Ci vuole molto coraggio


"Ci vuole molto coraggio..ci vuole molto coraggio...ad avere coraggio".

Nel post derby Milan - Inter mi suona in testa una delle mie canzoni preferite, "Ci vuole molto coraggio" degli Ex Otago con il featuring di Caparezza.

Marco Giampaolo, dopo il disastroso derby perso 2-0, deve avere molto coraggio.

In primis deve avere coraggio a lasciare fuori  i pesi morti di questo Milan: Biglia, regista scolastico e con ritmi da Derby del cuore più che da derby; l'impalpabile Calhanoglu; Suso, la cui dimensione, lontano dalla "mattonella" di gioco amata, rischia di essere una squadra del livello di Udinese o Villarreal. E soprattutto il terzino Ricardo Rodriguez, soprannominato dagli stessi tifosi rossoneri "Ritardo".

Un giocatore in declino fisico (Biglia) e altri tre che non solo non hanno fatto il salto di qualità, ma si sono "depressi" peggiorando partita dopo partita il proprio rendimento.

Al Milan serve freschezza, gamba, sfrontatezza. Quelle che può portare sulla fascia di sinistra l'arrembante terzino spagnolo Theo Hernandez e in cabina di regia Isamel Bennacer. A centrocampo Krunic come mezzala è tre volte meglio di questo impresentabile Calhanoglu. E in attacco Rebic e Leao (il migliore nel derby con Donnarumma) possono svariare sul fronte offensivo e allargarsi, aprendo spazio agli inserimenti del trequartista. Il ruolo di Paquetà, oppure di Jack Bonaventura, risorsa da non dimenticare in panchina. Poi verrà il tempo anche del pistolero, Piatek, intristito dalla sua incapacità di digerire, per ora, gli schemi di Giampaolo.

Il mondo Milan chiede questo a Giampaolo: il suo 4-3-1-2. Con gli attaccanti che svariano, si allargano, un trequartista che si inserisce, due terzini che spingono.

Altrimenti "molto coraggio" dovranno averlo Paolo Maldini e Zvone Boban, prendendo un big per la panchina che dia la scossa (Spalletti o Allegri) e salvi la loro buona campagna acquisti, mandando a casa un allenatore che, citando Brassens e De André, rischia di "Morire per delle idee" . Capendo "all'ultimo momento che l'idea giusta era un'altra".

Commenti

  1. Risposte
    1. No, il miracolo non serve: basta solo un po' più di sale in zucca. E di coraggio. Rebic, Leao, Bennacer, Hernandez, Krunic: sono risorse, non figurine. Biglia è bollito.
      Suso, Rodriguez e Calhanoglu sono oramai ex giocatori, quanto meno qui al Milan.

      Elimina
  2. Suso non mi sembrava male, ma il suo ruolo è l'ala destra, che il gioco di Giampaolo proprio non prevede..l'errore è stato non riuscire a venderlo in estate

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah e a proposito di Biglia, a sto punto come regista pari età cento volte meglio Veloso, che il Verona ha preso pure gratis...ieri ci ha fatto ammattire!

      Elimina
    2. Oddio, Veloso è stato spesso in orbita Milan..meglio non averlo mai preso!
      Suso abbiamo provato a venderlo, ma è invendibile, a meno che lo metti sul mercato a 12-15 milioni di euro :D

      Elimina
  3. Detto ciò Rafael Leao, nella foto lì dietro Giampaolo, già si gratta i gioielli per portare un po' di fortuna!

    RispondiElimina
  4. Riesci ad abbinare in modo estremamente credibile anche la musica ed il calcio.
    Non finirai mai di stupirci Riccardo :) buon inizio di settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie :), le due citazioni ci stavano davvero a pennello!

      Elimina
  5. Guarda, non me l'aspettavo, ma Giampaolo forse non è degno..

    RispondiElimina
  6. Sconfitta prevedibilissima, ma comunque qualche scelta tecnica è discutibile.
    Paquetà costantemente in panchina, l'utilizzo di Rebic con il contagocce.
    In più Cala, Biglia e Suso insieme significa consegnare il centrocampo agli avversari specie con un Inter così.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'è da dire che Paquetà e Piatek faticano a masticare il calcio di Giampaolo.
      Incomprensibile invece il non impiego di Bennacer, Rebic e Leao.
      E contestualmente l'impiego dei tre che citi.
      Poi ci sarebbe anche lo scambio urgente Rodriguez-Theo Hernandez. Ma qui l'allenatore ha avuto la scusante dell'infortunio del francese.

      Elimina
  7. Condivido tutto e in particolar modo il titolo !! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stasera mi affido a Leao e prego che Giampaolo faccia giocare Bennacer e non Biglia :D

      Elimina

Posta un commento