La mitica maglia da portiere della Lotto 1996


Vi ho già parlato delle maglie Lotto di metà anni '90: la splendida divisa Batman di Taglialatela del Napoli e quelle del Milan.

Un'altra divisa bellissima della Lotto è quella che sfoggiarono nell'Europeo 1996 i portieri dell'Olanda, Van Der Sar, e quello della Svizzera, Pascoli. La mia preferita era la versione ufficiale, nera-grigia con striscia rossa. La seconda era invece di diverse tonalità di blu.






IL MODELLO NON DA PORTIERE: la geometria a rombi fu proposta, in una variante con somiglianze e differenze, anche per i giocatori di movimento. Celebre la divisa azzurra del Milan, con profilature rossonere, ma anche quella verde, da trasferta, del Galles.

Dalla mia collezione

Dalla mia collezione

Essendo una delle mie maglie preferite, ho chiesto a Denis Hurley del sito Museum of Jersey di realizzarmi due versioni particolari di questa casacca. La prima sarebbe stata perfetta per l'Olanda!




IL MIO CIMELIO: non potevo non setacciare il "mercato" delle maglie da calcio e cercare questa maglia. Riuscii a comprare quella indossata da Philippe Vander Walle, portiere del Germinal Ekeren, squadra belga, che purtroppo piantò lo sponsor sulla parte alta della maglia, sovrastando il logo della Lotto.




A prezzo di occasione, su Ebay, trovai anche la versione blu, indossata dai portieri del Bassano (notate lo sponsor 55DSL, compagnia "spinoff" della Diesel). Il Bassano Calcio infatti nel 1996 divenne di proprietà di Renzo Rosso, storico patron della Diesel.


Commenti

  1. Risposte
    1. Spero prima o poi di aggiungere anche quella maglia alla mia collezione!

      Elimina
  2. Preferisco la versione nera mentre trovo bruttina quella in verde.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La nera in effetti è anche la mia preferita. Da portiere è perfetta.

      Elimina
  3. Mitica questa, mitica quella, non finiscono più :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come dice mia mamma quando arrivano nuove maglie :D

      Elimina
  4. Anch'io, come te, preferisco la nera/grigia.
    Difficile immaginare perché. 😜

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più classica, tradizionale, spezzata bene dalla striscia rossa.
      In quella blu la striscia rossa è troppo "fluo".

      Elimina
  5. Ma soprattutto, che sponsor è Young Charly? :o
    Comunque, la versione azzurra del Milan mi sembra di ricordarla: bello che ci siano le strisce rossonere :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La ricordi perché in effetti ne avevo parlato..è stata la mia prima maglia da calcio :). E la amo: kitsch, (s)cult.

      Elimina

Posta un commento