#Videogiochi: Libero Grande (di Emanuele Di Giuseppe)

Oggi abbiamo un gradito ospite al Bazar, un grande esperto di videogiochi (e di fumetti): Emanuele Di Giuseppe del blog "The Reign of Ema". Ci parlerà di un videogioco a tema calcistico, Libero Grande.


Libero Grande è un videogioco arcade (cabinato da sala giochi) del 1997 e trasposto per la prima PlayStation nel 1998, prodotto e sviluppato dalla Namco.
La caratteristica di questo titolo, che lo rende originale, è la possibilità di controllare solo un calciatore. Tuttavia non è stato il primo di questo genere, nel 1991 la softerhouse italiana Simulmondo ha realizzato I Play 3D Soccer. In seguito, nel 2009, anche Pro Evolution Soccer aggiunge l'opzione "diventa un mito", riproponendo il comando limitato al singolo giocatore.
Proprio per questa caratteristica, il sito Gamespot lo ha definito il gioco più realistico di allora, coinvolgendo il giocatore in una esperienza a 360°, dandogli un punteggio di 8.1!


Privo di licenze, Libero Grande ha i classici calciatori fittizi e, ovviamente, mancano i club. Quindi bisogna accontentarsi della nazionali, ben 32 (10 da sbloccare), con 30 giocatori selezionabili.
Nel 2001 la Namco ha realizzato un nuovo capitolo di questo titolo calcistico, dal nome Libero Grande International.


Essendo passati più di 20 anni, sulla giocabilità posso dire poco. Ricordo che non era affatto difficile e che il calciatore che comandavi poteva ricoprire qualsiasi ruolo, tranne il portiere. Potevi partire dalla difesa e arrivare a calciare nella porta avversaria, senza troppi problemi. Purtroppo non ricordo affatto il livello di interazione con gli altri calciatori comandati dalla intelligenza artificiale, però mi pare che le triangolazioni venissero fuori bene.


Il titolo del videogioco, nonostante sia in italiano, non è stato tradotto. Ha questo nome anche negli altri paesi.

Una variante del gioco del calcio che ha saputo attirare l'attenzione anche di quelli che non amavano particolarmente i giochi sportivi, me compreso. Il comando del singolo calciatore dava quel senso di azione che quasi ti sembrava di comandare Solid Snake o Lara Croft, dove anziché sparare ai nemici, si "rincorreva un pallone" (termine che piace tanto ai detrattori di questo sport).

Emanuele Di Giuseppe

Commenti

  1. Come ho scritto da Ema, questo proprio non lo ricordavo :) Comunque ottima l'idea di controllare un solo giocatore, anche la grafica non sembrava male per l'epoca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa che io avevo il gioco del calcio citato da Ema, per il Commodore: I Play 3D Soccer.
      Mi tocca scriverci un post :D

      Elimina
    2. Vero, la grafica non era affatto male per l'epoca!

      @Riky: ma dai? Io ho appreso del'esistenza di quel gioco solo cercando informazioni per questo post. Sì sì, facci un post che sono curioso!

      Elimina
    3. Sì! Uscirà a inizio agosto, l'ho quasi ultimato :D.

      Elimina
    4. non c'è molto da dire :D dovrei rigiocarci :D

      Elimina
  2. Non avendo mai avuto una play non lo conoscevo, all'epoca ci avrei giocato sicuramente visto che bene o male appena vedevo un gioco di calcio ci giocavo a prescindere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io ero come te Pirk..anche perché quando i miei genitori mi regalarono il pc, tra giochi passati dagli amici e demo, più o meno li ho provati tutti :D

      Elimina
    2. Eh, questo piaceva a chi non era un appassionato di calcio, figuriamoci a voi che vi piaceva il genere!

      Stupende le demo! Le ho consumate anche più dei videogiochi stessi ma solo quelle per PSX, prima non sapevo manco cosa fossero e dopo, con la PS2, non mi davano più le stesse emozioni.

      Elimina
    3. Io amavo le Demo degli sparatutto 3D: ti permettevano di fare un'intera avventura completa!

      Elimina
    4. Quelli da sala giochi o per Commodore li ho provati tutti, persino quelli per Neo Geo, non a caso Fifa e soprattutto Pes io li ho conosciuti solo tra il 1999 e il 2000, quindi ho saltato tutto quel quinquennio tra il '95 ed il 2000. In parole povere l'anno in cui uscì Windows e fallì la Commodore con conseguente morte del mio Amiga.

      Elimina
    5. Caspita Pirk, hai saltato il mio periodo d'oro per i videogiochi calcistici! :D

      Elimina
  3. Grazie per il "gradito ospite", è stato un piacere scrivere per il bazar! Più che esperto (della nuova generazione non so quasi nulla), mi sento un semplice appassionato, soprattutto delle generazioni dalla terza (8-bit, '83-'95) alla sesta (128-bit, '98-'12). Gli esperti sono altri, tipo RedBavon 😉

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh niente male direi: io sono stato giocatore di Commodore tra il '95 e il '97, poi di pc..ma il "grosso" l'hanno sempre fatto i miei amici :D

      Elimina
  4. Anche io, sebbene onnivoro in fatto di videogiochi, non ho mai amato i giochi di calcio, a parte Kick Off e Sensible Soccer per Amiga la cui tendenza a spaccare i micro-switch mi ha insegnato ad aggiustare l’unica cosa di cui sia capace a smontare e rimontare senza che mi “avanzino pezzi”cioè il joystick. Nonostante il successo di ISS Pro (meglio noto allora con il nome giapponese Winning Eleven e oggi PES), che diventò tra gli appassionati un vero e proprio culto, il calcio per i 32 bit mi lasciò tiepido, anche perché coincise con il mio trasferimento a Roma per lavoro e così persi i miei compagni di sfide e sberleffi cioè i miei amici di studio e mio fratello. Libero Grande è uno dei tanti titoli che cercò di raccattare le briciole del successo di ISS Pro (FIFA seguiva a diverse distanze). Actua Soccer, This is Football, Striker ‘96 (erede di un buon gioco per Amiga), Adidas Power Soccer, 4-4-2 Soccer, David Beckham Soccer. E devo averne dimenticati altri perché ne sfornavano ogni due per tre.
    Pensare che oggi ce ne sono solo due, anzi - vista come è messa Konami - solo uno. Quando si stava peggio...;)
    Grande Ema nel ricordo dei cd a 10.000 lire. Mai modificata la PSX e quando comprai un accorcio che andava sulla porta seriale, ne funzionava uno su dieci. Votato all’originale dai tempi dell’Amiga, restai fedele al motto: “pochi, ma buoni”.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco il vero esperto che avevo citato nel mio precedente commento! 😍
      Ahahah io sono diventato un esperto di controller solo dal Dual Shock 3, quando ho dovuto aprirlo e sistemarlo, dopo che la mia ragazza aveva parlato durante un filmato che non poteva essere messo in pausa, tanto che per l'esasperazione l'ho lanciato senza forza ma si è rotto comunque.
      Per me sarà sempre "ispprò"! Fanculo "pes" che sembra una loffa!
      This Is Football... che hai tirato fuori! Lo avevo completamente rimosso.
      Non sono aggiornato sulla situazione Konami, anche se fino al 2017 ho continuato a scaricare (illegalmente) "pes". Sono rimasto fedele al titolo Konami nonostante FIFA della EA lo abbia superato in qualità da qualche anno. Boh? La giocabilità di FIFA mi sembra rimasta una merda con la quale non riesco a raccapezzarmi coi comandi.
      Pochi ma buoni è il miglior motto, che probabilmente adotterò per la PS4, dato che per PS3 ancora non riesco a stare dietro a tutti i titoli, nonostante ce l'abbia modificata.

      Elimina
    2. Grazie Red per il tuo ottimo commento! La citazione di Kick Off mi ha riportato alla mente il "mio" Kick Off, quello del '97! Purtroppo un gioco ben poco glorioso..nonostante una buona musica e una discreta grafica (nonchè formazioni che potevano essere editate, ma con un grande bug: gli esterni destri diventavano mancini e viceversa).
      La giocabilità era infatti ai livelli di Actua Soccer, con portieri capaci di respinte corte su tiri da 50 metri..per non parlare dei tackle scivolati a casaccio.

      Elimina
  5. Orca miseria, questo proprio non me lo ricordo! All'epoca avevo i Fifa su PC...
    Io la PS l'ho avuta fuori tempo massimo, era uscita già la PS2 da un pezzo!!
    Forse, ora che vedo le immagini, potrei averlo visto in sala giochi! O magari era un altro...🤔

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io lo conoscevo, ma non ci ho mai giocato!

      Elimina
    2. Mi sa che io farò la tua fine con la PS4. La prenderò quando sarà uscita la 5...
      Purtroppo a parte la mancanza di soldi, ho ancora troppi titoli per la 3 da recuperare e della 4 me ne interessano solo una ventina, forse arrivo a 40 con gli indie.

      Elimina
    3. Considera che io attualmente ho la Ps3, la prima che era uscita...ma non ci gioco mai, sta lì a fare il soprammobile! Ho sempre da fare davanti al computer tutto il giorno e quando torno a casa proprio non ne ho voglia di mettermici davanti....probabilmente sarà l'ultima console che avrò fino alla pensione!! 😂😂

      Elimina
    4. ahhaah bello una Ps3 come soprammobile :D.
      Vendila come cimelio e compra una maglia da calcio ^_ ^

      Elimina
    5. Tu scherzaci.... 😉😉

      Elimina
    6. Mi oppongo!
      Una maglietta se la mangiano i tarli, la PS3 è per sempre! 😍

      Elimina
    7. ahahahha! Mica son di lana o di seta XD

      Elimina
  6. Che strano titolo...comunque personalmente del tutto sconosciuto, oltre a Fifa e Pes al massimo ho giocato a Football Generation.

    RispondiElimina

Posta un commento