Dinamo Rock, Nazionale Cantanti: quando i vip diventano calciatori


Da appassionato di calcio, ho trovato sempre molto divertenti le partite di calcio benefiche con i campo i vip. Attori, cantanti, personaggi della televisione. Da ragazzino non me ne perdevo una. Anche perché in televisione le trasmettevano spesso, non solo la celebre e annuale "Partita del Cuore" della Nazionale Cantanti.

Oggi purtroppo sono diventate meno divertenti per la massiccia presenza di calciatori "veri". Capisco la necessità di portare più persone allo stadio: oggi è più difficile coinvolgerle, a causa dell'overdose di calcio giornaliera. In questo modo però le partite benefiche oggi mi annoiano, perché la presenza di giocatori ancora in attività o di ex giocatori finisce per renderle meno "bilanciate". Nell'ultima "Partita del cuore" giocata a Genova c'erano Totti, Cassano, Quagliarella e Sorrentino da una parte, dall'altra Candela, Bertolacci, Zanetti e Puggioni.

Così in queste partite si vede il calciatore di turno giocare magari in porta (quando appunto non c'è il portiere vero e proprio, come Sorrentino e Puggioni!), oppure giocare "in ciabatte" e mettere comunque palloni sulla linea da porta che i compagni devono solo "soffiare" in rete. Troppa differenza tra chi il calcio lo fa di mestiere e chi invece di mestiere fa il cantante o l'attore.

Una volta non era così. Niente calciatori, al massimo un paio di vecchie glorie. C'erano i "vip" con trascorsi da calciatore, a livello giovanile, che giganteggiavano. Ma c'erano anche i "vip" calciatori amatoriali che se la cavavano bene. Era come quando noi giochiamo con gli amici: c'è chi se la cava bene, chi magari no, ma ci si diverte ugualmente.

VIP "SCONOSCIUTI" MA OTTIMI GIOCATORI: la bellezza di queste partite era così vedere protagonisti personaggi della televisione o del cinema meno noti di altri, ma bravi calciatori. Sì, magari il "vippone" di turno, incapace a dare un calcio al pallone, faceva la sua passerella con la maglia e gli scarpini, scendeva sul rettangolo verde due minuti senza toccare palla, giusto per esaltare i fan in tribuna. Ma il calcio è calcio e sul campo a dare spettacolo erano altri. Posso citare il tenore del Bagaglino Edoardo Guarnera, ottimo portiere anche in virtù dei trascorsi nelle giovanili della Sampdoria, i mitici Carlo Sacchetti e Roberto Ceriotti di Bim Bum Bam, il "velone" di Striscia la Notizia Edoardo "Edo" Soldo, implacabile bomber. Nella Nazionale Cantanti invece uno dei giocatori più forti era Fabrizio Crociani de "I ragazzi italiani", band italiana che in pochi ricorderanno.


DERBY DEL CUORE: dal 1996 al 2004, a maggio o giugno, una volta all'anno si giocava il derby del cuore tra tifosi e appassionati di Milan e Inter. In realtà spesso juventini, romanisti, laziali finivano per "ingrossare" le due rose. I giocatori indossavano le reali divise di Milan e Inter. Tra i miei ricordi, molti sono legati al ruolo di portiere: un'imbarazzante prestazione di Teo Teocoli con la maglia del Milan, le parate di Marco Bellavia (vi ricordate? Era tra i protagonisti di "Love me Licia" e "Cristina"), Edoardo GuarneraGiorgio Borghetti (doppiatore di Benji Price di Holly&Benji). Tra i migliori giocatori Paolo BonolisGene GnocchiMario Fargetta (che è juventino, se non sbaglio), Giorgio Mastrota, Corrado Tedeschi (tifoso Sampdoria, con trascorsi nelle giovanili della Doria).

NAZIONALE CANTANTI: la Nazionale Cantanti è in attività da 37 anni e fino agli anni 2000 ha sfoggiato bellissime divise Adidas. Maglia blu, calzoncini bianchi, calzettoni blu. Praticamente l'Italia con le mitiche divise della casa tedesca, secondo me la numero 1 al mondo. La formazione storica aveva come punti fermi Francesco Baccini in porta (trascorsi nelle giovanili della Sampdoria, ma era tifoso del Genoa), Mogol e Paolo Vallesi come terzini, Sandro Giacobbe come stopper (poi allenatore, ben sostituito in campo da Niccolò Fabi), Gianni Morandi perno del centrocampo, Enrico Ruggeri trequartista, Luca Barbarossa ed Eros Ramazzotti coppia d'attacco. Oggi purtroppo questa formazione è infarcita di "non cantanti" o di giocatori professionisti, come Sorrentino, portiere del Chievo Verona.



DINAMO ROCK: la Dinamo Rock indossava bellissime divise nere con fiamme giallo-rosse. Era una sorta di Nazionale Cantanti bis, formata da cantanti e musicisti rock. Tra i volti più noti Piero PelùGianluca GrignaniLuciano LigabueZucchero Fornaciari (che aveva sempre a portata di mano un accappatoio per non perdere freddo al momento di uscire dal campo). Jovanotti vestiva la divisa da portiere, con il numero 69 (sigh), ma si limitava a qualche passerella per fare felici i fan. Tra i portieri c'erano Luigi Schiavone (chitarrista di Enrico Ruggeri) e il forte Gigi Cavalli Cocchi dei Csi. Memorabile una battuta di Francesco Baccini al Guerin Sportivo, nel 1996, commentando le prestazioni non memorabili dei portieri del Genoa: "Gli mando Luigi Schiavone!".


Credits foto: Nazionale Cantanti (Il piccolo museo delle maglie); Milan (sito ufficiale del Derby del cuore); Dinamo Rock (youtube).

Commenti

  1. Ben vengano le iniziative benefiche.
    Sereno pomeriggio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo, non l'ho sottolineato, ma un plauso a tutte le squadre di questo tipo che raccolgono denaro per fini benefici.
      Ciao Cav!

      Elimina
  2. Non lo sapevo che queste partite si fossero evolute in questo modo.
    Quando ero bambina giocavano, per l'appunto, solo cantanti e attori. Mi divertivo anche io :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedi, alla fine le vecchie partite attiravano più, sia gli appassionati, sia magari quelli che volevano semplicemente vedere cantanti e attori loro idoli :)

      Elimina
  3. Riky, a volte non vedo nemmeno la Juve. I cantanti no.
    A me piace il tennis.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh sì, queste non sono partite da stare attaccati alla tv, sono dei "divertissement", oggi molto meno divertissement per questa commistione tra giocatori veri e finti.

      Elimina
  4. Facendo zapping qualche minuto di queste partite me lo concedo volentieri.
    Anche perché, al di là delle divise, mi piace notare cosa c'è sotto, no? :P
    Scherzo. Ma il mio idolo di bambina Raoul Bova, mi portò anni fa a seguire la nazionale attori.
    Poi, ho smesso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedi? Tante persone seguivano queste partite magari per vedere il Raoul Bova o il Ramazzotti di turno!

      Elimina
  5. Ricordo che dicevano che anche Ramazzotti era forte, quasi da calcio professionistico..purtroppo per noi ha scelto la carriera musicale :D Comunque iniziative molto lodevoli

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Era il "Del Piero" della nazionale Cantanti, seconda punta dotata tecnicamente che partiva da sinistra per accentrarsi. Gran bel giocatore :D. Come cantante invece non mi entusiasma affatto ahhaha, a parte il disco di "come c'è musica" e la canzone "Una storia importante"

      Elimina
  6. Meraviglia.
    E rammarico.
    Perché se un tempo -fino a tutti gli anni novanta- c'era la possibilità di divertirsi anche coi vip e basta, oggi è tutto un aiuto di vecchie stelle e calciatori ancora attivi.
    In effetti manca del tutto l'aspetto ludico, e pure il concetto di beneficenza si affievolisce.
    Un vero peccato. Dovrebbero tornare a fare queste cose senza... calcio di mezzo^^

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Poi pensa appunto ai rocker, come Pelù, che indossavano le magliette da calciatore per questi show...o lo stesso Jovanotti che non giocava, ma faceva giusto comparsa. Però era un modo per interfacciarsi sempre con il pubblico

      Elimina
    2. Sì, funzionava per quello: erano delle star anche questi cantanti...

      Moz-

      Elimina
    3. Infatti, era bello così: andavi allo stadio non per sentire cantare, ma per vedere comunque il tuo idolo :)

      Elimina
  7. Ciaooooo .
    Viste sempre poco anche le partite vip /cantanti /attori e altra gente dello spettacolo.
    Oggi mixate in quella maniera ( gente dello spettacolo e calciatori) sono meno entusiasmanti.
    Ricordo anch’io che Ramazzotti è bravo e se non sbaglio fanno la loro bella figura Paolo Belli e anche Barbarossa fra gli storici.
    Morandi sinceramente ho qualche dubbio sulle sue prestazioni ( davvero non ricordo) .
    Mentre recentemente mi sembra che Marco Carta fosse bravino , Moreno invece molto meno .
    Ermal Meta l’ultima partita del cuore sarà durato 5 minuti in campo se non ricordo male.

    Sarebbe bello un equivalente con il calcio femminile.
    Calciatore contro cantante-sse!!!
    Buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Max! Hai citato un nome interessante, infatti Paolo Belli ha trascorsi nelle giovanili (non ricordo dove), ma diciamo che è oggi penalizzato da un fisico non proprio da calciatore :D. Barbarossa è uno storico "bomber" di questa partite, uno che attaccava molto la profondità e con un'ottima finalizzazione.
      Morandi? Uno che correva come un calciatore vero! Piedi non proprio finissimi.
      Ermal Meta mi sa che si è fatto una passeggiata in campo.
      Tra i giovani il più forte è il rapper Moreno, un prodotto della De Filippi che sul campo di calcio fa meglio che con il microfono in mano.

      Ogni tanto c'è qualche ragazza nelle squadre, la cosa mi fa sorridere: le faranno cambiare nello spogliatoio dell'arbitro?

      Elimina
  8. Davvero?
    Ragazze nella squadra non lo sapevo.

    Ah Moreno è bravo?
    Ricordavo male probabilmente.
    So che anche Benji e Fede han giocato 😀
    Baglioni credo non abbia mai giocato ( forse in panchina).
    Si Belli ha un fisico tozzo ma è bravo pure a ballare e senza sbagliare credo che abbia il calcio nel sangue.
    Ricordo anche di Carboni ...ma non so quanto bravo fosse.
    Battiato non credo abbia mai giocato😀
    Vecchioni (?)
    Gente dello spettacolo ho qualche dubbio su Gerry Scotti.
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Capotondi ha giocato qualcuna delle ultime partite della nazionale Cantanti (!). Benji ha giocato in porta (come il più famoso personaggio del cartone), Baglioni penso abbia fatto qualche "passerella" in campo, ma non sa giocare. Carboni era un buon centrocampista invece. Battiato da giovane giocò, Vecchioni invece mai sceso in campo.

      Gerry Scotti giocò centravanti in un derby del Cuore Milan Inter! Ovviamente per pochi minuti.

      Elimina
  9. Io ricordo due partite in particolare. Da un lato nel 1989 un memorabile scontro tra la Nazionale cantanti italiana contro quella dei colleghi ungheresi giocata a Budapest. Era appena caduta la cortina di Ferro quindi fu, per l'epoca una cosa memorabile. I nostri furono stracciati 4 a 1 ma le ragazze ungheresi fecero comunque il tifo per gli italiani (per la prima volta potevano vedere dal vivo veri e propri - per loro - idoli come Morandi e Drupi. Di quella spedizione ricordo anche Red Ronnie che accompagnò i cantanti che riuscì a farsi espellere dall' ambasciatore italiano per via della sua insistenza a fare domande politiche. L' altra cosa che ricordo fu una partita della Nazionale artisti con il commento della Gialappa's che per tutto il tempo perculò senza risparmio sia Teocoli che Bellavia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nick, grazie per il bellissimo commento. Io quella partita che citi non la ricordo, credo che la mia prima partita dei cantanti fu con i piloti di formula 1 nel 1992. Red Ronnie è sempre stato uno che faceva incazzare allora!

      Chissà invece se in quella partita Teocoli giocò benino..nel derby Milan inter fu terribile ahahha

      Elimina
  10. Se ci fosse stato un certo cantante, non mi sarei persa neanche una partita :-D
    Quindi non le ho mai seguite, perché non è che io sia una appassionata di calcio xD A parte che se non sbaglio ora le fanno in seconda serata, o no?
    Però mi piaceva l'idea che ci fossero cantanti ed attori a giocare :) Infatti anche secondo me, il fatto che ora ci siano veri calciatori fa perdere molto dello spirito iniziale che contraddistingueva l'evento.
    Quindi leggo che tra quelli attuali c'è stato anche Ermal Meta, non lo sapevo! Moreno pazienza, tanto non mi piace xD
    Gianni Morandi e Bonolis me li ricordavo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero, Tiziano tuo non hai mai giocato né fatto passerella. Invece le partite danno solo in diretta la più importante (quella dei cantanti) altrimenti nada :D.
      Tra quelli attuali, quelli che giocano di più sono il trio del volo perché sono giovani e se la cavano benino :D

      Elimina
  11. Non mi facevano impazzire, alle medie sono anche stato in un derby del cuore, però c'erano scene divertenti quando quelli meno allenati rischiavano di perdere un polmone 😆
    In effetti era più bello senza veri calciatori.
    Le partite coi cantanti non le ricordo proprio. Non ricordo neanche i presentatori di Bim Bum Bam, prova che probabilmente non ho visto quelle partite.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alle medie? Diamine, allora hai visto una delle partite più belle, nel periodo più bello (ovviamente Roma Lazio immagino). A me ha sempre stupito vedere i portieri "dilettanti" che compievano grandi parate. Poi c'erano anche gli "impediti".

      Elimina

Posta un commento