Gervinho, il nuovo Asprilla. Scuffet, che ritorno!

Foto Zimbio/Getty Images

La Juventus continua a macinare successi su successi, con il Napoli in scia, in attesa del turno infrasettimanale e della grande sfida di sabato, che potrebbe determinare la prima fuga dei bianconeri.

Nella quinta giornata non sono mancati gli argomenti di dibattito, ecco dunque i miei consueti"top" e "flop".

1) GERVINHO (Parma): una sessantina di metri correndo, tre avversari saltati e un bolide di destro che ha fatto tremare la rete. L'attaccante ivoriano, dall'inconfondibile pettinatura e stempiatura coperta con la fascia, si conferma, come ai tempi della Roma, un grande protagonista. I tifosi ducali, in delirio per il nuovo loro idolo, lo hanno già paragonato al talentuoso Asprilla, bizzoso e talentuoso attaccante colombiano del mitico Parma di Scala.

2) SCUFFET (Udinese): un grande balzo ad evitare l'autogol di Behrami, una prodezza con l'aiuto della traversa sul colpo di testa di Rigoni, lo strepitoso volo finale ad arpionare il destro a giro di Giaccherini. L'Udinese supera 2-0 il Chievo Verona e vola verso le parti nobili della classifica. Tra i meriti di mister Velasquez, l'aver recuperato un giovane talento che sembrava oramai perduto.

3) MILENKOVIC (Fiorentina): già due reti in campionato per il talentuoso difensore serbo, già nel mirino dell'Atletico Madrid. Prende l'ascensore e di testa fulmina il portiere Gomis, segnando il secondo gol della splendida vittoria dei viola sulla lanciata Spal (3-0).

DIETRO LA LAVAGNA: Monchi (Roma). Se il gioco del calcio fosse Football Manager, la Roma sarebbe prima in classifica. Aldilà della vendita dei pezzi pregiati Alisson e Nainggolan (ma anche Strootman si sta facendo rimpiangere), è riuscito in una sola campagna acquisti a prendere tre trequartisti (Cristante, Pastore e Coric) per un allenatore che gioca senza il trequartista, ha dimenticato di rinforzare la difesa (Santon non si può definire un rinforzo) e lo spogliatoio rischia di diventare una polveriera, visto che gente talentuosa come Schick, Under e Kluivert non è molta propensa ad accettare il turn-over.

DIETRO LA LAVAGNA: Gattuso (Milan): è impegnato a "toccare con mano", ad "alzare l'asticella", intanto dovrebbe iniziare a pensare a puntellare la panchina, perché il Milan ha buttato nel bidone della spazzatura quattro punti con Cagliari e Atalanta. Dovrebbe anzitutto capire che come terzino destro anche Reina è meglio del duo catastrofe Calabria-Abate, ma il problema maggiore sembra essere la tenuta mentale della squadra: prossima allo zero.

Commenti

  1. L'ivoriano sembrava scomparso dal mondo del calcio e torna più micidiale di prima.

    La Juve seguita a giocare male e a vincere. Ha un organico superiore e penso che possa battere il Napoli, ma non è una partita decisiva.


    DiFra finalmente mostra il suo volto. Un allenatore confuso che si è fatto smembrare la squadra.

    Il Milan è da quinto posto.



    Buona settimana Riky.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da tifoso del Milan sai che firmerei per il quinto posto? Significa lasciarsi dietro cinque squadre tra Roma, Lazio, Atalanta, Fiorentina, Torino e Sampdoria. E significa migliorare, seppur di un solo posto, rispetto all'anno scorso.

      Non sono mai stato un fan di Di Francesco, ma hai usato la parola giusta: confuso.

      La Juventus è superiore al Napoli, ma vediamo come verranno gestiti dalle due squadre sia il turno infrasettimanale sia la partita di sabato. Anche se il rischio, per il Napoli, è di stare appresso alla Juventus e poi di cederle il passo, come già avvenuto lo scorso anno.

      Elimina
    2. Buona settimana anche a te Gus :)

      Elimina
  2. Ma fammi capire, bastano cinque giornate per parlare già di fuga?
    Spero che la tua sia solo una gufata...
    Ahahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, perché se la Juve dovesse mantenere i 3 punti dal Napoli nel turno infrasettimanale e vincere lo scontro diretto, andrebbe a +6.

      A +6 dopo sette giornate, avendo vinto tutte le partite, sarebbe la prima mini fuga!

      Elimina
    2. Io mi accontenterei di un pareggio col Napoli :)

      Elimina
    3. Infatti un +3 non sarebbe affatto una fuga, ma farebbe contento, penso, anche i napoletani..

      Elimina
  3. Gattuso si riprenderà sicuramente. O lo fai lui, o lo indurranno a rimettersi in carreggiata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me Gattuso ha le partite contate: non mangia il Panettone :D

      Elimina
    2. Chissà chi salta prima fra Gattuso e DiFra :) Spalletti al momento sembra essersi salvato

      Elimina
    3. Secondo me Gattuso, ma non subito, entro dicembre

      Elimina
  4. La Roma ha cambiato tanti calciatori, quindo un po' di tempo ci vuole.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente ha molti giocatori giovani e nuovi. Ma come per il Milan: purtroppo nel calcio il tempo è sempre poco. Ciao Cav!

      Elimina
  5. Gervinho aveva messo in difficoltà pure la difesa della Juve, cioè una delle migliori forse al mondo, ed è tutto dire! Quando è in giornata bisogna proprio abbatterlo per fermarlo! :) Contento per la ripresa di Scuffet, anche se comunque in nazionale come portieri siamo messi bene

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alla fine però in porta nella nazionale dovrebbe tornare Buffon, sta facendo il fenomeno al Psg; è il momento dei veterani..basta vedere Cech nell'Arsenal. E il Milan farebbe molti più punti in porta con Reina al posto di Tremarellarumma.
      Gervinho io pensavo fosse da pensione, invece corre come un furetto.

      Elimina
  6. Gervinho mi piaceva ma era incostante, spesso nelle gare determinanti spariva.
    Concordo in parte su Monchi. A me piaceva Sabatini e mi è dispiaciuto quando se ne è andato ma gran parte della colpa è anche di Di Francesco, ora non è che abbiamo 32 pippe, quindi c'è qualcosa che non va... probabilmente l'allenatore non mangerà il panettone.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Monchi è un po' sopravvalutato..alla fine un po' tutti i maghi ds fanno gli affari con i procuratori come gli altri..vedi Kluivert,che è della scuderia Raiola. Alla fine è colpa di chi crede che esistano ds maghi :).

      Elimina
  7. esulo dal contesto(non conosco)per chiedere il tuo parere su STROPPA..ha portato il Foggia in B!!
    e ora col Crotone lotta per la A!!
    mi pare bravo no?
    basti vedere il Foggia ora...
    ps qualcosa la so pure io!:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bellissima domanda!

      Stroppa da allenatore fece molto bene nelle giovanili del mio Milan e ha fatto benissimo a Foggia. Se fosse rimasto in Puglia,quest' anno, si sarebbe salvato con un filo di gas nonostante la grossa penalizzazione. Ha fatto comunque bene ad andare a Crotone, bella piazza. Che però ha giocatori un gradino sotto Benevento, Palermo e Verona ☺. Quindi per la A la vedo duraaaa!

      Elimina
    2. ma di quale penalizzazione parli?
      di questo non so niente..
      sapere sapere!!

      Elimina
    3. Quest'anno il foggia ha avuto 8 punti di penalizzazione perché la società ha usato lo scorso anno soldi che sono stati sottratti alla tassazione dello stato, soldi da fondi neri..prima erano 15 punti poi ridotti a 8 dopo ricorso..

      Elimina
    4. ho capito.chiaro.
      grazie per tuo prezioso parere!!
      e per aver definito la mia domanda bellissima!:)

      Elimina
    5. Sì..Bellissima domanda. E forza Stroppa! (Ah lo "amavo" anche da calciatore).

      Elimina
  8. Calabria non me lo devi tocca'...e comunque la colpa di Gattuso è aver fatto uscire Jack e lasciare che una mentalità da "paura di prendere gol" si impossessi ogni volta della squadra...
    poi, per tornare al post... vorrei sapere quanto prendono fior di osservatori che si lasciano sfuggire a due lire i Gervinho e i Piatek... bah!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Calabria è terribile, si sta 'santonizzando'. Mi auguro a fine anno Conti sia recuperato così abbiamo risolto il problema. Intanto io proverei il buon Simic a destra..almeno sa difendere..abate non sa difendere e non sa attaccare..

      Elimina
  9. Gervinho una cosa sa fare, correre!
    Per questo è perfetto per una squadra come il Parma, è tornata in A e ha subito capito di quali giocatori aveva bisogno per rimanerci.

    Monchi? Lo amo, spero non vada più via XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Football manager addicted! Prrrrrr
      Anche perché da laziale dovevi dire: meglio Tare! (Ed è ciò che penso io).

      Elimina

Posta un commento