Dialoghi con il campionato: Juve campione di inverno. La top 11 del girone d'andata


Juventus campione di inverno, Inter a -3. Alla fine i bianconeri hanno impresso l'accelerazione vincente nell'ultima tappa del girone d'andata.
"L'Inter con l'Atalanta ha guadagnato un punto. I bergamaschi sono stati penalizzati dalle condizioni precarie di Zapata. Giocando con Malinkovski dal primo minuto e Ilic falso nove, l'Atalanta avrebbe vinto 2-0 con l'Inter, confermando di essere la squadra più in forma del momento. Il problema dell'Inter non è la rosa corta: il problema è che il terzetto di centrocampo (Barella-Brozovic-Sensi) è inferiore a quello della Lazio (Milinkovic Savic-Leiva-Luis Alberto). Infatti Marotta vuole Eriksen e Vidal per rifare il centrocampo, altrimenti prenderebbe profili simili a quelli che ha già, per avere alternative. Diciamo che  la Juventus quest'anno ha pagato innesti non eccezionali a centrocampo (i parametri zero Rabiot e Ramsey), altrimenti avrebbe probabilmente dominato come sempre. Tuttavia la Juve ha sbagliato  poche partite ed è anche la grande favorita in Champions, assieme al Liverpool. Barcellona e Real Madrid hanno più di un problema".

L'Atalanta si conferma una splendida realtà di questo campionato. Dove può arrivare?
"Senza Champions League, l'Atalanta avrebbe vinto il campionato. Ha un ottavo di Champions abbordabilissimo, sarà una mina vagante: ma l'Atalanta quando gioca partite ogni tre giorni perde inevitabilmente vigore fisico. Comunque dovrebbe arrivare agevolmente quarta. Un peccato per la Roma: Fonseca sta lavorando benissimo (ha anche una rosa di grande qualità)".

La zona Europa League è piuttosto affollata
"In questo momento dal Cagliari, sesto, all'Udinese, dodicesima, tutte sono in lizza per l'ultimo posto disponibile per l'Europa League. L'Udinese è in un grande momento di forma ed è a - 5 dal Cagliari, domenica va a Milano ad affrontare il Milan. Ricordiamoci che il settimo posto implica la qualificazione ai preliminari di Europa League, a meno che la Coppa Italia sia vinta da una squadra posizionatasi dall'ottavo posto in giù: non è da escludere infatti che il Napoli possa magari arrivare fuori dalle prime sette, ma vincere la Coppa Italia e quindi qualificarsi all'Europa League. In quel caso i preliminari li farebbe la squadra sesta classificata".

Anche la zona retrocessione sembra più definita
"Esattamente. Salvo miracoli o campagne acquisti di gennaio eccezionali, Spal e Brescia sembrano giù con un piede in B. Anzi, la Spal sembra proprio rassegnata. Un ciclo si è chiuso: andranno via l'allenatore Semplici, Petagna, Vicari e altri giocatori. La Spal ripartirà dal difensore Bonifazi, che arriverà a breve dal Torino in prestito con obbligo di riscatto. D'altro canto è una situazione simile a quella degli ultimi campionati, con un paio di squadra che a un certo punto perdono contatto con il resto del gruppo. Al contrario per il terzo posto retrocessione tutto è aperto. Genoa e Sampdoria sono vive, il Lecce deve ancora giocare con il Parma, ma lo vedo più in difficoltà delle genovesi. Ora è il Sassuolo che deve guardarsi indietro. La Fiorentina quattordicesima ha sette punti di vantaggio su Genoa e Brescia, nove sulla Spal. Non sono pochi al giro di boa. Poi fare 20-21 punti nel girone d'andata è in linea con un salvezza tranquilla".

Facciamo una top 11 del girone d'andata?
"In porta Sirigu del Torino, eccezionale come sempre. In difesa Bonucci, De Vrij (con Lukaku è il segreto dei successi dell'Inter di Conte) e Acerbi, colonna portante della Lazio, che con l'Atalanta è per me la squadra più brillante vista nel girone d'andata. A centrocampo a destra Lazzari della Lazio: partito in sordina, poi cresciuto esponenzialmente. A sinistra Gosens dell'Atalanta, l'esterno più in forma della formazione di Gasperini. Al centro Pjanic, una garanzia per la Juventus, e Luis Alberto della Lazio, il miglior centrocampista del campionato. In attacco Dybala, Lukaku e Immobile. Tra le "riserve" metto Cristiano Ronaldo, Ilicic, Gomez; Zaniolo (in bocca al lupo per la piena ripresa dopo il grave infortunio di ieri), Sensi, Nainggolan; Theo Hernandez, Kumbulla (giovanissima rivelazione della difesa del Verona), Smalling e Kolarov della Roma. Infine Handanovic come secondo portiere".

Commenti

  1. In effetti la politica dei parametri zero della Juve è ampiamente deficitaria. In particolare Rabiot è lento e mentre decide di dare la palla a un compagno di squadra, l'avversario gliela toglie. Ramsey è un oggetto misterioso. Il centrocampo dell'Inter è inesistente. E' vero.
    Mi piace la tua formazione base, anche se Dybala toglie il posto a Gomez che è un vero uomo squadra. Atalanta e Lazio giocano il miglior calcio. La Juve ha campioni che puniscono gli avversari che commettono qualche errore. Dybala e Ronaldo hanno queste caratteristiche.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Gus, infatti rinunciare a Gomez non è stato facile, visto che è il vero cuore e cervello dell'Atalanta. Comunque a giugno la Juventus farà un grande acquisto a centrocampo. Con Kulusveski e Betancur i giocatori futuribili ci sono. Servirà anche un vice Pjanic e i ritocchi sulle fasce in difesa. Poi la squadra sarà pronta per aprire un nuovo ciclo.

      Elimina
  2. Secondo me noi genoani se non ci saranno almeno tre acquisti seri nonostante la vitalità ed ora finalmente un bravo tecnico non ci salveremo. Se invece arriveranno tre giocatori pronti e che alzino la qualità della squadra, ce la faremo: Punta, seconda punta/esterno che salti l'uomo, regista.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Dani, la punta è fondamentale. Pinamonti è stata una grossa delusione! La seconda punta serve ugualmente dopo l'infortunio di Kouame'. Il regista in teoria è Schone. In effetti a centrocampo ho visto un Genoa molto in difficoltà, quest'anno.

      Elimina
  3. Un piccolo passo indietro dalla gara col Cagliari, molto c'è ancora da sistemare, come la mira soprattutto, e facciamo parecchi errori ancora, eppure campione d'inverno, bene ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me la Juventus è questa, del girone d'andata. Non migliorerà. Ma questo non significa che non vinca, visto che ha dominato il girone di Champions ed è campione di inverno. Per migliorare la Juventus deve prendere giocatori più utili al gioco di Sarri.

      Elimina
  4. Non sembra può andar bene con i parametri zero...comunque ieri Rabiot l'ho visto bene, Ramsey insomma, secondo me Sarri sta aspettando Douglas Costa per un tridente spettacolo DC-Dybala-CR7 con Higuain prima alternativa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sarei curioso di vedere Douglas, Dybala e Kulusevski dietro Cristiano Ronaldo :D

      Elimina
  5. Juve di ieri terrificante, ma vincente.
    Direi un campionato che fa capire come mai in Italia non ce la stiamo passando bene dal punto di vista calcistico.
    Poche le note liete, direi Lazio, Cagliari ( in fase calante però) e Atalanta.
    L'inter ha fatto un bellissimo girone d'andata, ma ha una panchina risicatissima.
    La Juve è la solita Juve degli ultimi anni, vive delle giocate dei suoi fuoriclasse, ma come gioco è pessima.
    Sarri di suo ha aggiunto poco o nulla, ma la rosa non è adatta al suo modo dinamico di giocare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me invece un miglioramento c'è, ma finora ha coinvolto poche squadre (l'Atalanta su tutte). Il Cagliari non l'ho visto molto bene contro il Milan, vedremo se sia un momento passeggero o se sia effettivamente finita la benzina dell'entusiasmo che nella prima parte di stagione era emerso dopo le buone vittorie. Su Sarri: forse non ha ancora tutti gli uomini utili per il suo gioco

      Elimina
  6. Ma tu guarda se quest'anno devo simpatizzare per i gobbi! Lungi da me ma viste le altre due alternative, che mi stanno assai più antipatiche.
    Comunque quando non vedo quella faccia da culo di Agnellino e mi giro quando inquadrano Rolando, è molto meno odiosa degli anni passati. Poi ho un debole per Dybala.
    Comunque resto del mio parere (e pronostico), la Lazio inizierà a perdere punti. È già in calo, anche se culo e "sviste" continuano a favorirla.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Lazio continua a vincere, sono curioso di vedere adesso con le partite di Coppa Italia: c'è chi userà i titolari, chi invece li farà riposare. Potrebbero esserci dei rimescolamenti.

      Elimina

Posta un commento