Quando Riccardo Ferri esordì con gol in nazionale (disegni di Paolo Sabellucci)


Oggi Riccardo Ferri, ex storico difensore dell'Inter e dell'Italia, festeggia i 56 anni. Lo celebriamo rivivendo la sua prima partita in nazionale, con tanto di gol. 

Era il 6 dicembre del 1986, l'Italia, battuta la Svizzera, affrontava a La Valletta la nazionale maltese. Per la seconda gara delle qualificazioni al campionato europeo, il Commissario Tecnico Vicini schierò Zenga tra i pali, Baresi libero, Bergomi, Ferri e Nela a completare la difesa; Donadoni tornante, Bagni mediano, Dossena mezzala e Giannini regista rifinitore dietro le due punte Vialli e Altobelli. Lo stopper del Milan Bonetti venne appunto rimpiazzato dall'allora 23enne Ferri, che impiegò undici minuti per lasciare il segno. Punizione dalla destra di Donadoni (il migliore in campo) e colpo di testa vincente a superare l'incolpevole portiere Bonetto. 


Sempre di testa, al 19', il raddoppio di Altobelli, per l'occasione capitano, che sfruttò una splendida percussione sulla fascia destra di Vialli. Giocatore che si distingueva anche per l'abilità da uomo assist. Altobelli, colonna dell'attacco interista, si confermava ancora una volta la punta di diamante, dal punto di vista realizzativo, dell'Italia


Quel 6 dicembre però non fu di gloria dagli undici metri per Altobelli. Al 47' infatti Donadoni fu atterrato da Azzopardi in area: dal dischetto Altobelli calciò di potenza, ma sopra la traversa. Al 62' ancora Donadoni, immarcabile, ottenne un secondo penalty per fallo di Degiorgio. Altobelli calciò alla destra del portiere, senza angolare troppo: Bonetto respinse.

L'Italia conquistò comunque la seconda vittoria. Ferri fu promosso dalla critica per la sua prestazione. Il Guerin Sportivo profetizzò per lui un futuro importante in nazionale. Riccardo totalizzò 45 presenze in nazionale, segnando 4 reti, partecipando sia all'Europeo del 1988, sia al Mondiale del 1990.

Disegni di Paolo Sabellucci tratti dalla mia collezione personale della rivista Guerin Sportivo

Commenti

  1. Ricordiamo l'OTTIMA marcatura di Ferri su Caniggia...3 luglio 1990. 😥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahah, stupendo sottofondo!
      Povero Ferri, hai ricordato il peggiore errore della sua carriera XD
      Farò un post sui suoi autogol :D

      Elimina
    2. Aldilà dell'erroraccio, purtroppo capitato in una occasione troppo eclatante, un buono e onesto difensore che non disdegno assolutamente.
      E' incappato in un certo senso nella "maledizione dei portieri" dove basta una stronzata commessa nel momento più sbagliato possibile, non dico per segnarti la carriera, ma quasi!

      Ma siamo sicuri che all'epoca per la Nazionale non ci fosse di meglio nel suo ruolo?

      Elimina
    3. Gli stopper al top erano lui e Vierchowod. Poi ci fu il cambio generazionale con i vari Costacurta, Apolloni...

      Elimina

Posta un commento