#Juke Box: La dura legge del gol



La dura legge del gol, canzone degli 883 pubblicata nel 1997, è una metafora della vita: non conta sempre vincere e fare gol, ma dare spettacolo con il gioco di squadra e divertirsi, per uscire dal campo senza rimpianti. Nella vita bisogna sapere incassare i gol e anche le decisioni avverse dell'arbitro, senza arrendersi mai.

La dura legge del gol per me è più di una canzone: è un inno.

Ascoltando quattro minuti abbondanti di canzone, aldilà del suo lodevole significato metaforico, rivedo la mia vita di quegli anni: le partitelle con gli amici con il pallone di cuoio e quelle "indoor" con le palline di carta; le partite viste in televisione in compagnia degli amici, al bar o a casa; i tornei di calcetto in parrocchia; Pc Calcio, Fifa e tutti gli altri videogiochi calcistici e le tante sessioni di gioco, in solitaria o in condivisione; le bellissime e coloratissime maglie da calcio di metà anni '90; le parate di Abbiati, i tackle di Maldini, gli scatti di Weah, le brucianti conclusioni di Shevchenko. Ma anche il mio 'micromondo' di eroi calcistici: Schmeichel, Given, Roa, Valeron, Beckham, Giggs, Sherwood, Overmars, Litmanen, Benarbia, Micoud, Wiltord, Laslandes, tanto per citare qualche nome.

La dura legge del gol ricorda anche la mia squadra: Alby, Francy, Josh, Filo, Kalu, Jack.

E pazienza se tanti "con il sorriso dopo l'uso ci hanno buttato".

Il pallone continuerà a rotolare.

In tutti i sensi.




Commenti

  1. Lentamente Cisco e all'improvviso dice:
    "Voi non capite un cazzo, è un po'
    Come nel calcio"
    E' la dura legge del gol
    Fai un gran bel gioco però
    Se non hai difesa gli altri segnano
    E poi vincono
    Loro stanno chiusi ma
    Alla prima opportunità
    Salgon subito e la buttan dentro a noi
    La buttan dentro a noi.
    Da queste foto io non lo direi
    Che di tutta 'sta gente solo noi
    Siam rimasti uniti, senza fotterci mai.
    Sull'amicizia e sulla lealtà
    Ci abbiam puntato pure l'anima…….

    Riky, si può anche vincere e restare amici e onesti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giusta osservazione Gus. La vera vittoria è rimanere amici e onesti :)

      Elimina
  2. Io ho pure il CD, l'ho ritrovato :D E' veramente da collezione, con il CD fatto a pallone, le figurine e le palline.. concorso, la canzone è veramente un pezzo bellissimo degli 883!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mia sorella me lo ha lasciato a casa (Suo marito odia gli 883 ahhahaah), è un cimelio! Ci sono anche le "moviole" di Silva!

      Elimina
    2. Ho sempre pensato che quell'album rappresentasse molto per te... La metafora calcistica, il packaging con la pallina, le figurine, il cd-pallone... Io sono decisamente più legata a quello precedente, "La donna, il sogno e il grande incubo" dove una tematica simile si coglie ne "Gli anni". E' indubbiamente quello uno dei cd simbolo della mia adolescenza. ^_^

      Elimina
    3. "Adolescenzialmente" parlando è così :D, anche se "La donna, il sogno e il grande incubo" resta il n.1 anche per me.
      C'erano anche Paola e Chiara, ricorda :D

      Elimina
  3. Perché in fondo lo squadrone siamo noi.
    Frase che dice tutto.
    Qua forse siamo alla nostalgia accesa di Max, sempre un po' depre, ma ci sta :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahhaah, mi fai ricordare una cosa:
      all'epoca di questo disco era un marchio d'infamia, dalle mie parti, ascoltare gli 883 XD

      Elimina
  4. E' proprio una bella canzone, a volte la canticchio ancora :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io adoro tutto il disco, questa è la canzone più bella, ma amo tantissimo anche "Un giorno così" e "Non mi arrendo".

      Elimina
  5. Ti seguo solo da ora (e non per elemosinare i vari "segui x o y"), ma questo post in quanto essere umano nato del 1984, mi ha attirato come una partita tra Boca e River e una birra fresca da bere nel mentre ;-)

    Come te mi fa rivivere quello che era il 1996/1997. Di come la mia Udinese ai tempi era una signora squadra capace a dar fastidio alle più grandi (per essere riduttivi e umili con le parole). Ma anche quello che era il mio primo approccio al mondo del calcio. Notoriamente sono nato e cresciuto con la palla da basket in mano in un paesino di provincia dove appunto o giochi a calcio o giochi a calcio, per dirla come Paolo Bitta.

    Però i ricordi... quando Ganz varcò senza preavviso la porta della scuola alle medie (ero su a Tolmezzo, in quanto friulano io e friulano pure lui). Gargo che per qualche strana ragione -flirt- era a fare il bancomat fuori casa mia e io che non l'avevo riconosciuto subito, se non per l'enfasi in stile "Rolando" di un mio amico in piazza: "Ragazzi...non ci potete credere! Gargo è entrato con la Jeep nella casa di fronte la mia".

    I primi approcci con i videogiochi, la "malattia" per quelli manageriali e poi, vista l'influenza del mio migliore amico, la passione anche nei dettagli nel calcio giocato a 360°.


    Ora sono ritornato alle origini, come il 12enne che guardava Ganz ma non era corso da lui per l'autografo come quell'onda anomala di studenti presenti.
    Causa un campionato che mi ha portato troppo rancore e rabbia in entrambi i lati delle classifiche ho preferito mettere tutto l'interesse metaforico in una scatola, portarlo in soffitta e riprendere quello che è veramente il mio primo amore (il basket).
    Ma non dimentico le partite fatte al campetto del paese con gli amici. Dove per quanto scarso ero, la mia tenacia e determinazione nel mettermi alla prova riusciva ad essere il più delle volte una scommessa vinta all'insaputa di tutti quelli che non mi sceglievano.

    Che dire...solo un grande "grazie" per i ricordi che mi hai fatto rivivere :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuto Miro :) (Cech, portiere tra i miei idoli) e grazie per il tuo bellissimo commento.
      Hai citato un anno d'oro: 1996-97. Quell'anno il mio Milan fece schifo, ma amai quel campionato, quelle squadre, quelle maglie.
      Ecco, tra le maglie non quelle della tua Udinese. Ma grande squadra, con Bierhoff, Amoroso, Helveg, Turci, Locatelli, giocatori che stimavo molto (sono contentissimo che Turci sia finito al Milan come preparatore dei portieri).
      Hai citato anche i videogiochi: beh, tra il 1996-97 e il 1997-98 e il 1998-99...Fifa '97, Fifa '98, Pc Calcio 5.0, Pc Calcio 6.0 e Pc Calcio 7.0..cosa dire di più?
      La mia sfida sarà..
      farti riappassionare al calcio!
      Partendo dai ricordi, certo.
      Il calcio di oggi piace di meno per molti aspetti.
      Ma non è tutto da buttare via.
      Ci sarà sempre qualcosa che ci farà emozionare.

      Elimina
    2. Eccomi, uscito poco fa dal pub del mio migliore amico -Lui sempre in curva con l'Udinese quando può- e mentre aspetto la mia compagna che ritorna dalla pizza con le colleghe leggo in macchina un libro dove tra le tante cose tratta anche il tema delle tifoserie (il libro si chiama "Irregolari", di Mauro Bonvicini).

      Ti dirò, riappassiomare, conoscendomi, è una parola grossa. Non lo nego: Al mattino mentre bevo il caffè presto molta attenzione alla rubrica "sport" dei "miei" bianconeri, così come ai ricordi legati alla squadra e a quei giocatori a cui sono tanto legato ma che non hanno avuto il successo che meritavano -Caballero, Nomvethe...per dirne due-.

      La passione c'e sempre, solo a piccole dosi 😊 e visto i tanti interessi che mi porto dietro a mio dire è la dose giusta 😉 Sono pur sempre una persona che dal nulla tira fuori chicche come il brasiliano Diego Tardelli, l'uruguaiano Abreu o i numeri di Oscar Cordoba in maglia Perugia fuori dalla sua porta. 😉

      Alla fine è una passione "pronta all'uso", che tiro fuori quando mi ritrovo in una compagnia di amici che parlano solo di calcio. E credimi...uno come me non riesce a stare zitto per poco tempo 😂 Anche perché se inizio non la fermo più, come con football manager. Per quello mi do una regolata 😂

      Elimina
    3. Nomvethe, Caballero...e Fredholm? :D E l'altro svedese di cui non ricordo il nome..A Udine di meteore ne avete viste tante.
      Belle anche le altre citazioni: il "loco" abreu, il grande Cordoba, che come Mondragon mi piaceva molto come portiere!
      Comunque bene così, anche come passione pronta all'uso <3

      Elimina
    4. Oscar Cordoba!!! ♥️ Anche Mondragon mi piaceva molto😃😃 ciao Ricky, buona domenica!

      Elimina
    5. grande Dave! Abbiamo raccolto tre estimatori di Cordoba in una pagina web :D

      Elimina
    6. poi Cordoba ho avuto il piacere di averlo in "casa"!😃

      Elimina
    7. @Dave13 sei ovunque prima o poi ti troverò pure sul mio blog! 😋 A parte gli scherzi...Ipotizzo per il fatto di "averlo in casa" che sei di Perugia. Ecco, altra squadra che mi ha spinto a seguire il calcio era proprio il Perugia di Gaucci e i suoi acquisti fuori dal comune -simili ai miei quando facevo le squadre su iss pro evolution sfidando gli amici-. Da Nakata a Ma Mingyu per esempio, senza citare tutti gli altri perché, effettivamente, ci vuole un capitolo a parte! (Vryzas!! E Obodo, ora residente dalle mie parti e ha un negozio di non so che cosa)

      Ti dirò, @Riccardo, non so per quale ragione (che va oltre il classico football manager dove allenavo in qualsiasi nazione vincendo "tituli su tituli") ma...il campionato sudamericano mi ha sempre interessato, rispetto a quello italiano che col tempo trovavo ripetitivo causa una squadra che tutt'ora solo a nominarla mi fa venire l'orticaria....

      Il Boca di Riquelme e Martin Palermo (e del nostro Cordoba già citato, per esempio) in Argentina, o mi ha sempre mandato in tilt vedere Castroman giocare in Brasile se non erro -con l'associazione che facevo, di due nazioni rivali quali Brasile e Argentina- ma ora ho un dubbio e non so se era effetivamente lui...e via dicendo!

      Comunque si, a Udine abbiamo avuto tante meteore. Goitrom e Ranegie intendi? o anni prima?
      Di Ranegie ricordo come, io e il mio migliore amico appunto, da troll quali eravamo nel 2013 ci guardavamo e ripetevamo "no nuts", per un fatto di cronaca dove in quanto allergico alle noccioline gli avevano portato da mangiare qualcosa contenente quell'alimento...

      ...non eravamo cattivi, ma ci faceva ridere come suonava "No nuts" 😂

      Elimina
    8. @Miro: Ahahah vengo fuori dalle fo***te pareti, come gli alien!!
      Si, sono di Perugia...calcisticamente in effetti ne abbiamo viste delle belle:
      Ma Ming Yu è sempre stato un fantasma, forse è andato in panchina una volta!
      E Saadi Gheddafi?? 😂
      Ahn Jung Hwan a cui fu rescisso il contratto perché aveva segnato il golden gol contro l'Italia!

      E l'indimenticabile StadioRenatoCuri Fighter? Voglio vedere senza dirti i lottatori se ricordi chi erano...

      Round...1...Fight!
      "Complimenti, lei è un arbitro internazionale...il giocatore èèè in ospedale eee ha la frattura e lei...lei non ha fatto niente!" 🔥🔥🔥
      "Gaucci, siamo di serie A!" 🌟
      "Vai affanc**o te e tuo fratello!" 🌟🌟🔥🔥

      "Lasciali stà Luciano....ta' 'sti chiacchieroni"

      Round...2...Fight!
      "Lasciatemi! Devo dirgliene quattro! Zozzone, venduto, figliodimig***ta! Ti sei comprato la partita!" 🌟🌟🌟🌟🔥🔥🔥🔥
      PERFECT

      Elimina
    9. Saadi Gheddafi l'abbiamo avuto anche noi a Udine (Assieme a Cosmi e Obodo). No comment, stava per segnare in coppa Italia gli ultimi minuti conto una scomoda e fastidiosa squadra che meritava di giocare in promozione, altro che in B nel 2007...

      Concordo sul "Ne abbiamo viste delle belle", all'epoca guardavo ancora Le iene in tv e il Trio Medusa era andato da Gaucci (Fresco di "voglio portare la prima donna in un campionato di calcio maschile") per futuri colpi di mercato degni del suo stile. Con quello che era photoshop credo, gli avevano proposto già con la maglia dei grifoni, il gorilla del Crodino e Fonzie! 😂 I due nomi che ricordo con più facilità, visto che avevo le lacrime agli occhi dal ridere per quel servizio!

      Onestamente non ricordo questa scena, come detto il calcio era una valida alternativa per chiacchierare al bar con gli amici (piuttosto di fare scena muta o sfondarmi in silenzio di birre 😅)
      Ahn invece me lo ricordo bene. Al di la per il mondiale, quanto per il fatto che avevo fifa 2000 e aggiornavo le squadre ogni volta che accendevo la play. Ero aggiornato come Di Marzio all'epoca -per avere un gioco "vecchio" ma con rose recenti. L'avevo trovato subito!

      Elimina
    10. Infatti ti avevo citato Saadi proprio perché ricordavo che passò anche per Udine insieme a Obodo e Cosmi (mio compaeasano, proprio di Ponte San Giovanni dove vivo).

      Siii certe pantomime come con quella giocatrice tedesca e poi quando mise Carolina Morace alla guida della Viterbese per poi mobbizzarla, poretta!

      Anch'io mi infognavo fortissimo con gli aggiornamenti manuali fatti in casa!! Come ho scritto qua in giro da Riccardo, avevo un editor esterno per fare tutte le modifiche, ci passavo più tempo che a giocare effettivamente!!

      Ora provo a rinfrescarti la memoria.....

      Elimina
    11. Onestamente questa me l'ero proprio persa devo essere sincero. (Sono cose che devo girare al mio amico / tifoso, forse lui se la ricorderà!) 😂

      Piuttosto, visto che siamo in tema di ricordi...oltre a Nakata c'è stato anche Miura ma con il Genoa...

      ... https://www.youtube.com/watch?v=RO5usgE3JZw ... che gioca ancora a 50 anni 😂

      Elimina
    12. L'eterno Kazu Miura. E' uscito dalle officine del professor Kabuto, lo sapevi no? 😁🤭

      Elimina
    13. Grandissimi entrambi..
      Come Dave sa, anche io ero un "aggiornatore folle", ma di Fifa '98!
      Direi, parlando di Perugia, di citare anche Lekoshuo (si scriveva così), Hilario, Bothroyd...
      Invece non sono mai stato un grande fan del campionato argentino, mi piaceva solo in Pc Calcio.
      Ecco, io intendevo Goitom, Ranegie lo avevo pienamente rimosso..eppure fece gol anche al Milan XD.

      "Gaucci siamo in Serie A", ahaahah che meraviglia quello sketch comico XD

      Elimina
    14. Aggiornatore folle di Fifa 98 pure io...e già sai Ricky! 😄
      Come dimenticare Mika Petri Lehkosuo o Petter Rudi un paio d'anni prima: i begli acquisti nordici!
      Hilario non fu del tutto una bufala però poverino dai, ricordo che fece almeno un buon campionato...o comunque un buon rincalzo quando serviva!
      Bothroyd: the Snake pppffhuahhahah!! Facevano un coro orrendo, per quel poco che ha giocato: ricordi la canzone/meteora (se canzone se pò chiamà) "booo bo bo bo bo! Chihuhaua! ecc ecc" beh l'avevano adatttata in "booo bo bo bo bo! Bothroyd! ecc ecc"
      Rezaei era un grande veramente! Gli volevamo tantobbene qua!

      Per tornare a ciò che diceva anche Miroslav, pure a me un periodo era presa la fissa per il campionato argentino!! E lo avevo ricreato appunto su FIFA98 sacrificando non ricordo quale campionato... Vidi in diretta la partita di coppa america su TMC quando Martin Palermo sbagliò tre rigori nei 90 minuti...mi pare contro la Colombia! Telecronaca Caputi-Bulgarelli: ricordo distintamente che Bulgarelli al terzo rigore sbagliato scoppiò a RIDERE! Lui! Che credo non ridesse nemmeno se gli facevi il solletico con la piuma sotto il piede!

      Elimina
    15. Al Perugia c'era anche una mezzapunta spagnola (non Kaviedes che era dell'Ecuador), che nel pc calcio precedente non ricordo se fosse stato inserito con 1,58 m di altezza o 58 gk di peso! :D.
      Fantastico il coro su Bothroyd: eccome se la ricodo quella canzone di Dj Bobo!
      Sì, la partita dei tre rigori di Palermo è con la Colombia!

      Elimina
    16. Ahah Kaviedes!! "Nine" che ce lo aveva scritto pure al posto del cognome!
      Considera che qui soffriva così tanto il freddo che, oltre ad indossare calzamaglia e guanti, si faceva massaggiare e oliare in continuazione...forse anche per sgusciare via dalle marcature dei nostri ostici difensori avversari!! O forse più perché sperava che i massaggi non glieli facesse Renzo Luchini (vicino di casa di pora nonna mia nonché STORICO massaggiatore del Perugia) ma qualche sbudellata a pagamento!!

      Oddio sai che ora non ricordo la mezzapunta spagnola di cui parli? Mi cogli impreparato....🤔🤔

      Elimina
    17. Eccolo il misterioso giocatore :D
      https://www.transfermarkt.it/dani/profil/spieler/246571

      Elimina
    18. Dani! A quanto pare detto anche "poltergeist"...e chi l'ha mai visto!!! 😂😂

      Elimina
    19. Chiamate la Gialappas, come si chiamava quella rubrica? :D

      Elimina
    20. "All'improvviso uno sconosciuto"

      Elimina
  6. Finalmente una canzone che conosco ed apprezzo moltissimo.
    Il tema del calcio é ricorrente nei brani degli 883.
    Pensa a "Gli anni d'oro del grande Real", ecc.
    Finisce che mi emoziono..
    Quanto ai sorrisi dopo l'uso, so che per te é un tasto dolentissimo..
    Io sorrido sempre, lo sai. Anche a te. Ma il verbo buttare non mi appartiene. ❤

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caspita, è vero, gli anni! Farò un post anche su quella super canzone :).
      La frase dei sorrisi dopo l'uso mi piace molto. Purtroppo è veritiera :D, ma ci fa apprezzare meglio i nostri compagni di squadra :)

      Elimina
    2. Ma guarda tu la sintonia... Senza leggere il commento di Claudia, nel mio più sopra ho citato proprio "Gli anni"! Direi che a questo punto un post e d'obbligo! ;)

      Elimina
    3. eh niente, non posso sottrarmi! :D

      Elimina
  7. E' l'album dell'inizio della mia " rottura " con gli 883 che poi non ho più seguito, se non per radio, ma condivido tutto.
    Gran bell'articolo Riky!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Pirk :),
      ma è stato così anche per me: disco di culto, questo, come gli altri. Poi più nulla anche se qualche canzone nuova tipo Grazie Mille non la disdegnavo.

      Elimina
  8. Non c'entra molto ...ma spettacolo come quelli della lega coreana hanno preso per il culo CR7 dopo il loro gol... ahahahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che poi quell'esultanza è atroce, chiunque la faccia :D

      Elimina
  9. Un inchino e un applauso a te, io adoro questa canzone, e non importa che Max sia sempre stato interista ;)

    RispondiElimina
  10. Pezzali purtroppo è un interista di merda, come Bonolis o Califano e altri miei idoli (ROMANI!!!), e 'sta canzone rispecchia il loro animo da eterni perdenti 😝
    L'aspetto assurdo è che il bel gioco non l'ho mai visto in questa squadra di schiappe! Anche durante il triplete è stato tutto grazie a San Culo (i Prophilax direbbero "sanculamo"=ci inculiamo)! 😂 Fa ancora più ridere perché critica il catenaccio, la tecnica primaria di Merdinho, proprio nel triplete di 13 anni prima di questa canzone 😂
    La canzone però è bellissima, una versione romanista sarebbe "noi tiriamo e gli altri segnano".
    Massimo, statte sereno, uno "squadrone" non lo siete mai stato 😝

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che in realtà la canzone, calcisticamente parlando, è ispirata all'Olanda di Cruyff? :D.
      Beh il catenaccio è stata la chiave dei trionfi dell'Inter nei suoi cicli d'oro, con Herrera e Mou! :D

      Elimina
    2. Non ne avevo la più pallida idea! Non so manco cosa sia l'Olanda di Cruyff 😅
      Il catenaccio per me è il male del calcio! Da penalizzare con 60 giorni di squalifica qualsiasi squadra lo pratichi!

      Elimina
    3. Olanda di Cruijff 😍

      Elimina
    4. aahha in realtà sono sempre stato anche io un nemico del catenaccio!

      Elimina
  11. Non c'entra un cacchio Ricky ma....la Sampnizza te la dovevo far vedere!! 😱

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grande! :D in realtà footy headlines mostrò una maglia del nizza degli anni '70 o '80 fatta così! Quindi diciamo la copiatura c'è stata a monte, in passato :D

      Elimina
    2. Hai capito! Non lo sapevo....contenti i genoani, immagino! 😄

      Elimina
    3. ahahha, comunque maglia 1970-71 per la precisione!

      Elimina
    4. Meglio quella del 70 che quella moderna, in casa Nizza :D

      Elimina

Posta un commento