Dialoghi con il campionato: Juventus, prova di forza. Milan: Giampaolout

L'esultanza di Matuidi, Dybala e Cristiano Ronaldo

La Juventus vince il big match e torna prima in classifica. Conte ha riconosciuto: i bianconeri sono di un'altra categoria.
"Possiamo dirlo, ieri la Juventus ha dato una svolta stagionale. Ieri la vittoria dei bianconeri è stata netta, nettissima. Sarri è riuscito a mettere insieme la coppia Cristiano Ronaldo e Dybala, devastanti, mentre Higuain è letteralmente risorto. Basta questo per vedere la differenza tra le due squadre. La realtà è che in attacco l'Inter è nettamente inferiore alla Juventus. Il derby ha ingannato anche l'Inter: il Milan era veramente una squadra inconsistente, come ha dimostrato perdendo 3-1 con la Fiorentina e soffrendo il Genoa. Ma con Conte l'Inter può fare una grande stagione e portare a casa un secondo o un terzo posto. Il banco di prova sarà costituito dalle partite con Napoli, Atalanta, Fiorentina e Roma. Lì vedremo davvero il valore dell'Inter. Anche se in questo momento il secondo posto è più un demerito del Napoli che merito dell'Inter. Ne parleremo a breve del Napoli". 

Cosa manca all'Inter?
"In attacco Lukaku è fondamentale per il gioco di Conte e ha fatto molto bene contro il Milan, ma come detto, quest'anno il Milan ha fatto la fortuna di molti giocatori. Ma Lukaku è un'incognita, è un giocatore che in Inghilterra non ha pienamente convinto, ieri è stato il peggiore. Molto meglio Lautaro Martinez, che si esalta nei big match, tuttavia è ancora discontinuo".

Passiamo al Milan. Al 46' di Genoa-Milan i rossoneri erano in zona retrocessione. Ma è giusto l'esonero di Giampaolo?
"Assolutamente sì. Giampaolo ha fallito e con il Genoa ha schierato una formazione oserei dire provocatoria. Ci sta sostenere che il Milan non possa giocare con due attaccanti più Suso e che venga riproposto il buon Bonaventura a portare equilibrio. Ma non ci sta che giochi sempre Calhanoglu, che giochi sempre lo stesso Suso, che Leao, Paquetà e Rebic guardino la partita dalla panchina. Paquetà ha fiammate da fuoriclasse, Leao gioca con la mente libera e può inventarsi qualsiasi cosa, Rebic porta carattere e sostanza. Incredibile che il croato abbia giocato qualche minuto con Inter e Torino e che poi sia rimasto a guardare con Fiorentina e Genoa. Parliamo di un giocatore protagonista ai mondiali, arrivato secondo con la sua squadra".

Quindi come schiereresti il Milan?
"Semplice: si parte dal mettere in panchina Suso e Calhanoglu. Davanti si può anche escludere l'appannato Piatek (ma non segna perché deve giocare in un modo che soffoca il suo istinto da bomber) e puntare su Leao e Rebic, in attesa di un ritorno dell'attaccante polacco a condizioni mentali migliori. Bonaventura trequartista, a centrocampo Kessie, Bennacer e Paquetà. Un 4-3-1-2 che diventa 4-4-2 con Kessie e Bonaventura larghi sulle fasce in fase di non possesso per dare più copertura. Non dimentichiamoci un grande problema del Milan". 

Quale?
"I terzini di fascia destra. Conti e Calabria sono inadeguati. Quest'ultimo giochicchiava benino con Gattuso perché aiutato dai continui rientri di Suso. Quello di Gattuso non era un 4-3-3 ma un 4-5-1 o un 4-1-4-1. Lì do ragione a Giampaolo: il Milan ancora non può permettersi due attaccanti più Suso. Allora il 4-3-1-2/4-4-2, con Suso in panchina, garantirebbe più copertura a Calabria. Quest'ultimo ha preso due cartellini rossi in cinque partite. E per fortuna che ad attenderlo c'è il rinnovo con l'aumento di ingaggio...". 

In serie B c'è però un giovane rossonero che sta facendo molto bene..
"Si chiama Pobega, è un classe '99. Benissimo in C a Terni un anno fa,  giocatore chiave del Pordendone. E' una mezzala (a Terni però ha fatto un po' tutto, anche il terzino sinistro!), ha fisico ed è validissimo negli inserimenti. Bravo di testa. Bisogna riportarlo a Milano, la prossima estate. Questo in poco tempo porta via il posto a Kessie". 

La crisi della Genova calcistica. Come mai?
"Giampaolo è il problema del Milan, ma alla Sampdoria aveva trovato l'ambiente ideale. Aveva costruito una bella squadra (anche perché non aveva pressioni). Bisogna dargli merito. Senza Giampaolo la Sampdoria lo scorso anno avrebbe lottato per non retrocedere o forse sarebbe retrocessa. Senza Giampaolo, Quagliarella è l'ombra di se stesso. Non credo che la crisi della Samp si spieghi solo con le partenze di Andersen e Praet. Di Francesco si è trovato al posto sbagliato nel momento sbagliato. E' un tecnico validissimo, ma non ha gli uomini giusti in attacco per fare il 4-3-3, né il 3-4-1-2. In casa Genoa c'era tutto per fare bene: il campionato è ancora lungo e si riprenderà. Andreazzoli è un ottimo tecnico e ha esterni di centrocampo molto forti. Finora è stato tradito in difesa da Zapata (in ripresa nella partita con il Milan, ma finora ha fatto partite da 4) e da Romero (non all'altezza ancora della Juventus, la sua futura squadra); inoltre ha poche certezze in attacco. Pinamonti è inesperto e Kouamé ancora poco preciso. Anche a centrocampo servirebbe un elemento di qualità da affiancare a Schone e Radovanovic. Non credo sia Saponara l'uomo giusto..".

Il Verona però continua a sorprendere. Ha perso solo con Juventus e Milan, partite che meritava di pareggiare.
"Juric è un buon tecnico. Ha costruito una squadra solida con il 3-4-2-1. Segna poco, perché il centravanti, Stepinski, deve sacrificarsi. Ha buoni incursori, ma soprattutto due forti centrocampisti. Veloso non è un mostro di dinamismo, ma mette esperienza, sapienza tattica e il suo sinistro è ancora decisivo. Amrabat è una delle rivelazioni della Serie A. Giocatore dominante fisicamente: sarà uno degli uomini mercato a fine campionato".

Commenti

  1. Dovresti ricordare il mio timore sulla scelta di Bernardeschi da parte di Sarri.
    "La Bernarda" è un disastro. Non è un attaccante, non è un centrocampista, non è un difensore. Per equilibrare l'incontro la Juve doveva giocare in dieci. Una partita che i bianconeri potevano anche perdere se l'esaltato di Conte non avesse tolto Lautaro per sostituirlo con Politano, un'ala che un paio d'anni fa giocava con il Pescara. Appena ho visto il cambio mi sono alzato dalla poltrona e nel frigo ho preso una birra. L'ho bevuta tutta d'un fiato urlando: "E' fatta!"
    Conte scelleratamente schiera una difesa a tre con giocatori abituati a quella a quattro e Sarri rimpiange Chiellini infortunato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi ricordo benissimo e mi ha sorpreso la scelta di Sarri. Anche Betancur è meglio da trequartista. Mi sa che effettivamente Bernardeschi con una grande Juventus non c'azzecca nulla e mi assumo le colpe, un anno fa, di averlo elogiato come grande giocatore :D.
      Hai centrato un punto piuttosto interessante: Godin e Skriniar con la difesa a tre non mi sembrano molto sicuri. Più in difficoltà Godin.
      Politano è un buon giocatore, un po' meglio di Suso, ma non certo da squadra che lotta per la Champions league.
      Conte praticamente ha fatto un 5-3-2.
      Nella sua Juventus Lichtsteiner faceva quasi l'attaccante.

      Elimina
    2. Ahaha Gus ha scritto quello che ti dicevo in vocale!

      Elimina
    3. Esattamente, anche se tu l'avevi detto in modo più colorito :D

      Elimina
    4. Uhm...sssiii un TANTINO
      Fan club Bernardeschi ahahah

      Elimina
    5. ahahhaahah, per punizione indosserai la maglia azzurra pardon verde dell'Italia di Bernardeschi con le ciabatte griffate Puma!

      Elimina
    6. Berniiii goool 😄 Ti stimo moltiiiiissimo!

      Elimina
    7. Deve pagare un caffè al difensore greco! :D

      Elimina
  2. Ho visto la partita, poteva benissimo finire anche 3-1 per la Juve o 2-2, comunque è vero, la scelta della panchina della Juve fa paura.. Sarri deve capire che deve giocare Ramsey, punto.

    RispondiElimina
  3. Giampollo ®

    😂🤣😂🤣😂🤣

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahh Giampollo sta per liberare la nostra panchina: siamo liberi :D

      Elimina
    2. Io ormai lo vedo solo con quella faccia imbronciata col corpo la pollo spennacchiato!

      Ma invece che Spalletti che costerà una tombola non conveniva prendere uno che costa meno e fa la stessa cosa?

      Nedo Sonetti, IL traghettatore...dove sei! Io lo nomino sempre, mi fa morire! 😄😄

      Elimina
    3. Naa..Spalletti penso sia per aprire un nuovo ciclo, pardon per stare sulla panchina un altro annetto e poi farsi esonerare :D

      Elimina
    4. Farsi fare un altro contratto pluriennale!

      Elimina
    5. ahahh, pare un biennale modesto :D

      Elimina
  4. Non seguo il calcio, lo sai, ma il declino del milan è davvero terribile.
    Dici che Spalletti potrebbe risollevare le sorti della squadra?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Intanto con Spalletti passiamo dalla parte destra alla sinistra della classifica: con Giampaolo non ci saremmo mai riusciti :D

      Elimina
  5. Risposte
    1. Siamo stati sodali di disgrazia sportiva (il suddetto Inzaghi in panchina), però adesso è primo in B con il Benevento :D

      Elimina
  6. Quest'anno è tutto un contro senso, tante le cose "strane", e siamo solo all'inizio..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bello bello, non vedo l'ora di vedere Milan Udinese sfida salvezza con lo stadio che tifa Udinese :D

      Elimina
  7. Concordo sul demerito del Napoli riguardo il secondo posto dell'Inter, come il terzo dello scorso anno lo è stato per demerito di Atalanta e Roma.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il Napoli non lo vedo benissimo. Potrei sbagliarmi :D

      Elimina

Posta un commento