#Calciomercato: ecco perché quello del Milan non è affatto illeggibile

Yannick Carrasco (Foto Zimbio/Getty Images)


Scrivo due righe sul mercato del Milan partendo da un articolo di una nota testata nazionale che mi ha fatto rabbrividire.

Fatto sta che il mercato rossonero è diventato tanto più complesso quanto illeggibile. Spuntano nomi, uno dopo l'altro, e sfumano quasi alla stessa velocità. Un giocatore dietro l'altro, con l'obiettivo di abbinare costi ridotti - specie alle voce ingaggi -, a profili futuribili. Sensi, per dire, oppure Duncan o, come qualcuno ha scritto, il romanista Pellegrini. 

Un giornalista che scrive in un articolo "mercato illeggibile" fa veramente sorridere perché un giornalista, da addetto ai lavori, dovrebbe saper leggere tra le righe...Io ci provo.

1) Nell'articolo sopracitato, si legge ancora: "La sensazione è che la portata della sentenza Uefa sia stata inizialmente sottovalutata anche dal Milan. Che, cioè, anche il club di via Aldo Rossi abbia capito con un certo ritardo di essere finito in una rete dalla quale non si esce". Penso che sia una colossale "panzana": perché mai dirigenti strapagati dovrebbero farsi sorprendere dalla sentenza Uefa (quella che costringerà il Milan a rientrare nel passivo di bilancio in due anni e mezzo)? Di sicuro il Milan ha messo un freno agli investimenti in attesa di vedere come procederà la battaglia legale con l'Uefa (in primis ricorso al Tas: ne parlerò tra qualche giorno).

2) Ibrahimovic e Fabregas sono nomi valutati dal Milan, ma evidentemente nella trattativa con i giocatori (e nel caso di Fabregas, con l'Arsenal) i rossoneri non sono riusciti a spuntarla alle loro condizioni. Essendo giocatori non giovani, la società ha preferito concludere le trattative;

3) Godin è sfumato perché il Milan in difesa ha puntato su Caldara e Romagnoli e ha ritenuto ritirarsi dalla corsa al giocatore, viste anche le cifre in ballo (5,5 milioni di ingaggio). Ovviamente in questo momento l'Inter ha più appeal e più certezza di fare campagne acquisti di peso;

4) su Muriel, ceduto in prestito dal Siviglia alla Fiorentina, il Milan ha fatto un inserimento; il giocatore non si è prestato all'asta e ha preferito tenere la parola data ai viola. Fa sensazione che nel mondo del calcio qualcuno rispetti la parola, ma non è certo colpa del Milan;

5) il Milan cerca giocatori giovanissimi o giovani perché, investendo sul loro cartellino (sfruttando l'ammortamento) e non spendendo cifre elevatissime sugli ingaggi (come per i giocatori esperti quali Ibra, Fabregas, Godin...) può dare respiro al bilancio. Inoltre ogni giovane è una plusvalenza possibile che cammina (i conti il Milan li deve comunque sistemare, Uefa o non Uefa);

6) sfumato Fabregas, il Milan sta cercando un giovane centrocampista di qualità e di costruzione del gioco, non a caso i nomi sul taccuino sono Sensi del Sassuolo e Tielemans del Monaco. Sensi è peraltro molto vicino (le due società sono d'accordo per il prestito con diritto di riscatto, da quantificare il "quantum" di questo diritto di riscatto);

7) la trattativa Quagliarella mi ha fatto sorridere, il Milan è stato semplicemente usato per il rinnovo del contratto da parte dell'agente;

8) certi nomi "strani" usciti nelle voci di calciomercato, da Gabbiadini a Obiang, altro non sono che nomi PROPOSTI dagli agenti al Milan. Non a caso l'agente di Obiang è Pastorello, che è in ottimi rapporti con Leonardo (vedasi affare Bakayoko). Duncan è semplicemente un giocatore nella lista per il futuro: in caso di mancata Champions e di ridimensionamento di costi, potrebbe essere la mezzala non troppo costosa per sostituire Kessie, in caso di mancato riscatto di Bakayoko.

9) Carrasco è il giocatore ideale per completare l'attacco rossonero, Leonardo lo seguiva da tempo (anche sui social...); il Milan sta cercando di portarlo dalla Cina a Milano alle migliori condizioni possibili (prestito e ingaggiato pagato in parte dalla sua squadra attuale, il Dalian Yifang), facendo leva sulla volontà del giocatore;

10) in caso di mancata cessione di Borini (sottolineo in caso di mancata cessione visto che l'affare non è ancora sfumato, checché ne dica Repubblica copiando dai twitter degli 'insiders') potrebbe ridurre il mercato di riparazione a un solo attaccante esterno di fascia sinistra (e piede destro), mentre a centrocampo il Milan si arrangerà con Calhanoglu e Paquetà per il ruolo di mezzala sinistra (trequartista in caso di 4-2-3-1), Kessie, Bakayoko, Mauri e il rientrante Biglia per i ruoli di regista e mezzala destra, limitandosi a sfoltire la rosa con le uscite del quarto portiere Plizzari, del quinto centrale difensivo Simic, di Bertolacci (destinato comunque a lasciare Milano a parametro zero a giugno) e Halilovic. In rosa ci sarebbero 27 elementi (compresi Paquetà, il nuovo acquisto per l'attacco, il separato in casa Montolivo e Bonaventura, fermo per infortunio fino al prossimo campionato).

11) attenzione alla sinergia Juventus-Milan. Il procuratore Raiola farebbe di tutto per portare il talentuoso attaccante class 2000 Kean al Milan, una "plusvalenza" che cammina. I rapporti tra Raiola e Leonardo sono eccellenti e l'acquisto di Kean accontenterebbe tutti: nella migliore delle ipotesi Kean verrebbe poi ceduto in futuro a cifre importanti, con tanto di bella commissione per il pingue agente. L'attaccante esterno potrebbe essere Pjaca, deludente alla Fiorentina. Costa  20 milioni e il Milan ci potrebbe pensare. Infine Benatia farebbe carte false per lasciare la Juventus e venire al Milan. Ma qui torniamo al principio: niente giocatori over 26.

E' così illeggibile il mercato del Milan? Non credo...

Commenti

  1. Io Kean o Pjaca li darei al Milan solo in prestito, o con la "recompra".. ma poi siamo sicuri che Kean giocherebbere di più di adesso, con i vari Higuain e Cutrone?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In teoria Kean giocherebbe titolare, nel tridente, come esterno sinistro! :D

      Elimina
  2. La mia impressione è che dovrà passare parecchio tempo prima che il Milan possa tornare competitivo, cioè lottare per lo scudetto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sarebbe un miracolo poter arrivare al livello attuale dell'Inter e smettere di fare i tifosi con la calcolatrice...invece...

      Elimina
  3. La situazione non è facile, mi ricorda tanto la Juve di Del Neri.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo messi meglio della juve di Del Neri dal punto di vista tecnico, secondo me, ma molto molto peggio per tutto il resto :D

      Elimina
  4. Il Milan ha proprio bisogno di un avvocato difensore.
    Ma forse anche due o tre.
    Dai, facciamo 15.
    Non sarà illeggibile, ma indifendibile forse sì.... :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahah, ce li ha, ce li ha.
      Ah, quelli veri che facciano un bel lavoro al Tas :D.

      Elimina
  5. passo solo per darti un abbraccio, che il Milan per me, ehm ehm...
    mi sono fatta i fattarelli tui, in quel post con tutti quei commenti e sei proprio una personcina bella.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie <3, ma non ti sei fatta i fatti miei, era tutto alla luce del sole :)

      Elimina
    2. Perdonami Riki...ma dov'è finita Nina?Scrivevo nel suo blog e mi incitava a farlo.Qui dice che si è fatta i fattarelli tuoi in quel post ricco di commenti...

      Ora non è mia abitudine farmi i "fattarelli" di nessuno,non mi piace questo genere di comunicazione... Ma qualcosa di te continua ad essermi familiare è questo il genere di comunicazione a cui sono interessata ...a quella interiore e mi riporta spesso indietro,indietro nel tempo...in un periodo vissuto e ricco di valori ma anche una sorta di empatia tra viaggiatori sullo stesso treno...

      Un abbraccio

      L.

      Elimina
    3. Nina purtroppo ha abbandonato la blogosfera. Potrebbe aver reso il suo blog visibile solo per gli invitati, ma per quello che ho visto di lei, secondo me ha proprio abbandonato il suo blog.
      Peccato, era una persona molto sensibile ed empatica.

      Elimina
    4. Capisco ,purtroppo lei non è l'unica ad aver abbandonato...anche tu stavi per farlo e guarda caso sei altrettanto empatico e sensibile...infatti anche lei te lo aveva scritto in quel commento!

      Da una parte hai scritto che avevi a che fare con dati sensibili a causa presumo del tuo lavoro...è una coincidenza o è una verità che mi ha ricordato qualcosa... leggendo il tuo vecchio blog.

      Non abbiamo il potere di entrare nel Mistero , non lo trovo giusto ...possiamo credere a tante forze, io credo molto in una in particolare ed è solo l'Amore.

      Grazie




      Elimina
    5. Chissà le sue ragioni; le mie erano molte variegate!
      Sì, mi passano sottomano molti dati sensibili, è una parte di mia grande responsabilità per il lavoro..ma una responsabilità di quelle che fanno bene, che ti rendono orgoglioso del tuo ruolo :)

      Elimina
  6. Mercato ridicolo.. a noi servono centrocampisti, che ci facciamo con una punta? La mezzala è arrivata, e speriamo funzioni.. per il resto tutto fumo e chiacchiere.. le trattative serie, i giornali non le sapranno mai, come succede nei grandi club...dobbiamo tornare a livelli di serietà e autorevolezza che abbiamo dimenticato...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che è ridicola il giro delle sette parrocchie per elemosinare un prestito.
      Un attaccante vero esterno sinistro serve come il pane e serve anche un centrocampista con un po' di doti tecniche.
      Poi boh, sta storia dell'Uefa...
      Ok il fair play finanziario...
      ma perché non investire oggi qualcosa per poi magari vendere qualcosina in estate?

      Elimina
  7. da che mondo è mondo il calciomercato va giudicato alla fine, ad affari fatti. Il Milan ha sicuramente i problemi di bilancio che le impongono certi comportamenti, ma le voci servono sempre e solo a vendere copie di giornali o a far fare affari ai procuratori.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In questi giorni se ne leggono delle belle sul mercato del Milan! Sparano delle bombe che fanno ridere solo a leggerle :D. Passiamo da chi dice che è illeggibile a chi ci fa un romanzo di fantascienza sopra :D

      Elimina

Posta un commento