Il pagellone del mercato di Serie A

De Ligt, il colpo dell'estate 2019

Inter 9: la cessione di Icardi è stato il capolavoro del mercato. Tutte accontentate le richieste dell'allenatore Conte, che di fatto è il vero top player. Il colpo è Lukaku, ma eccellente e subito fruttifero l'inserimento di Sensi. Un affarone lo scambio Dalbert-Biraghi con la Fiorentina. Squadra attrezzata per lanciare la sfida alla Juventus, specie se Conte riesce a dare continuità alle alternative di centrocampo Gagliardini e Vecino.

Juventus 8: De Ligt è un super colpo e vale praticamente..l'otto. Ramsey e Rabiot a parametro zero sono affari interessanti, ma da valutare sul campo. Mi aspettavo un mercato migliore in uscita. La rosa resta comunque la migliore del campionato, grazie (e soprattutto) a Cristiano Ronaldo. E Higuain sembra tornato quello dei tempi migliori.

Atalanta 7/8: pochi ritocchi, ma tutti di qualità. Su tutti Malinkovskyi, giocatore per il quale stravedo. Ha tenuto tutti i big (gli esterni di centrocampo, Zapata, Ilicic, Freuler, De Roon). Pronostico: qualificazione Champions League in carrozza.

Napoli 7.5: il colpo è stato Manolas, il giovane Elmas è un centrocampista da monitorare; Lozano è un grandissimo giocatore, ma alla fine gioca nella posizione di Insigne. Era preferibile investire su un grande centravanti di livello. E manca un vice Callejon. Mi aspettavo un altro colpo da una società ambiziosa come il Napoli.

Milan 7.5: considerati i paletti del fair play finanziario, un ottimo mercato. Lo scambio Rebic-André Silva un capolavoro. Bennacer il giovane regista ideale per Giampaolo, altri acquisti interessanti Hernandez e Rafael Leao. La carne al fuoco per mister Giampaolo non manca. Anche la panchina è migliorata, non solo per l'addio delle zavorre José Mauri, Montolivo, Bertolacci.

Genoa 7.5: Schone un grandissimo acquisto. Nonostante l'età avanzata, avrebbe fatto comodo a squadre più blasonate. Pinamonti il giovane diamante da valorizzare, Zapata l'uomo di esperienza per la difesa. Ma il vero colpo è stato Andreazzoli, un tecnico sottovalutato. Il Genoa è un outsider che cercherà di scalare la classifica attraverso il gioco.

Parma 7.5: mercato per me sontuoso, per una squadra che deve salvarsi. Darmian per la fascia destra è un puntello di esperienza, idem Hernani per il centrocampo. Karamoah e Kulusevski due giovani da tenere d'occhio. Il centrocampista Brugman del Pescara pronto al salto di qualità (anche se il suo ruolo è ancora da individuare al meglio).

Roma 7: il miglior acquisto? La conferma di Dzeko. Il "botto" arrivato alla fine: il prestito di Mkhitarian dall'Arsenal. Tra i pali Pau Lopez: difficile fare peggio di Olsen. In difesa la Roma ha perso Manolas e acquisito Smalling e Mancini. Il primo deve rilanciarsi, il secondo abituarsi alla difesa a tre. Le fasce in difesa sono state puntellate bene con Zappacosta e Spinazzola. Non mi convince molto l'operazione Veretout. Giocando con il 4-2-3-1 era preferibile un altro mediano alla Diawara. Veretout per me resta una forte mezzala. Nel complesso comunque rosa migliorata (reparto dei centrali difensivi a parte), ma Lazio e Atalanta sono davanti. Dovrà inseguire, assieme al Milan.

Cagliari 7: Rog, Nandez e ovviamente Naiggolan sono tre colpacci (anche se sono tre mezzali...troppa abbondanza). L'infortunio di Pavoletti un tegola per l'attacco: al suo posto Simeone. Altro nome importante. Ma tra Cerri, Joao Pedro e Ragatzu, chi sarà il partner migliore? Meglio forse un 4-3-2-1 o un 3-4-2-1.

Fiorentina 7: forse più fumo che arrosto, anche se Ribery, al netto degli acciacchi, è un giocatore di classe mondiale. Tanti giovani interessanti, specie quelli tornati dai prestiti in B (Ranieri, Castrovilli e Sottil) e il brasiliano Pedro, centravanti. A centrocampo giocando a tre serviva una mezzala da affiancare a Pulgar (che per me è preferibile come mediano a due o davanti alla difesa) e Badelj. Tanti esuberi e non sono molto convinto di Montella.

Lazio 7: Lazzari (con Hateboer) è il miglior "quinto" di fascia destra del campionato. Praticamente l'acquisto perfetto per puntellare il ruolo più scoperto nella passata stagione. Tare pesca sempre giocatori funzionali a basso costo (Vavro e Jony). La squadra è una candidata molto credibile per il quarto posto, avendo cambiato pochissimo.

Torino 6.5: è la squadra dell'anno scorso, più Laxalt per ovviare ai problemi fisici di Ansaldi e Verdi. Cairo ha trattenuto i giocatori più importanti della squadra e l'obiettivo resta lo stesso: Europa League. Inizio di campionato super, ma sarà difficile mantenere il ritmo.

Sassuolo 6: attende la consacrazione di Ferrari, Locatelli e Boga, punta sul 2000 Traoré, sul rilancio di Obiang e Defrel. Caputo una certezza. Ma le ambizioni di Europa League sembrano un ricordo. I neroverdi sono attrezzati per salvarsi, nulla di più. A meno che De Zerbi si inventi qualcosa.

Bologna 6: è partito bene sul mercato. Intrigante la scommessa nipponica Tomiyasu, più gli acquisti "olandesi" Schouten e Denswil. Ma a un certo punto si è trovato a giocare in mediana  con la riserva Poli e con Kingsley, riserva lo scorso anno a Perugia in Serie B (Kingsley è stato poi ceduto alla Cremonese). Medel un buon puntello. L'obiettivo, con questa rosa, rimane la salvezza e non l'Europa League.

Udinese 6: Becao, l'Aristoteles della difesa (assomiglia veramente all'attore che interpretava l'attaccante brasiliano nell'allenatore nel pallone) e Sema a sinistra, Nestorovski e Jajalo dal Palermo a irrobustire attacco e centrocampo. Potrebbe bastare per la salvezza. Importante la conferma dell'ottimo Musso tra i pali e quella di De Paul in attacco. Peraltro la prima linea bianconera sembra sovrabbondante, dopo il ritorno di Okaka.

Brescia 5/6: Balotelli sarà un colpo che sposterà gli equilibri? In genere l'impatto di Balo con la nuova squadra è sempre positivo. Ma non vedo la compatibilità con Matri. Forse Corini dovrà passare al 4-3-2-1? Da seguire con attenzione chi già c'era: Bisoli e Tonali, in attesa di Ndoj. Il colpaccio? Il portiere danese Joronen. Per il resto è stato un mercato più di nome che di sostanza.

Lecce 5.5: in attacco sono arrivati gli epigoni di Falco e Lamantia: Farias e Lapadula. Poi ulteriore sforzo della società con Babacar. Diverse scommesse straniere, Imbula, la strana scelta di Gabriel tra i pali (meglio di lui in B Paleari, Vicario, Alfonso, Fiorillo, Silvestri). Dovrà soffrire per salvarsi. Attenzione al confermato Mancosu: lui e Lamantia potrebbero essere le sorprese. Ma parliamo di chi in rosa c'era già...

Hellas Verona 5.5: una rivoluzione, ma con il Lecce sembra destinato a tornare in Serie B dopo un solo anno. Interessante il lancio di Verre sulla trequarti, dopo un ottimo campionato a Perugia.  Giovani interessanti (Pessina, Salcedo), veterani da rilanciare (Veloso), progetto tecnico non perfettamente definito (Bessa considerato prima punto fermo, poi esubero). Mezzo voto in più per l'acquisto di Stepinski sul finale. Juric è un buon tecnico. Ma potrebbe non bastare per la salvezza.

Spal 5: Berisha può non far rimpiangere Viviano, ma il mercato, basato sugli scarti esuberi dell'Atalanta non entusiasma. L'eredità di Lazzari è pesante, ancor di più per D'Alessandro. Di Francesco può essere un buon partner d'attacco di Petagna. Manca qualcosa a centrocampo, anche se Valoti pare in rampa di lancio.

Sampdoria 4.5: Praet è stato sostituito da Thorsby e Leris, due scommesse, Andersen da Murillo e Chabot. Maroni, talentuoso trequartista argentino classe '99, è un lusso per il 4-3-3 di Di Francesco. Quagliarella continuerà a segnare a grappoli? Ci sembra indebolita, rispetto all'anno scorso. Dovrebbe comunque salvarsi (l'inizio da incubo conta fino a un certo punto).

Commenti

  1. Sono contenta per Fred che tifa Inter e da anni non ottiene molte gioie calcistiche :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quest'anno sarà già felice per il calciomercato: e credo che l'Inter possa essere seria rivale per la Juventus. Chissà, una sorpresa per lui a fine stagione?

      Elimina
  2. Deluso per le mancate uscite, ma potrebbe tornare utile, chissà..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alla fine Rugani serviva per sopperire all'infortunio di Chiellini (Demiral è fortissimo), Khedira e Matuidi addirittura son titolari XD
      L'unica non uscita è quella di Mandzukic, poi chiaro che con altre uscite la Juventus avrebbe potuto arricchire la rosa. Ma questo è un discorso un po' per tutti.

      Elimina
  3. L'Inter ha fatto il mercato più logico, ma allo stesso tempo piuttosto rischioso, considerato che i giocatori che sono andati via erano tra i migliori della compagine. Alla Juve manca un terzino sinistro, e soprattutto l'immobilismo nella seconda parte del mercato è palese, come è palese che la società abbia fatto di tutti per sbolognare buona parte dell'attacco non riuscendoci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse sì, un terzino in più la Juve avrebbe dovuto prenderlo, stante le condizioni fisiche di De Sciglio. Anche se la coppia Danilo-Alx Sandro è di altissimo livello.
      L'Inter si è sbarazzata di giocatori che erano poco funzionali al gioco di Conte. Certo che una parte di rischio c'è, eccome.

      Elimina
  4. Condivido il giudizio sul Genoa e concordo con te sul fatto che l'inter possa dire la sua per lo scudetto già quest'anno. per un attimo mi sembrava ti fossi dimenticato della Samp ma giustamente non avevo ancora abbassato sufficientemente il mio mouse :-)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che al momento Genova ride su una sponda, mentre l'altra piange. La Samp ha fatto un pessimo mercato, si è indebolita tanto (a meno che Rigoni diventi un fenomeno). Il Genoa mi piace molto. Ghiglione sulla destra è una vera sorpresa e Schone un colpo da 90!

      Elimina
  5. Insomma gira che ti rigira la Juve si è tenuta tutto il cucuzzaro!

    Ecco, grazie alla vendita di Icardi come farò ad APPREZZARE Sport Mediaset?? Di che parleranno ora?? 😂😂

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahha, scherzi? Sportmediaset ci aggiornerà costantemente sulle prodezze di Instagram della coppia Wanda-Icardi :D

      Elimina
  6. Concordo sulla tua analisi sulla Roma, a parte che la Lazzie che gli sta sopra, nonostante al derby meritavamo di perdere.
    Ovviamente non concordo sull'Inter ma te lo sto dicendo ad ogni post 😝 Per me possono avere la rosa migliorata quanto ti pare ma manca la mentalità, che resterà sempre da perdenti 😆

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Conte infatti è il tecnico perfetto per dar loro mentalità vincente :D :/.
      La Lazio ha la squadra dell'anno scorso più Lazzari. Poi magari, come sempre, si sgonfierà a fine stagione...

      Elimina

Posta un commento