L'Inter rovescia il Milan, Vecino la mossa vincente


Nella 28esima giornata della Serie A spiccano due risultati: la vittoria dell'Inter nel derby sul Milan (2-3) e la prima sconfitta della Juventus, battuta 2-0 a Genova. Il Genoa chiuderà la stagione con l'invidiabile record di non aver mai perso con la corazzata bianconera, che ha pagato dazio all'inevitabile rilassamento post impresa di Champions (ma Rugani è davvero il futuro della nazionale?...) e alle assenza di Cristiano Ronaldo e Chiellini. Il Napoli supera 4-2 l'Udinese non senza fatica, ma ipoteca il secondo posto in campionato. Male la Roma, sconfitta 2-1 a Ferrara dalla Spal. Attenzione però al prossimo turno, tra due settimane, dopo la sosta per le nazionali: ostica trasferta per il Milan a Genova, con la Samp, ma si giocano due scontri diretti, Napoli-Roma e Inter-Lazio.

TOP 3

1) VECINO (Inter): la mossa vincente di Spalletti, mezzala nel 4-3-3 o trequartista nel 4-2-3-1, quando attacca con Perisic sulla sinistra manda in tilt il duo Calabria-Kessie, quando attacca per vie centrali è incontenibile, fondamentale inoltre il pressing sul gigante Bakayoko.

2) PANDEV (Genoa): i suoi trascorsi interisti lo animano nella gara con la Juventus. Entra a partita in corso (mossa vincente di Prandelli, che sostituisce a sorpresa il centravanti Sanabria), serve a Sturaro la palla dell'1-0 e raddoppia su assist dell'incontenibile Kouamé.

3) LUIZ ALBERTO (Lazio): una doppietta e un assist. La Lazio disintegra il Parma 4-1 e si prepara al confronto di San Siro con l'Inter. Una gara che può rimescolare ancora una volta le carte nella lotta per il 3° e 4° posto.

DIETRO LA LAVAGNA

I tifosi della Fiorentina che gridano "devi morire" al tifoso del Cagliari: durante la partita tra Cagliari e Fiorentina, si è registrato un grave lutto. Daniele Atzori, tifoso sardo, ha perso la vita a causa di un malore. Durante i soccorsi, bruttissimo gesto di alcuni tifosi avversari, che hanno intonato il coro: "Devi morire". Parlavamo qualche settimana fa, con l'amico Pietro Saba, del becerume di parte della tifoseria viola (famosi i loro cori "Heysel, Heysel" contro la Juventus). 

KESSIE (Milan): partita pessima in campo, come spesso gli capita, ma soprattutto dopo la sostituzione un inqualificabile teatrino con tentata aggressione a Biglia in panchina, che lo avrebbe rimproverato per la mancanza di rispetto nei confronti del compagno che lo avevo sostituito, Cutrone. Nel brutto Milan del derby da segnalare anche le pessime prestazioni di Romagnoli, Suso e Paquetà. Pure Piatek rimane senza munizioni...

FAZIO (Roma:) Fares lo ha "uccellato" in occasione del gol dell'1-0 della Spal. E per fortuna che il gioco aereo era il punto di forza del centrale argentino. Stagione negativa per lui. Ma a Ferrara ha sbagliato tanto anche mister Ranieri. 

Commenti

  1. Kessie era un ottimo giocatore con l'Atalanta..è sempre il buon Gasp che li valorizza tutti? Tifosi della Fiorentina veramente inqualificabili e da squalifica della curva!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, Kessie nell'Atalanta giocava in un 3-5-2 che valorizzava le sue qualità di inserimento, poi aveva sicuramente meno pressioni che al Milan...
      Da noi è encomiabile per applicazione nella corsa, ma negli inserimenti i limiti tecnici si fanno sentire...di testa non c'è, nonostante il grande fisico.
      Senza Champions League, lui e Suso li venderei al volo..3-4-1-2 con Bakayoko e Biglia mediani, Paquetà dietro Piatek e un altro attaccante...Bisognerebbe cambiare qualcosa.

      Elimina
  2. Il Milan ha deluso. La Juve ha confermato di avere un allenatore ottuso.
    Schiera una difesa a tre ridicola con Caceres, Rugani e il lentissimo Bonucci.
    Prandelli sposta in avanti i centrocampisti che prendono tutti i rinvii frettolosi
    della difesa e impostano azioni d'attacco a ripetizione.
    Ma l'errore più grande dell'Acciuga è stato quello di schierare il portiere di riserva in una difesa già traballante. Infatti i gol subiti sono papere di Perin.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Direi precisa la tua analisi, anche se toglierei responsabilità a Perin per il secondo gol.
      Rugani ha un deficit molto grosso di personalità...
      Allegri ha un grande pregio: nelle partite decisive si inventa sempre una mossa..decisiva. Vedi Emre Can difensore\centrocampista.

      Elimina
  3. Pensavo avresti parlato del portiere del Napoli che si è sentito male :( poverino. E immagino la paura dei compagni e dei familiari a casa.
    Buon inizio di settimana Riccardo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ha preso una brutta botta, fortunatamente la tac ha escluso conseguenze...In bocca al lupo a lui, comunque!

      Elimina
  4. "Non siamo all'asilo Mariuccia" ha detto ieri sera Gattuso commentando il bruttissimo episodio del litigio in panchina tra Kessie e Biglia. Ecco. -_-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da una parte invece io preferisco un giocatore che sbraca, piuttosto quelli che vestivano la nostra maglia e che dopo le sconfitte sorridevano sui social.
      Pare che ci sia però della maretta tra i due giocatori e questo mi preoccupa di più!

      Elimina
    2. Il mister ha promesso di sculacciarli tutti! :D

      Elimina
    3. Complicato sculacciare Kessie :D

      Elimina
    4. La strategia delle sculacciate l'adotterei solo se allenassi una squadra femminile! 🐷

      Elimina
    5. ahaah nella prossima vita faremo questo lavoro! :D

      Elimina
  5. Posso commentare solo la sconfitta della juve? Ahahah
    Scherzo. Mi ritiro in religioso silenzio. 😉

    RispondiElimina
    Risposte
    1. puoi puoi :D, anche se è una sconfitta veramente indolore

      Elimina
  6. Il "devi morire" fa tanto calcio di quando eravamo piccoli... XD
    Sono contento per la vittoria dell'Inter, che se sono stato milanista.
    Contento per la batosta alla Juve, anche :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A proposito dell'Inter, Gazzetta:
      "Spalletti via, Icardi via, Perisic via".
      Due giorni dopo hanno vinto il derby :D

      Elimina
  7. Arrivo qui per la prima volta e lo faccio casualmente nel giorno giusto da buon Genoano :-))) Partita molto buona del Genoa aiutato da una Juve spenta. E' vero i due cambi sono stati vincenti e non per caso perché hanno dato un forte contributo alla manovra oltre ai due gol. Andare allo stadio in occasioni come ieri è davvero entusiasmante. Sorprende forse l'Inter che sembrava alla frutta vista anche l'eliminazione dall'Europa League. Però molti non hanno forse tenuto conto delle molte assenze in coppa da parte dei nerazzurri e quindi il match è risultato tutto meno che scontato. Bel campionato quest'anno, lotta per lo scudetto a parte, per gli altri piazzamenti c'è grande bagarre.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie e benvenuto :).
      Il Genoa, nonostante Preziosi, non mi starà mai antipatico..perché è la squadra di Fabrizio De Andrè! :D.
      Hai detto bene: l'Inter aveva molte assenze in Coppa, poi oramai le nostre squadre al confronto con i team esteri soffrono sempre tantissimo.
      Quindi è facile che l'Inter prenda una scoppola dall'Eintracht Francoforte e poi invece domini il Milan.
      Il Milan quest'anno ha preso le imbarcate dal Betis Siviglia :D

      Elimina
  8. Ahimè non è un buon lunedì per i milanisti, anche per noi simpatizzanti :-( Pazienza, ne avremo di migliori!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai ragione, ma è giusto prenderla sportivamente :).
      Onore ai vincitori e rispetto per i vinti :)

      Elimina
  9. Oggi non parlo di calcio giocato, mi soffermo sui cori, sono veramente vergognosi e senza rispetto. Inoltre altro grave episodio calcistico è avvenuto in provincia di Savona, un calciatore di 14 anni è stato insultato pesantemente dalle tribune, con i soliti cori razzisti.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai fatto benissimo. Ne parlerò proprio domani di quell'episodio!
      Ciao Cav.

      Elimina
  10. La Juve è arrivata completamente scarica, principalmente dal punto di vista mentale.
    Allegri non ha manco voluto prepararla e per me ha cannato completamente le sostituzioni nella ripresa.
    Comunque i sei titolari che nella partita di coppa non erano stati impiegati hanno perso una grandissima occasioni.
    Ho visto anche la partita del Milan e per me principalmente l'ha persa Gattuso.
    Possibile che Vecino avesse tutto quello spazio libero per inserirsi alle spalle dei centrocampisti sempre e comunque?
    Vittoria meritata dei nerazzurri comunque, legittimata da un gran primo tempo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io la penso come te per il derby: il maggior responsabile è Gattuso. Vecino è stata la carta vincente: oramai il nostro allenatore dovrebbe capirlo (non è la prima volta che ci manda in difficoltà l'uomo tra le linee) e prendere le contromisure...

      Elimina
  11. La Juve ha ricambiato la plusvalenza di Sturaro. I derby spesso vengono vinti da chi parte sfavorito. Lo sai vero perché l'Inter manda via Perisic? Noi altre quattro partite e per fare un undici dobbiamo prendere i ragazzi della primavera troppi infortuni. Quando Ospina è svenuto c'è stato un boato del pubblico per richiamare l'attenzione peggio del famoso urlo the Champions.
    Sul devi morire non mi esprimo x non essere scurrile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perisic pare sia in conflitto con Icardi, giusto? Uno dei due dovrebbe sloggiare. Poi non so se ci sia dell'altro :D.
      Sul Napoli: la cessione di Hamsik è stata un po' frettolosa, la rosa era già corta al centro anche senza infortuni.
      Fare due competizioni così è un po' dura.

      Elimina
  12. È la legge del derby: mai partite favoriti. Ieri sera abbiamo meritato largamente la vittoria.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Direi di sì, anche se secondo me la legge del derby è oramai questa: il Milan perde XD.
      Non vinciamo un derby, coppa Italia esclusa, da eoni...

      Elimina
  13. Derby vergognoso, partito col solito atteggiamento pauroso, attendista e cagasotto. Per poi giocare mezz'ora finale con diciotto punte e mille cross. Farlo dall'inizio no eh?! Troppo spregiudicato... difficile cancellare questi approcci molli, che poi da Gattuso non dovresti aspettartelo... ma evidentemente la "panchina" condiziona anche le migliori intenzioni..non vedo altre spiegazioni...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gattuso si gioca la conferma, non ci piove.
      Ha fatto cose ottime, ma ci sono anche criticità.
      Leonardo valuterà con molta attenzione...
      Un conto è avere il buon Mirabelli, un conto avere un dirigente con esperienza di campo come allenatore e giocatore.

      Elimina
  14. Ho il dubbio che Allegri volesse perdere questa partita, così da non rilassarsi ad Aprile e i primi di Maggio, anche perché con 5 vittorie a metà Aprile è già scudetto matematico..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero siate rilassati (o meglio concentrati sull'Ajax) per Juventus Milan..ahahha..anche se noi ci deconcentriamo da soli :D

      Elimina
  15. Minando il mitico Pippo Franco, mortacci 'a Roma, mortacci er Milan!
    Giornata di merda, che va bene alla seconda e alla terza squadra di Milano (la Lazzie).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah, mi sa che arrivano tempi cupi per noi rossoneri e voi giallorossi.
      Ma come fate a sopportare Pallotta? Le sue dichiarazioni su Monchi mi hanno fatto venire l'orticaria.

      Elimina
    2. No, dai. Voi ce la fate sicuro. Continuo a sperare nelle scivolate dell'Inter ma se noi continuiamo a non approfittarne, arriviamo pure sotto i burini.
      Non penso esistano romanisti che sopportino Pallotta, soprattutto dopo il "fucking idiots". Pure Monchi però, "io e Pallotta avevamo punti di vista differenti"... diciamo pure che pure sei cecato! Il suo brutto lavoro si nota ancora di più con l'arrivo di Ranieri!

      Elimina
    3. Noi dobbiamo giocare in casa con la Lazio; se loro vincono da noi e vincono il recupero con l'Udinese, sono già virtualmente davanti (a pari punti vale lo scontro diretto).
      Sono molto preoccupato per Sampdoria Milan: dopo la sosta non vinciamo mai.
      Poi c'è un turno infrasettimanale e la Juventus.
      Praticamente siamo padroni del nostro destino, ma dopo il derby non sono molto fiducioso.
      E' bastato un Vecino qualsiasi a mandarci in crisi..

      Elimina
  16. non commento perchè non sono stato bene e per fortuna non l'ho vista.

    RispondiElimina

Posta un commento