Fattore Simone Inzaghi


Più di Gasperini dell'Atalanta, Simone Inzaghi è il tecnico del momento in Serie A. La Lazio infatti ha battuto due volte la Juventus, in questa stagione (una in Supercoppa Italiana) ed è ora la diretta inseguitrice dei bianconeri (a un punto di distacco), dopo aver vinto lo scontro diretto con l'Inter di Antonio Conte, apparso in difficoltà (e questa volta le scuse sull'organico corto non resistono più). I progressi della squadra capitolina, 18 punti in più rispetto alla scorsa stagione, si spiegano soprattutto con i meriti dell'allenatore, visto che dal mercato, in sostanza, è arrivato solo l'esterno destro Lazzari.

ACERBI IL MURO DIFENSIVO. Al Milan Acerbi era ancora un ragazzo acerbo, dalla grande fisicità, ma distratto e impreciso, complice anche una vita non da atleta. La malattia, il percorso per uscirne, il ritorno in Provincia (Sassuolo) lo hanno trasformato in un uomo. Alla Lazio, sotto la cura Inzaghi, è diventato progressivamente il miglior difensore italiano. Acerbi ha un fisicità pazzesca, domina nel tackle, legge bene le situazioni di gioco, sa impostare, è un punto di riferimento per i compagni. Merita assolutamente il posto da titolare in nazionale.

UN CENTROCAMPO DA BIG. Inzaghi ha trasformato il trequartista Luis Alberto nel miglior centrocampista del campionato. Giocatore dalla grande creatività, assistman (11 in questo campionato), finalmente ha trovato la giusta continuità. Anche Milinkovic-Savic, lo scorso anno il lontano parente del grande centrocampista che è, è tornato il "tuttocampista" che ha attirato le attenzioni delle big d'Europa. I suoi inserimenti hanno devastato l'Inter e costretto Conte a spostare Skriniar dall'altra parte. Ma non possiamo non menzionare Lucas Leiva. Prima di andare alla Lazio, era nel mirino di Inter e Milan. I tifosi rossoneri alla notizia del suo possibile arrivo commentarono: "E' peggio di Montolivo". Inzaghi ha trasformato Leiva nell'architrave della squadra, un giocatore di grande sostanza e corsa, imprescindibile sia in copertura che in impostazione. D'altro canto già Biglia era stato su alti livelli di rendimento con Inzaghi, prima di sprofondare al Milan. E Lazzari, dopo un periodo di assestamento, è cresciuto in maniera esponenziale: come esterno di centrocampo è il migliore del campionato italiano. Una bella favola per il ragazzo originario di Valdagno (Veneto) che con la Spal ha fatto la scalata dalla Serie C2 alla Serie A.

LE PROSPETTIVE DELLA LAZIO. La Lazio può vincere lo scudetto? Credo che la Juventus sia ancora la favorita numero 1, anche se gli scontri diretti stagionali possono instillare più di un dubbio. Ma anche un terzo posto finale non toglierebbe meriti a Inzaghi. La rosa della Lazio è ristretta e questo potrebbe pesare nella corsa al titolo. Arrivare davanti alla grande Atalanta di Gasperini, alla Roma e al Napoli, costituisce però già un traguardo importante, ricordando anche le tabelle di inizio stagione. Nella corsa al primo posto, determinante sarà la sfida del prossimo turno a Genova: una mancata vittoria contro il Genoa di Nicola, in grande ripresa, soffocherebbe i sogni scudetto. Sarà quella la prova maturità per la Lazio di Simone Inzaghi.

FUTURO ALLA JUVENTUS? Per tradizione, la Juventus ha sempre avuto grandi tecnici italiani e soprattutto ha fondato le sue vittorie su una grande difesa. La Lazio è la miglior difesa del campionato, nonostante giocatori di non altissimo livello. Inzaghi la scorsa estate ha rifiutato le avance del Milan. Si immaginava già di lottare per lo scudetto? Probabilmente, in cuor suo, preferiva giocarsi con la Lazio le possibilità di approdare alla Juventus. Volenti o nolenti, il passo fondamentale per entrare nel gotha degli allenatori italiani.

Commenti

  1. La Lazio potrebbe conquistare lo scudetto perché la Juve è impegnata nella Champions.
    E' forte in tutti i reparti e attacca a pieno organico.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Domenica vedremo: la Lazio ha una partita molto ostica.

      Elimina
    2. Ecco magari domenica prossima anche se non vincesse…. Poi le auguro di vincere tutte quelle che restano...

      Elimina
    3. ahahah Dani, dai che vi salvate :), va giù il Torino se continua così :D

      Elimina
  2. Concordo con Gus. La Lazio è libera da impegni, Inter e Juve hanno ancora Coppa Italia e le coppe europee..dipende poi quanto andranno avanti in Europa! E ripeto sempre che alla Lazio non si è "rotto" mai nessuno dell'ossatura chiave, già domenica senza Lulic si è visto che il sostituto non è all'altezza

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che poi Lulic - a parte la super partita in Supercoppa - non mi sembra un grande punto di forza :D

      Elimina
  3. Beh sì, gran parte del merito va alla lui, ma anche alla società, che non ha venduto nessuno e poi un po' di fortuna, parecchia. Comunque mai cantare vittoria prima del tempo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh io sono stra convinto che lo scudetto lo vinca la Juventus, ma anche con il terzo posto, Inzaghi sarebbe per me il migliore allenatore della serie A 2019-20, senza dubbio.

      Elimina

Posta un commento