Chiacchierando di maglie da calcio con l'ex portiere Luca Mondini


Torniamo a fare due chiacchiere con Luca Mondini, ex portiere del Vicenza dei miracoli di metà anni '90.

Mondini ai tempi del Como (1993)

Oggi con Luca parleremo di maglie da calcio...perché oltre a essere stato portiere, oggi preparatore dei portieri, Mondini è anche un collezionista, con più di 500 maglie!

Luca, raccontaci: come sei diventato collezionista?
"Merito del paraguaiano Chilavert (portiere famoso anche perché specializzato nel calciare punizioni e rigori, ha disputato due mondiali con la maglia della usa nazionale, n.d.r.). Quando giocavo a Vicenza, ho conosciuto un personaggio brasiliano. Chilavert aveva una figlia di 17 anni, l'aveva avuta da giovane, lei studiava in Italia ed era fidanzata con un ragazzo di Vicenza. Sono riuscito a incontrare Chilavert. Gli ho dato la mia maglia giallo-nera del Vicenza e lui ha ricambiato con la storica maglia nera con il bulldog disegnato, maglia firmata. Da quel momento si è accesa la passione per la raccolta delle maglie!".

La maglia con il bulldog di Chilavert

A proposito della maglia del Vicenza, quelle due divise che indossavi nel 1996-97 erano particolari...
"L'idea di quelle due divise è mia, mi piaceva infatti il rugby e così ho pensato a questa maglia con le strisce orizzontali. La Biemme di Vicenza, nostro sponsor tecnico, era specializzata in materiale tecnico, ma soprattutto abbigliamento per ciclisti".






Un'altra maglia simbolo che indossavi a Vicenza, nel 1995-96, era la divisa nera della Uhlsport che pensa, finì anche nel videogioco Fifa 97 (erano maglie che usavano tutti i portieri Uhlsport, non solo il buon Luca, n.d.r.).
"Sì, stupenda, anche perché le bande biancorosse richiamavano i colori sociali del Vicenza. Purtroppo non ho tenuto un esemplare di quella maglia, una volta ne avevi in dotazione un paio all'anno (un paio della stessa divisa; i portieri infatti avevano un loro sponsor personale, in genere Uhlsport o Reusch, che inviava loro il materiale. Poi dal 1996-97 erano gli sponsor tecnici a fornire le divise direttamente alla squadra, n.d.r.). La ricordo bene perché una mia foto finì su una cartolina pubblicitaria che l'Uhlsport distribuiva nei negozi".

La cartolina della Uhlsport

A Treviso nel 1997-98 indossavi le divise della Lotto, tra le più belle. Anche quelle dei portieri del Milan.
"Ti svelo una cosa. Le due maglie preparate esclusivamente per il Milan (vedi foto sotto, n.d.r.), nere con le bordature rosse, non erano in dotazione alle altre squadre Lotto. Le comprai io allora. Mia moglie camuffò gli sponsor del Milan. Sembrava una giacca a vento con le toppe".







Stai continuando a fare collezione di maglie?
"In realtà mi sono calmato, tengo le maglie dei portieri che alleno, ma non è più come una volta: le persone venivano a casa mia a fare gli scambi. Ma devo dire, oggi le maglie da portiere sono troppe anonime, monocolore, non mi piacciono".





Una curiosità finale: Mondini e Benji Price-Genzo Wakabayashi, il portiere protagonista del cartone animato-manga Capitan Tsubasa, hanno indossato la stessa maglia dell'Uhlsport.



Si ringrazia Luca Mondini per la disponibilità e per la concessione delle foto dalla sua collezione.

Commenti

  1. Risposte
    1. Grandissimo davvero, non mi aspettavo questa sua passione per le maglie da portiere. Così ho diviso in due l'intervista :)

      Elimina
  2. Davvero un grande collezionista e mi pare anche una bella persona.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' di una gentilezza incredibile, da subito è stato come parlare con un amico :)

      Elimina
  3. Grande Luca!
    Poi tra l'altro scopro che Chilavert è un giocatore: era il nickname di qualcuno su qualche forum, pensavo fosse un Pokémon! XD
    Figo l'aneddoto sulla maglia camuffata per farla sembrare una giacca a vento. Figa anche la questione di Benji.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah davvero? Era un esperto di calcio, Chilavert è stato un personaggio iconico!

      Elimina
    2. Non ricordo però chi fosse l'utente...!

      Moz-

      Elimina
    3. Chilavert comunque era il portiere che segnava gol, battendo rigori e punizioni!

      Elimina
  4. Che bello. Non credevo che anche tra i collezionisti di maglie esistessero gli scambi, come facevamo con le figurine.
    Comunque la maglia col bulldog è originale. Se gliene avanza una, la prendo io.... ;)
    (Tranquillo Riky, te la mando per il tuo imminente compleanno...). :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In genere i calciatori si scambiano le maglie a fine partita, ma molti poi le regalano in giro (alimentando il mercato delle maglie :D). Altri invece le tengono. Altri come Luca sono collezionisti.
      Ahah, con le maglie da portiere ho esagerato: aspetterò il 2020 per comprare qualcos'altro XD

      Elimina
    2. Luca diceva che una volta lo raggiungevano a casa per gli scambi.
      Noi, invece, le figurine le scambiavamo direttamente a scuola. ;)

      Elimina
    3. Vero, pensando bene a quella frase...
      io avrei fatto tipo cagnolino con la lingua di fuori XD tra la casa di Mondini tappezzata di maglie e gli scatoloni di Aldegani, ahahah!

      Elimina
  5. Caspita, avere in casa più di 500 maglie non dev'essere uno scherzo :D
    Complimenti a Luca per la splendida collezione e a te per la bella ed interessante intervista.
    Buona serata :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giusto, devo chiedergli dove le tiene.
      Le mie oltre 90 maglie stanno in un grande armadio (ma non sono sole), poi in un altro armadio in un'altra stanza tengo le circa 25 delle squadre dilettanti. In quell'armadio, in teoria, ce ne stanno almeno 200. Nel primo invece - buttando via i vestiti XD - ce ne starebbero penso duecento.

      Elimina

Posta un commento