Pagellone 15esima giornata: Luis Alberto al proscenio, rimane a secco Lautaro Martinez

Un duello tra Mirante, portiere della Roma, e Lautaro Martinez

Luis Alberto (Lazio) 8: la scorsa stagione ha difettato sul piano della continuità, quest'anno è il miglior centrocampista della Serie A. Undici assist vincenti, nessuno ha fatto meglio di lui in Europa. La vittoria sulla Juventus porta soprattutto la sua firma.

Mirante (Roma) 7: schierato titolare contro l'Inter, a causa di un problema fisico del titolare Pau Lopez, il portiere scuola Juventus regala ai bianconeri un bel venerdì sera. Con due grandi parate su Lukaku e Vecino chiude la saracinesca, fermando l'ascesa della squadra allenata da Conte, costretta al pari per 0-0 contro la Roma.

Smalling (Roma) 7: il muro si conferma tale anche contro Lukaku, ex compagno dei tempi del Manchester United. Un gigante. La Gazzetta dello Sport lo paragona al mitico Gentile, stopper della nazionale italiana del 1982, duro e arcigno in marcatura, ma allo stesso tempo corretto.

(padre) Pioli all. Milan 7: sei punti nelle ultime due partite per il Milan, nelle trasferte insidiose di Parma e Bologna. Il Milan è uscito dalle sabbie mobili della zona calda e guarda con più ottimismo al finale del girone d'andata. Il Piatek di Bologna incoraggia, Conti è un giocatore ritrovato, idem Bonaventura;  Bennacer sempre più fondamentale in regia.

Fonseca (Roma) 6.5: un allenatore che ha dato gioco alla sua squadra, ma quando è necessario sa anche difendersi. Buona la mossa di mettere il trequartista (Pellegrini) in marcatura sulla fonte di gioco avversaria (il regista Brozovic).

Szczęsny (Juventus) 6.5: sembra un controsenso, visti i tre gol subiti. Ma ancora una volta mette in luci le sue doti, ipnotizzando bomber Immobile, respingendo il suo rigore e anche la successiva ribattuta. Ha parato tre degli ultimi otto rigori che gli hanno calciato contro.

Lautaro Martinez (Inter) 5.5: dopo due doppiette consecutive, il bomber argentino rimane a secco. Non sfrutta a dovere un'apertura di Vecino, reclama un rigore, ma alla fine ha sofferto troppo la marcatura decisa di Smalling e Mancini. Troppo spesso anticipato dagli attenti difensori giallorossi, ma su questo ha inciso anche un po' di stanchezza.

Insigne (Napoli) 5: è il simbolo delle difficoltà del Napoli. Ancora una grigia prestazione contro l'Udinese, che porta solo a un pareggio. Ancelotti "si intestardisce" con il 4-4-2 o il 4-2-3-1. Insigne invece è protagonista solo come esterno sinistro del 4-3-3. Ed è anche schiacciato dal peso delle responsabilità derivate dal portare la fascia di capitano.

Commenti

  1. Risposte
    1. Finalmente respiriamo un po'.
      Dovessimo battere il Sassuolo, nel giorno della festa per i 120 anni, sarebbe veramente un buon Natale per me sotto l'aspetto del tifo :)

      Elimina
  2. Mannaggia a Lotito che trova sempre giocatori a "pochi" milioni, vedi questo Luis Alberto..farebbe molto comodo alla Juve attuale altrochè

    RispondiElimina
  3. Se Pellegrini non si fosse infortunato, parleremmo di un altro miglior centrocampista. Certi assist che ho visto fare solo a Totti negli ultimi 25 anni!
    Mirante! 😍
    Senza nulla togliere a Pau Lopez, mi ha fatto troppo piacere rivedere lui tra i pali della Roma!
    Smalling va riscattato!
    Viva (padre) Pioli! 😄
    Fonseca spero resti molti anni qui! Ovviamente senza il calo che hanno tutti gli allenatori, ovunque vadano, a parte Ferguson e un po' anche Guardiola fino a che è rimasto a Barcellona.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mirante è sempre stato un buonissimo portiere, purtroppo poco appariscente!
      Smalling credo alla fine ritorni in Inghilterra, specie se dovesse essere convocato per la nazionale inglese..

      Elimina
  4. La sconfitta ci sta, però più che dubbi sull'espulsione di Cuadrado ho su quella non data per quel fallo su Matuidi, in quel caso la Var non capisco perché non è intervenuto..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah vero, hai ragione, sulla Gazzetta dicevano proprio questo: rosso giusto a Cuadrado, ma rosso non fischiato a Luiz Felipe (Uno peraltro che legna spesso e volentieri).

      Elimina

Posta un commento