Cancelo, corsa da ala e piedi da rifinitore. Di Francesco che combini?

Foto Zimbio/Getty Images

Quindicesima giornata di campionato, tanti temi interessanti e la solita Juve cannibale. Ecco il meglio e il peggio di questo weekend calcistico di Serie A.

1) CANCELO (Juventus): un terzino che crossa come un'ala e che ha il piede come un rifinitore. Splendido l'assist per Mandžukić, che segna il gol decisivo nel big match tra Juventus e Inter. A Milano grandi rimpianti per non aver riscattato l'esterno portoghese, altro punto di forza dell'inarrestabile capolista.

2) ZAPATA (Atalanta): prima tripletta in Serie A, contro la sua vecchia squadra, l'Udinese. Il colombiano firma il successo dell'Atalanta, oramai rilanciata in chiave Europa.

3) BRUNO ALVES (Parma): l'esperto difensore portoghese è uno dei cardini del sorprendente Parma di D'Aversa. Contro il Chievo, veste i panni di Roberto Baggio infilando una splendida rete su punizione: destro a scavalcare la barriera e palla all'incrocio, dove Sorrentino non può arrivare.

MENZIONE SPECIALE: PRANDELLI (Allenatore Genoa). Le decisioni del presidente Preziosi ci lasciano veramente perplessi. La sua squadra aveva un punto di forza: Piatek, che segnava a ogni starnuto. Preziosi, non contento della tattica di gioco (?), ha mandato via l'allenatore Ballardini e con il suo sostituto, Juric, Piatek è sparito. Ecco quindi il terzo allenatore, Prandelli, che non ha lasciato un grande ricordo per i risultati raggiunti con la nazionale azzurra, ma che soprattutto difficilmente migliorerà il Genoa (comunque lontano dagli affanni della zona retrocessione, l'unico vero obiettivo). L'esordio in conferenza stampa però è stato memorabile. "Non possiamo parlare di f**a", ha detto, perdendo per strada una "Esse". Memorabile.


DIETRO LA LAVAGNA: DI FRANCESCO (Allenatore Roma). Giustifica l'incredibile pareggio per 2-2 con il Cagliari (la Roma vinceva 2-0) ridotto in nove dicendo "Ma avete visto che panchina avevo?", dimenticando che il suo rivale era privo dei tre giocatori più forti: Barella, Castro, Pavoletti. Ma poi, come può lamentarsi un allenatore che ha due giocatori per ruolo e anche un buon numero di doppioni? Forse dovrebbe chiedere conto al fantastico Monchi e al suo database per la qualità di alcuni di essi. La verità è che a Cagliari ha avuto gravi responsabilità: ha fatto fare l'ala al terzino Luca Pellegrini e ha finito la gara con il 5-4-1 per difendere il gollettino di vantaggio.

DIETRO LA LAVAGNA: MILINKOVIC SAVIC (Lazio). E' l'ombra del centrocampista conteso (pare) a suon di milioni di milioni dai top club di tutto il mondo. Abbiamo però un sospetto, ma a questo punto aspettiamo di vedere a che prezzo sarà ceduto quest'estate...

Commenti

  1. Cancelo ha ancora ampi margini di miglioramento, soprattutto nella fase difensiva.
    Sereno giorno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se migliora anche in difesa..diventa uno dei migliori terzini della storia.
      Ciao Cav!

      Elimina
  2. Ma non puoi oscurare la parola "figa". E dai.
    Mica stiamo leggendo il Vangelo.
    Prandelli ha detto: "CHE FIGA!". Ed è stata una bella sfiga, ma si è subito corretto.
    Come faresti senza di me? :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. aahhaha,
      non volevo offendere i lettori sensibili.
      Nei commenti possiamo dirlo: w la figa
      e grazie alla segnalatrice di quel video :D

      Elimina
    2. Diciamo che leggevo la Repubblica a caccia di notizie interessanti di attualità.
      Anche perché la s...figa, per ovvi motivi, non mi interessa. :P

      Elimina
    3. ahahah, non ho resistito e l'ho messa infatti :D

      Elimina
  3. Già seguo poco, ma ieri non ho seguito affatto. Con il week end fuori, ho pensato di azzerare tutto e lasciarmi completamente assorbire. Buon lunedì.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il Napoli ha vinto in scioltezza, 4-0 al Frosinone risparmiando diversi titolari :)

      Elimina
    2. Abbiamo il nuovo fenomeno algerino...Ounas.
      Tempo tre anni e lo venderemo al miglior offerente per la gioia di Dela. D'altra parte se non arriva uno sceicco...

      Elimina
    3. Un bel giocatore, Ounas. Il Napoli ci ha visto bene. Tra lui e Verdi, altre due preziose risorse. Younes invece non mi convince affatto.

      Elimina
    4. Ecco, mi date proprio delle belle notizie :)
      Meno male che il calcio lo seguite voi e poi me lo raccontate.
      Forza Napoli, sempre.

      Elimina
    5. Stasera Sotuknang è a Liverpool! IL Napoli si gioca la qualificazione agli ottavi di Champions League.

      Elimina
  4. Mamma mia lasciamo perdere il pareggio a Cagliari. Non giustifico nessuno, dal presidente al giardiniere di Trigoria!
    Però è ovvio che l'allenatore ha sempre gran parte delle responsabilità, dagli infortuni che la maggior parte delle volte sono dovuti ad una sbagliata preparazione estiva, ai problemi di testa che dovrebbe risolvere lui.
    Si parla di Conte che per me è un allenatore sopravvalutato, ha vinto solo in Italia con una Juve priva di rivali, salvo la Roma e con una valanga di aiutini.
    Se venisse a Roma, soprattutto con questa Roma, non riuscirebbe a fare meglio di Eusebio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tra Di Francesco e Montella mi metterei le mani nei capelli, un pelino meglio Paulo Sousa. La soluzione migliore è allora un traghettatore e poi Gasperini dell'Atalanta, a patto ovviamente di fare un calciomercato che assecondi il suo stile di gioco.
      Conte penso che non si sposti se non per un top club...
      Alle sue condizioni non verrebbe neanche al Milan.

      Elimina
  5. L'inter non ha riscattato Cancelo perché volevano tanti euri, certo che mi sa che ora li vale tutti se non di più! Se Alex Sandro tornasse quello dei primi anni..

    RispondiElimina
  6. Dell'Inter l'anno scorso mi piaceva Cancelo, sono stato accontentato :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah, diciamo che alla fine l'Inter non è che abbonda di grandi giocatori (anche il Milan, sia chiaro), per cui gliene avete portato via uno di quei pochi :D

      Elimina
  7. Cancelo lo adoro.
    A dirla tutta la Juve lo trattò per lungo tempo prima che andasse all'Inter, ma poi tergiversò e il Valencia se lo è tenuto prima di darlo all'Inter a gennaio.
    Comunque meglio tardi che mai. :-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nel calcio moderno, le squadre più forti hanno terzini che sanno aggredire la fascia e fare ottimi cross.
      Cancelo è veramente un ottimo giocatore.

      Elimina

Posta un commento