Milan, una guida agli ultimi giorni di mercato

Angel Correa

Angel Correa, jolly offensivo dell'Atletico Madrid, è il giocatore su cui da tempo si sono concentrate le attenzioni di Paolo Maldini e Zvonimir Boban. Nei piani del Milan, Correa potrebbe ricoprire il ruolo di seconda punta (con Rafael Leao jolly impiegabile come prima e seconda punta) e di trequartista, alternandosi con Suso.

A fare spazio a Correa dovrebbe essere André Silva, anche se sembra arenato il giro di attaccanti sull'asse Italia-Spagna: Rodrigo del Valencia all'Atletico, Silva al suo posto, Correa al Milan. Il Valencia ha infatti per il momento interrotto le trattative con l'Atletico.

Per il Milan è fondamentale anche "liberarsi" di uno dei quattro terzini sinistri in rosa: Laxalt, Rodriguez o Strinic.

Con l'arrivo di Correa, anche Calhanoglu rischia di essere un esubero. Ecco la situazione della rosa rossonera.

Portieri: Donnarumma G., Reina, Donnarumma A.
Terzini destri: Calabria, Conti.
Terzini sinistri: Hernandez, Rodriguez, Laxalt, Strinic.
Centrali difensivi: Caldara, Duarte, Gabbia, Musacchio, Romagnoli.
Registi arretrati: Bennacer, Biglia.
Mezzali destre: Kessie, Krunic.
Mezzali sinistre: Bonaventura, Calhanoglu, Paquetà.
Trequartisti: Suso, Correa?
Prime punte: Piatek, Rafael Leao
Seconde punte: Rafael Leao, Andrè Silva, Castillejo
Jolly: Borini (impiegabile come mezzala e come seconda punta).

Ecco invece la situazione dei giocatori cedibili (detto di Andrè Silva, destinato alla cessione in Spagna).

DONNARUMMA G.: la sua cessione sarebbe un toccasana per i conti: monte ingaggio diminuito di 11.220 milioni di euro e maxi plusvalenza (fosse venduto a 55 milioni, il Milan farebbe una plusvalenza di 54.880.000 euro!, totalizzando oltre 90 milioni di plusvalenze). L'affare con il Psg è tutt'altro che impossibile, ma allo stato attuale improbabile. Il Milan infatti non ha fretta di venderlo. E il giocatore vuole rimanere a Milano.

SUSO: le possibilità di vederlo lontano da Milano sono oramai residue. Diversi club interessati, ma nessuno convinto a investire su di lui: il Milan infatti per meno di 30 milioni di euro non dà il via libera alla cessione. Nel caso (oramai improbabile) di una cessione dell'attaccante spagnolo, il Milan dovrà rimpiazzarlo con un altro trequartista (Zaracho del Racing Avellaneda?).

KESSIE: qualche sondaggio dall'Inghilterra, ma in Premier League ora il mercato è chiuso. E' destinato a rimanere in rossonero. A fronte di una bella offerta, Maldini e Boban lo avrebbero sacrificato senza esitazioni (ceduto per 30 milioni, avrebbe però portato una plusvalenza di "soli" 10,8 milioni).

CALHANOGLU: Il turco non è giocatore indispensabile e la sua partenza libererebbe i conti del Milan da 9.952‬.000 di euro tra ammortamento e cartellino. Ceduto a 20 milioni porterebbe una plusvalenza di 9,3 milioni di euro. Potrebbe riaprirsi la trattativa con il Lipsia. In caso di partenza non verrebbe sostituito. Ma Calhanoglu si trova molto bene a Milano e al Milan.

CASTILLEJO: il Milan lo cederebbe volentieri, il giocatore ha mercato in Spagna, ma vuole rimanere a Milano. Al 99,9% sarà un giocatore rossonero anche per la prossima stagione.

BIGLIA: E' il giocatore più costoso per il Milan: 6,475 milioni di ingaggio e 6,333 milioni di ammortamento. Costa 12.808.000 euro alle casse rossonere. Ma non ci sono trattative per la sua cessione.

LAXALT: l'esterno uruguaiano costa 3,145 milioni di ammortamento e 3,5 milioni di ingaggio. Diventa quindi impossibile per il Milan cederlo a Parma, Spal e Atalanta (le squadre interessate) in prestito contribuendo a parte dell'ingaggio.

RODRIGUEZ: il giocatore ha mercato, in Germania, ma è molto legato ai colori rossoneri. Incide per 7,432‬ milioni sui conti del Milan e ceduto a 15 porterebbe una bella plusvalenza di 7,9 milioni. Il Milan vorrebbe liberarsi di uno tra lui e Laxalt.

STRINIC: alla fine potrebbe essere lui il terzino sacrificato. Ma anche qui c'è il problema dell'ingaggio.

CONTI: Sky parla di richieste di Parma e Werder Brema per il prestito secco e annuale. Potrebbe essere conveniente per il Milan, da un punto di vista tecnico, per far ritrovare al terzino il ritmo partita dopo i gravi infortuni patiti in rossonero. Ma il club acquirente dovrebbe accollarsi l'ingaggio intero e c'è una quota di ammortamento cartellino che peserebbe sui conti del Milan. Quindi alla fine Conti rimarrà in rossonero, come peraltro desidera il giocatore.

GABBIA: il giovane difensore classe '99, nazionale di categoria e cresciuto nel vivaio, rimarrà fino gennaio in attesa del pieno recupero di Caldara.

Commenti

  1. Le squadre allenate da Giampaolo giocano sempre bene, ma vincono poco.
    Mi piacerebbe vedere il Milan lottare per lo scudetto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gli ultimi anni abbiamo perso e giocato da schifo.
      Almeno sul piano del gioco andrà meglio (spero) :D.
      Al Milan per lottare per lo scudetto servirebbero un grande difensore a fianco di Romagnoli, un centrocampista di altissimo livello e un attaccante da affiancare a Piatek.

      Elimina
  2. Il Milan potrebbe approfittare di non fare le coppe per tentare questo benedetta qualificazione in Champions, con un valido allenatore non è impossibile

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti conto anche io su questo vantaggio..speriamo bene. La concorrenza per il quarto posto è agguerritissima. L'Atalanta può battere anche la Juve (non vincere lo scudetto, ma batterla nella partita secca).

      Elimina

Posta un commento