Il mio primo Roma-Inter



Domenica 22 novembre 1987 la Roma all'Olimpico regolò 3-2 l'Inter. Quella del campionato 1987-88 fu la prima partita che vidi tra i giallorossi e i neroazzurri, nell'ormai storica (per me) rivista del Guerin Sportivo che trovai "abbandonata" tra i giochi dell'asilo che frequentavo ogni giorno.

Era la seconda partita del "Film del Campionato" e fui immediatamente colpito da uno dei giocatori della Roma: Giuseppe Giannini! Si chiamava come me il giocatore ritratto nelle due foto grandi, nella prima mentre segnava uno di gol, nell'altra mentre soffriva a terra dopo un contrasto di gioco.


Scoprii successivamente che mio padre era simpatizzante della Roma, questo perché un suo amico di infanzia era tifosissimo della 'magica' e gli aveva trasmesso simpatia per la squadra della Capitale.

L'Inter era invece la squadra del cuore dell'operaio del cugino di mio padre, Aldo, falegname. Non a caso nella falegnameria era esposto il poster gigante della squadra neroazzurra.

In quella gara, l'Inter passò in vantaggio al 13' con un diagonale di Fanna, bravo a superare in uscita il portiere Tancredi. Due minuti dopo la Roma pareggiò con un colpo di testa di Manfredonia, servito da un corner di Giannini. "Il principe" raddoppiò al 20', superando Zenga in uscita. Giannini fu espulso al 62', per reciproche scorrettezze con Serena, a sua volta allontanato dal campo. Nel finale all'86' una punizione di Desideri fu deviata in barriera da Giuseppe Baresi per il 3-1, mentre al 90' un rigore di Altobelli fissò il risultato sul 3-2.

Il gol di Fanna

Commenti

  1. Giannini, un buon regista.
    La Roma ha vinto tre scudetti. Uno per ordine di Mussolini, un altro per volere di Andreotti e l'ultimo con un mastodontico imbroglio. La Roma schierò un giapponese, Nakata, che era lo straniero in più, quindi irregolare. Il tipetto beffò lo stralunato Tacchinardi è segnò il 2-1 e Montella il 2-2 per la Roma facendo svanire il sorpasso della Juve.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il primo non lo ricordo proprio :).
      Del secondo non ho ovviamente ricordi di infante (nacqui il 3 giugno del 1983 ahhaha), ma era una bella squadra.
      L'ultimo lo ricordo bene. Nakata calciò anche il pallone che Van Der Sar respinse sui piedi di Montella.
      La Roma quell'anno qualche aiutino lo ebbe.
      Però quella è stata la Roma più forte della sua storia.

      Elimina
    2. Commento populista che mi aspetto da banali laziali e tifosi ridicoli di altre squadre...

      Elimina
    3. Eh, i tifosi della squadra calabrese a maglie bianconere :D non hanno digerito i due scudetti romani tra le fine del '900 e il nuovo millennio ;)

      Elimina
  2. Come finirà stasera?
    In attesa del risultato, ti auguro una serena domenica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me vince l'Inter, di misura ma vince l'Inter.
      Grazie Cav, buona domenica a te!

      Elimina
  3. Spero tu abbia la maglia di questo Giannini..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente no :D
      anche perché con la Roma ha giocato solo nella stagione 1995-96 con i numeri e nomi fissi (gli anni prima c'era la numerazione dall'1 al 11).
      Una volta trovai su Ebay la rarissima maglia verde di quella stagione, con inserti giallorossi, ma purtroppo aveva un prezzo altissimo.

      Elimina
    2. http://www.asromaultras.org/1996_terza_uefa.jpg

      questa, capolavoro

      Elimina
  4. Tutti importanti I Giannini eh! 😜

    Io stasera devo per forza tifare Inter... dopo i voti piuttosto bassi di Chiesa e Veretout, ho un bisogno immanso di una doppietta di Icardi! 😊

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Al mio amico Kalu è andata bene con Quagliarella, doppietta. Il suo rivale di settimana ha però cr7.
      Lui tiferà oltre al Milan anche Piatek, Insigne, Luis Alberto e magari anche Koulibaly e De Silvestri! :D

      Elimina
  5. Dove vivo io è pieno (logicamente) di romanisti, ma ci sono anche tanti interisti. Strano ma vero. Uno è Fred. Poi ci sono i suoi cugini, gli amici dei cugini e pure gente che non c'entra nulla. Domani al bar avranno di che rimbrottarsi a vicenda. Buona serata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Domani al bar ci sarebbe da divertirsi allora :D.
      A meno che finisca con un pari, risultato che scontenterebbe forse tutti..

      Elimina
    2. ecco, il pari che scontenta tutti: 2-2 con rigore netto negato alla Roma, ahahah!

      Elimina
    3. Mortacci loro, sono riusciti a rubare anche in un momento in cui la Roma sta facendo davvero male... ma con questi torti con le strisciate ci ho fatto il callo...

      Elimina
    4. ahahah, secondo me è stato molto vistoso l'errore (non chiamare il var).

      Elimina
  6. Minchia che memoria! Nell'87 non le guardavo proprio le partite, il mio vecchio mi ricorda solo i vari insulti che facevo da piccolo vero i burini biancocelesti ("la Lazio mi fa schifo perchè puzza", parole pronunciate a 4-5 anni). L'Inter manco sapevo cosa fosse e le mie prime 3 partite allo stadio furono tutte contro il tuo Milan, dato che papà ci andava col suocero milanista.

    Viva il Principe! Che adoravo da piccolo ma che oggi manco tengo in considerazione, per me i veri capitani sono stati Di Bartolomei (riscoperto da grande) e Totti.
    Pensa che quando ti ho conosciuto, oltre che al Principe, mi chiedevo se fossi parente dell'attore 😂

    Ancora una volta applausi al papà romanista, anche se va rimproverato per non averti trasmesso la fede giallorossa. Credo sia la prima volta che dici del motivo del suo tifo. In privato mi avevi detto qualcosa ma non questo. Comunque stringo la mano al suo amico che lo ha portato verso la retta via 😁

    L'operaio del cugino ecc. che si fotta! L'Inter la schifo al pari della Lazzie!

    Il portiere Tancredi... mio zio, romanista, chiamò così mio cugino, inconsapevole che il suo terzo figlio sarebbe diventato della lazzie 😭

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ricordi quando trasformai Tancredi in un cognome? Proprio per colpa del portiere :D. Che poi appunto Tancredi è un nome.

      Sì, il motivo del tifo di mio babbo è proprio questo, strano, mi sembra di avertelo comunque accennato.

      Giannini devi assolutamente riconsiderarlo, anche se lo chiamavano in modo dispregiativo "Paperella" era un grande!

      Bellissimo il tuo ricordo di infanzia :D, adesso dovrai ricordarti quali Roma Milan hai visto allo stadio..peraltro nel biennio 1988-1990 abbiamo fatto due vittorie larghe a Roma, in una con un Van Basten show. I due anni successivi due pareggi, poi uno 0-1 con un gol capolavoro di Gullit.

      Elimina
    2. se credevi di riuscire ad aprire una ferita nella memoria di un interista ti è andata molto male. noi interisti di ferite ne abbiamo tante altre! ;-)

      Elimina
    3. E' un caso, certo che i miei ricordi riguardano soprattutto il periodo 1987-1999, quindi di vittorie neroazzurre non ce ne sono molte, tranne un bellissimo scudetto :P.
      Comunque nella fattispecie questo è stato il primo Roma-Inter che ho visto, in qualche modo :)

      Elimina
    4. Davvero Tancredi è un nome? Credevo fosse una moda stupida di trasformare cognomi in nomi, tipo Manfredi. Forse Tancredo sarebbe un nome 😝

      Le partite che ho visto le dovrei chiedere al vecchio perché ricordo solo che sono state una vittoria, un pareggio e una sconfitta, non ricordo altro.

      @digito: infatti mi eravate simpatici nei primi anni del 2000, quando spendevate patrimoni per non vincere nulla 😝
      Oh, poi ho due carissimi amici di Milano interisti coi quali c'è stato sempre uno sfottó genuino 😉

      Elimina
    5. Una vittoria..allora è quella del 1996-97, 3-0 con un gol di Totti e non ricordo quali altri marcatori :D

      Elimina
    6. No no, sono tutte e 3 del periodo Giannini e Voeller alla Roma e Gullit e Baresi al Milan. Ero piccolo.

      Elimina
    7. Allora era la partita di Coppa Italia 1992-93! 2-0 per la Roma, con Cudicini tra i pali del Milan.

      Elimina
  7. Che poi i rigori negati sono due. Da una parte e dall'altra. Parlo di ieri sera eh😆😘

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da quello che ho letto la questione è data dal Var: nel caso dell'Inter poteva non essere interpellato, benché il rigore ci potesse stare; nel caso della Roma doveva invece essere necessariamente consultato.
      Così parlò la Gazzetta dello Sport domani (giornale tendenzialmente filojuventino e filointerista, però).

      Elimina

Posta un commento