Il pagellone del mercato invernale: Eriksen dell'Inter il colpo. Per molte big mercato di attesa

Eriksen, il colpo di mercato dell'Inter

JUVENTUS 6: ha investito su Kulusevski, giovane talento dell'Atalanta in prestito al Parma, che arriverà a giugno. Nessun acquisto per l'immediato: ha solamente ceduto Emre Can, in rotta con Sarri, e Pjaca. Sfumato lo scambio De Sciglio-Kurzawa con il Psg.
PROSPETTIVE FUTURE: ha lavorato per snellire i conti in vista del mercato di giugno, quando saranno fatti pochi acquisti, ma tutti di grande spessore. In primis sarà acquistato un grande centrocampista: Pogba?

INTER 7.5: il colpo del mercato di gennaio lo ha firmato la società neroazzurra, ingaggiando il danese Eriksen dal Tottenham. Venti milioni per un giocatore in scadenza: non pochi. Sulle fasce arrivano gli esperti Young e Moses, quest'ultimo già allenato da Conte al Chelsea. Ma c'è un neo: il mancato acquisto di un vice Lukaku.
PROSPETTIVE FUTURE: a giugno Marotta potrà lavorare su una base ben definita, ingaggiando un centrocampista fisico di inserimento, un centravanti e un difensore. In più ci sarà Mertens: l'attaccante lascerà Napoli a parametro zero e prenderà il posto di Sanchez, che tornerà al Manchester United.

MILAN 6.5: lo svincolato Ibra ha dato la scossa all'ambiente e alla squadra anche dal punto di vista tattico. I veri colpi del mercato sono stati finora Castillejo e Rebic. Stuzzicante il colpo Saelemaekers. Maldini e Boban sono stati bravi a rivoluzionare l'organico tagliando diversi costosi rami secchi.
PROSPETTIVE FUTURE: il nodo è ora il futuro di Donnarumma. Se non dovesse rinnovare, il Milan sarebbe costretto a metterlo sul mercato. Il portiere si è rivalutato, ma rischia di avere prezzi troppo alti per le squadre interessate. Ergo, il Milan rischia di dover incassare molto meno del preventivato. A giugno proseguirà la rivoluzione. Serviranno un difensore centrale e un centrocampista titolare; ma anche alcune riserve (un terzino sinistro, un esterno sinistro e un vice Ibra).

NAPOLI 7: unico neo il mancato arrivo di un terzino sinistro. A Gattuso serviva un attaccante destro di piede sinistro (Politano) e un mediano metodista (ne sono arrivati due: Demme e Lobotka). Rosa altamente competitiva, la migliore delle squadre che lottano per l'Europa League. Per giugno ingaggiati l'attaccante Petagna dalla Spal e il difensore Rrahmani dal Verona.
PROSPETTIVE FUTURE: Gattuso sente possibilità di conferma, dopo la vittoria con la Juventus. A giugno andranno via Mertens e Callejon a parametro zero, probabilmente i big Allan e Koulibaly. Ma la squadra ha già ritrovato una sua ossatura base.

ROMA 6: ha preso l'attaccante esterno Perez del Barcellona e un altro spagnolo, il giovane centrocampista Villar. Via Florenzi: la bandiera giallorossa lascia Roma in prestito secco, per accasarsi al Valencia.
PROSPETTIVE FUTURE: un cambio di proprietà è alle porte. A giugno i tifosi giallorossi potranno sognare una campagna acquisti di altissimo livello. Obiettivi un vice Dzeko, un trequartista di fascia sinistra, un centrocampista, un terzino destro e un difensore centrale. Più la conferma di Smalling.

LAZIO 5.5: in lotta ancora matematicamente per lo scudetto, non ha fatto acquisti. Un attaccante in più sarebbe servito..L'unico acquisto è stato quello del centrocampista argentino Escalante, a parametro zero, per il mese di giugno.
PROSPETTIVE FUTURE: a giugno Lotito resisterà agli "assalti" dei top club di Europa per Luis Alberto e Milinkovic-Savic? Senza contare che anche Simone Inzaghi potrebbe ritenere chiuso il suo ciclo a Roma.

Le altre

ATALANTA 6.5: aveva bisogno di un centrocampista in più e lo ha ingaggiato, Tameze del Nizza. In prospettiva futura ha ingaggiato due esterni: il 2000 Bellanova, ex Milan e Bordeaux, e Czyborra. L'acquisto di Caldara è stato molto conveniente dal punto di vista economico.

BOLOGNA 6.5: l'argentino Dominguez per il centrocampo e l'ex Atalanta Barrow per rinforzare l'attacco. Colpi importanti per garantire a Mihajlovic una seconda parte di stagione lontana dagli affanni della zona retrocessione.

BRESCIA 4.5: difficile salvarsi dopo una campagna acquisti di gennaio ripescando il "vecchio" Bjarnason e "l'oggetto misterioso" Skrabb.

CAGLIARI 6.5: prosegue nelle sue campagne acquisti di livello ingaggiando l'uruguaiano Pereiro dal Psv, giocatore che può operare come vice Nainggolan o vice Joao Pedro nel terzetto dei trequartisti. Paloschi utile per il passaggio al 4-3-1-2 quando la squadra è in svantaggio.

FIORENTINA 7: ha seminato per giugno con la rivelazione Amrabat del Verona e con Kouamé del Genoa (attualmente infortunato). Duncan efficace puntello per il centrocampo, in attacco c'è Cutrone. La scommessa Igor, ex Spal, come vice Caceres e vice Dalbert. 

GENOA 6: il solito mercato "pantagruelico" dal punto di vista della quantità. Ma difficile sperare nella resurrezione di Destro. Bene invece il ritorno di Iago Falque e l'ex Lille Soumaoro per la difesa. Non mi convince, tra i pali, la perdita di Radu per dare fiducia a Perin.

LECCE 6: bene il colpo Barak, mezzala dell'Udinese perfetta per il gioco del Lecce, e Saponara, ideale vice Mancosu. Dietro sarebbe servito qualcosa di più. 

PARMA 6.5: Radu ottimo sostituto tra i pali dell'infortunato Sepe, Kurtic, Regini e Caprari. Pochi ritocchi, ma tutti funzionali al gioco di D'Aversa. Può lottare per l'Europa League anche senza Inglese, ma la partenza di Gervinho può essere pesante.

SAMPDORIA 5: ha puntellato la difesa con Tonelli (più la scommessa giapponese Yoshida), ma non ha preso un attaccante, che sarebbe servito come il pane.

SASSUOLO 6: è destinato a una seconda parte di stagione tranquilla, tra l'Europa League e la zona retrocessione. Non servivano grandi innesti. Ha puntellato la difesa (spesso in difficoltà numerica) con il ritorno di Magnani dal Brescia.

SPAL 5.5: aveva bisogno di un attaccante da affiancare a Petagna, ha preso invece il suo alter-ego, un Cerri peraltro in netta involuzione. Kurtic è stato sostituito da Castro. Bene il colpo Bonifazi. Per salvarsi sarebbe però servito altro.

TORINO 5: ha sfoltito la rosa, ma per lottare per l'Europa League sarebbe servito qualche aggiustamento.

UDINESE 6: il ritorno di Zeegelaar come vice Sema sulla sinistra e rosa sfoltita. In carrozza verso la salvezza.

VERONA 6.5. Borini del Milan ottimo jolly per l'attacco, il giovane Demarco dall'Inter come vice Lazovic sulla sinistra. Eysseric della Fiorentina al posto di Bessa: movimento che non sposta gli equilibri. 

Commento finale

L'Inter si è rinforzata, la Lazio no. Riusciranno a tenere testa alla Juventus di Cristiano Ronaldo? Roma e Atalanta a completare il treno delle prime. In chiave Europa League, il Napoli ha l'organico migliore e il Milan gode dell'effetto Ibra. La lotta per sesto e settimo posto è piuttosto viva: Cagliari, Parma e Verona hanno tutte le carte in regola per firmare l'impresa, da non tralasciare la Fiorentina. Invece Bologna, Torino, Udinese e Sassuolo le vedo indietro. Però si salveranno agevolmente. Tra le cinque in lotta per la salvezza si sono rinforzate Genoa e Lecce; Brescia, Sampdoria e Spal dovranno veramente gettare il cuore oltre l'ostacolo. 

Commenti

  1. Difficile indovinare se una squadra si è effettivamente rinforzata.
    Solo il campionato potrà darci risposte precise.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il Lecce, devo dire, ha fatto un bel balzo verso la salvezza.
      Si giocherà il terzultimo posto con Genoa e Samp.
      Brescia e Spal oramai spacciate.

      Elimina
  2. Ha ragione dunque un mio amico a ri-gioire per la sua Fiorentina.
    Milan... Donnarumma lascia davvero, stavolta? :D

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stavolta è vicino a dire addio: se entro giugno non dovesse rinnovare, allora sì, si aprirebbero le porte del mercato.

      Elimina
  3. Io sono soddisfatto, avrei voluto che qualcuno arrivasse, ma la scelta della dirigenza la condivido, e comunque meglio a Giugno fare certi acquisti ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti...alla fine ha ragione Gus quando dice che a gennaio non si fanno gli acquisti che fanno svoltare la stagione.

      Elimina
  4. A prescindere dal suo valore di mercato, tu preferiresti che Gigio restasse al Milan o che andasse via?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il cuore dice: "deve restare".
      La parte razionale tecnica idem.
      La parte razionale contabile dice "deve andare via e portare al Milan una bella plusvalenza".

      Elimina
  5. La Lazio aveva bisogno di qualche rinforzo in più. Lo ripeto sempre, ha quei 3-4 giocatori che stanno girando a mille (Immobile, Luis Alberto, Milinkovic-Savic...), però quando dovessero mancare? La Juve si è liberata di qualche spina tipo Mandzukic e Emre Can, vedremo quest'estate cosa succederà!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vediamo la Lazio nelle prossime due partite, compreso il recupero di mercoledì con il Verona. E' il vero "Crash-test".

      Elimina
  6. Eriksen è un gran colpo, ma vedremo se saprà ambientarsi subito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un gran colpo, ma non un "colpissimo" secondo me.
      Poi magari avrà l'impatto che ha avuto Lukaku...

      Elimina
  7. Mi piace Gattuso in panchina al Napoli e sinceramente spero che ci resti a lungo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vediamo stasera: se il Napoli dovesse vincere, farebbe un bel salto verso il sesto posto, quello valevole per l'Europa League

      Elimina
  8. Secondo me sei stato pure troppo buono col mercato della Roma...
    Meglio per Florenzi, sia per lui che per la Roma (non mi ha mai fatto impazzire come gioco ma lo rispetto come giocatore).
    Speriamo che 'sto Perez sia migliore di Peres. Sinceramente non lo conosco e il debutto col Sassuolo è poco per giudicare. Idem per Villar.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Però qualcosa la Roma ha fatto: Perez dà comunque un'alternativa in più all'allenatore e non dovrebbe essere un giocatore scarso, anzi..

      Elimina
    2. Speriamo bene. Ammetto la mia totale ignoranza.
      Comunque sto rosicando per Eriksen, a prescindere se inciderà. Ho gufato fino all'ultimo e un romanista mi fa male nella squadra più antipatica della serie A!

      Elimina
    3. Eriksen non è partito benissimo, spero non si riscatti nel derby..ahah!

      Elimina

Posta un commento