anzi degli attuali giocatori del Milan mi terrei solo Romagnoli e Cutrone: gli altri, a fronte di offerte pari al loro valore, posso anche andare :D

      Elimina
  11. Higuain ieri sera ha perso la testa, non è la prima volta, deve cercare di avere più autocontrollo. La partita non è stata fantastica, mi ricordo di partite migliori tra Milan e Juve.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cav, in effetti prese una squalifica anche ai tempi del Napoli. E pensare che il suo allenatore gli avevo dato raccomandazione prima della partita...
      Sulla bellezza di Milan-Juve..beh è colpa del Milan, prima o poi torneremo ad essere competitivi e a farvi sudare di più la vittoria :)

      Elimina
  12. Il bello è che proprio Cristiano Ronaldo è andato a dirgli di stare calmo che altrimenti pigliava più giornate di squalifica, mi sa che il Pipita ha pensato che lo prendesse per il culo :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hanno fatto anche dei divertenti meme su quella scena :D

      Elimina
  13. Ieri è stata davvero una brutta giornata per le due squadre di Milano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Paradossalmente più per voi nerazzurri 😁😁

      Elimina
    2. Almeno l'Inter mi ha consolato un po'... ;)

      Elimina
    3. Sai che alla fine non è bello rivedere l'Atalanta così in alto...

      Elimina
  14. In occasione del rigore, avrei voluto vedere Gattuso entrare in campo, prendere il pallone e darlo a Kessie.. ma lo sapete che sono un inguaribile sognatore.. comunque Cutrone titolare nelle prossime partite, e Castillejo sempre in campo, non mi dispiacciono affatto... e dopo la Lazio potremmo fare un filotto interessante...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh il buon Rino ha delle pecche...anche in quello ha sbagliato..l'allenatore decide i tiratori e basta. Io aspetto gennaio..e aspetto Ibra.

      Elimina
  15. Guarda, dietro la lavagna ci piazzo pure l'intera mia amata Inter, crollata miseramente in quel di Bergamo. Siamo fatti così: qualche vittoria ci illude e ringalluzzisce per poi tornare duramente alla realtà… Insomma, queste milanesi devono trovare un giusto equilibrio mentale per affrontare ogni situazione! :)

    ps: finalmente riesco a passare nel tuo nuovo angolino! Perdonami, l'ultimo periodo è stato un po' complicato e il blogging si è un po' "trascinato" malamente, diciamo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tranquilla Fede, anzi benvenuta e bentornata :).
      Comunque è presto per mettere tutta l'Inter dietro la lavagna. E come ho detto a Franco, attenzione all'Atalanta. L'Europa League (per non parlare dei preliminari) sono una corda al collo. Senza, ecco i risultati...prima l'Atalanta navigava a vista, adesso è tornata quella macchina da guerra dell'era Gasperini. Sarà difficile anche per la Juve fare punti a Bergamo..

      Elimina

Posta un commento