Il vero problema dietro le parole sessiste di Collovati


"Quando sento una donna parlare di tattica mi si rivolta lo stomaco, una donna di tattica non capisce come un uomo". Sono le parole che Fulvio Collovati, ex difensore della nazionale italiana, ha pronunciato in televisione a "Quelli che il Calcio" su Rai2.

L'intervento di Collovati ha suscitato grande clamore e accuse di sessismo.

A mio modo di vedere è stata un'uscita molto infelice che ha generato un "codazzo" inutile di polemiche.

Il vero problema non è Collovati sessista, ma è il Collovati che straparla.

E con lui tanti altri opinionisti maschi.

Anche io faccio opinione, ma sono consapevole di parlare seduto dalla mia sedia e che il calcio non sia  Football Manager. Quando si dà un'opinione, bisognerebbe sempre essere in buona fede e rispettare ciò che stai valutando con la tua opinione.

Ricordo Fabio Ravezzani, direttore di una televisione regionale lombarda che scrisse testualmente, rivolto a Leonardo, responsabile dell'area sportiva del Milan: "Leonardo è da ricovero coatto". L'uomo da ricovero coatto ha sbolognato la patata bollente Higuain (auguri, Chelsea) e preso Paquetà e Piatek, senza contare il gigante Bakayoko.

Questi opinionisti non vogliono dare un'opinione, ma si sentono portatori della verità assoluta; e ovviamente si nascondono quando sbagliano le previsioni. Naturalmente, essi danno la loro opinione ricordandosi bene degli amici e dei nemici.

Il vero problema sono le tante persone che rimangono "rapite" davanti alla televisione a seguire questi personaggi o che li seguono sui social, rispondendo alle loro provocazioni mascherate da opinioni.

Basterebbe spegnere il televisore e mettere qualche follow in meno. Si darebbe meno importanza ai "fenomeni" davanti alle telecamere, che al contrario, non vedono l'ora di "sbracare".

Commenti

  1. Dopo aver sentito che le dinne che giocano al calcio sono tutte lesbiche, ora arriva un'altra sciabolata sull'incompetenza delle opinioniste femmine. Mi sembrano esternazioni fatte da idioti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' che nel calcio si parla troppo: troppi programmi, troppi salotti televisivi, troppi opinionisti. Si parla troppo ed è facile dire stronzate :D.
      Comunque hai fatto bene a evidenziare quella frase del sig. Belloli: fu veramente una cosa di cattivissimo gusto. La persona che ha pronunciato quelle parole merita una bella gogna

      Elimina
    2. Ogni volta che inizia una discussione che ha come argomento il confronto maschio/femmina si finisce per dire idiozie.
      "La donna che gioca al calcio non può stoppare con il petto" Mbé. il maschio non può stoppare con le palle.
      "Le donne sono meno brave perché solo minoranze praticano una certa attività"
      "Allora, perché i migliori cuochi sono uomini e i vestiti più raffinati sono degli stilisti maschi?"

      Elimina
    3. Hai ragione, infatti il confronto maschio/femmina finisce il più delle volte per essere mera battaglia di pregiudizi o di frasi fatte :D

      Elimina
  2. Ciao Riccardo! Trovo che tu abbia assolutamente ragione. Certo che quest'uomo è stato sessista. Il problema di fondo, però, è l'atteggiamento generale. Come hai sottolineato tu, tante persone dicono cavolate e poi si difendono dicendo "Eh, ma è la mia opinione!" Il punto è proprio quello: se tu esprimi un'opinione, allora sei anche disponibile al dialogo e rispetti chi la pensa diversamente. Se invece davanti ad un semplice "Non sono d'accordo" diventi una iena, allora non stai scambiando opinioni in modo civile, ti stai imponendo con arroganza e spesso (purtroppo) con una certa ignoranza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvia,
      infatti il punto è proprio ciò che hai rimarcato tu.
      La sig.ra Peluso dice che al Sassuolo mancano gli esterni?
      Intervieni e dici: no, secondo me non è per questo, ma per quest'altro.
      E argomenti.
      Invece Collovati ha sbroccato dicendo praticamente che le mogli dei calciatori devono andare a fare la calza.
      Ma vedrai che tra due settimane Collovati non cambierà modus operandi...anzi..

      Elimina
  3. Troppi pregiudizi girano nel mondo del calcio.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi permetto, e chiedo scusa per l'intromissione, non solo nel mondo del calcio ma in tutti i settori sociali e lavorativi. Parola di una donna femminista, come la sottoscritta.

      Elimina
    2. I pregiudizi in realtà non riguardano solo le donne, ma anche gli individui singoli.

      Elimina
    3. Vero Ric, però diciamo, per onore di cronaca, che le donne sono molto ma molto più colpibili nei pregiudizi che i maschietti. Senza polemica

      Elimina
    4. Secondo me ancor più dei pregiudizi, le discriminazioni, specie sul posto di lavoro :)

      Elimina
  4. Intravisto il commento in tv, passato in non ricordo bene quale trasmissione.
    Beh, effettivamente è un giudizio sessista. Però che dire, né più né meno di tanti altri che sentiamo ogni giorno. Ed è vero che certi opinionisti si sentono portatori non di un'opinione ma della sacrosanta verità. Peccato, non ci fanno una bella figura.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti non è solo questioni di pensieri sessisti...
      Oggi si "sbraca" troppe volte, via social e non solo.
      Il problema che poi si innescano delle vere e proprie guerre di pensiero.
      C'è chi ha rimarcato il pensiero sessista di Collovati, ma c'è chi anche lo ha difeso per contrapposizione.
      E questo accade per tutte le correnti di pensiero: razzista vs buonista ad esempio.
      Ci vorrebbe più buon senso e più la buona vecchia via di mezzo :D
      Purtroppo la nostra politica ha fatto strage delle menti, ma poi in realtà la politica è lo specchio di chi viene governato :D

      Elimina
    2. La politica, così come la società, siamo noi.
      La facciamo tutti, la fa la collettività.
      E questo è...questo dilagante senso di polemica, di prevaricazione del pensiero.

      Elimina
    3. Esattamente, è uno dei mali del nostro tempo.
      I social hanno amplificato a dismisura questo senso di polemica e di voler imporre con forza il proprio pensiero, ritenendo intollerabile l'opinione divergente.

      Elimina
  5. A mio parere, sempre modesto ovviamente, è che il vero problema è l'ignoranza galoppante dei nostri tempi. Lo stare ore ore davanti alla TV, al PC, allo smartphone provoca un blocco al cervello che quando viene sboccato provoca tali uscite. Magari una passeggiata in mezzo ai boschi, un buon libro e, mettiamoci, anche un gelato assaporato in compagnia di persone valide, sarebbe una scelta migliore e aprirebbe davvero la mente. Buona giornata siempre

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bisogna aprire più la mente al confronto e al mettere in discussione ciò che pensiamo. Quelli che suggerisci sono metodi validi per farlo: una bella passeggiata da modo di riflettere internamente, ad esempio.
      Bisogna essere più misurati, non dividere tutto in "bene" o "male", "bianco" o "nero". Ci sono tante sfumature.
      Questo vale come pensiero in generale, non nel caso delle frasi di Collovati, sia chiaro :)

      Elimina
    2. Concordo sulle sfumature, purché non siano di grigio, colore che detesto. Buona giornata

      Elimina
    3. Brava, sfumature di tanti colori :)
      Il grigio lo amo: ma nelle maglie da portiere! :D

      Elimina
  6. Sono molto d'accordo sull'ultima frase, meno like, meno follow, più cervello attivi a sostenere personaggi che ragionano e meno a questa gente. È comunque assurdo che venga sospeso per sole due settimana, anche perché ha proprio insistito sulla cosa.
    Inoltre nel tuo virgolettato iniziale vorrei sottolineare una cosa, lui dice "una donna non può parlar di tattica, perché una donna non capisce come un uomo", che fa intendere a mio avviso un retropensiero peggiore...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto Pier, fanno quel gioco lì questi opinionisti, che parlino di calcio, politica, società...
      Lanciano l'esternazione, sapendo che 50 la criticheranno, ma 50 lo faranno idolo...
      e sui social si innescano le discussioni...
      Hai detto bene sulla frase di Collovati.
      Quelle parole sono sintomatiche di un pensiero più ampio...

      Elimina
    2. Scusami gli errori, ma mi ero infervorato 😆 non ho azzeccato una concordanza.

      Elimina
    3. E' Claudia l'osservatrice scrupolosa sul tema ahah

      Elimina
  7. Certamente è vero, Riky: a parte l'assurdità detta nello specifico, Collovati come tanti altri opinionisti in Tv hanno di fondo quell'aria e quella saccenza di chi è depositario della verità. Inaccettabile, davvero.
    Però, se è bene da un lato farli cuocere nel loro brodo e non dargli troppa corda, è pur vero secondo me un segno di sdegno deve esserci assolutamente da parte di chi viene leso da esternazioni simili. Che siano le donne in questo caso specifico così come potrebbero essere altre persone in occasioni diverse. Non si può far passare sotto silenzio una assurdità offensiva così. Senza trascendere, questo è chiaro. Senza schiamazzi, se no si va al suo livello. Ma con decisione.
    Piuttosto, mi meraviglio che, come sottolinea Pier, ci sia stata la sospensione per Collovati soltanto per due settimane. Chi lo sa poi tornando in Tv poi cosa avrà da dire in merito... o se tacerà e basta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Due settimane non serviranno a niente.
      Lui - anche per l'appoggio di tante persone sui social - sarà convinto di essere stato messo ingiustamente nel mirino.
      Secondo me il non dare troppa corda agli opinionisti andrebbe fatto a prescindere, aldilà delle "sbracature" o meno.
      Fosse per me i programmi di calcio durerebbero 30 minuti con le sole immagini dei gol e qualche commentino veloce nello specifico...

      Elimina
  8. E invece le donne ne sanno di tattica, altroché.
    Magari non calcistica :D
    Io pretendo che mi si citi come colui che non ha mai capito il fuorigioco, comunque.
    Comunque d'accordissimo con te, ma oggi gli opinionisti sono il sale dei salotti tv (e non solo)... anche il loro straparlare serve a fare cassa...

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, io ho una collega, Giorgia, che è bravissima.
      Ma infatti non bisogna distinguere tra uomo e donna, al più tra persone intelligenti e stupide.
      E sono d'accordissimo: lo straparlare degli opinionisti serve a fare cassa. E fare cassa di risonanza al programma stesso.
      Bene o male, l'importante è che si parli.
      Ecco..

      Elimina
    2. Ecco, forse stavolta non era in programma, far parlare del programma, però intanto se ne parla.
      Ma è vero che le donne che ne capiscono di calcio sono tutte lesbiche? XD

      Moz-

      Elimina
    3. Beh sai gli opinionisti televisivi non vedono l'ora di far parlare di sé :D e gli autori dei programmi li chiamano perché attirano l'attenzion esul programma stesso.
      Ahah, ovviamente no, l'amica Giorgia è perfetta dimostrazione all'erroneità di quella frase :D

      Elimina
    4. Uffa, servono più elementi saffici!!! :D

      Moz-

      Elimina
  9. Ricordo una clamorosa gaffe di Eranio sui calciatori neri che non pensano abbastanza..tanto per dire quanto straparlano certi! Comunque a DirettaStadio ci sono certe commentatrici che a volte ne sanno più di me di calcio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahhah, rido anche se si dovrebbe piangere...e pensare che stimavo molto Eranio, mi piaceva come giocatore ancor prima che venisse al Milan!

      Elimina
  10. Mi viene in mente lo scivolone di Sarri.
    E vabbè. Un altro cretino che parla per dare aria ai denti. Pazienza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, di quella frase non fu deprecabile la vena sessista, quanto in generale quel voler mandare a fanculo un giornalista per una domanda.
      Cafone...

      Elimina
  11. D'accordissimo con Moz ;-)
    Ci ciacia su tutto, si dice una cosa per poi smentirla un'attimo dopo, in tutti i campi, e non solo come in questo caso nei campi di calcio.
    Cosa non si fa per avere e rimanere sulla "cresta dell'onda", per poi fare scivoloni...
    Ma tutto fa spettacolo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Fiore,
      è così! Gli opinionisti devono "sbracare" per attirare l'attenzione.
      Poi bene o male, l'importante è che se ne parli.

      Elimina
  12. Il problema non riguarda solo il mondo del Calcio in Tv, ma -come dici stesso tu-l'intero sistema degli "opnionisti" onniscenti, che poi alla fine sono sempre gli stessi, girano semplicemente per programma ed argomenti. Si parla di giovani e dei loro problemi col lavoro?
    Ecco in televisione apparire i vari Signorini, Don Mazzi ,Mughini e via dicendo che sproloquiano per ore e ore del nulla, oppure un tenerissimo virgulto come Roberto Gervaso che fa lezioni di vita ai giovani ricordando che ai suoi tempi lui faceva tre lavori...peccato che siano passati decenni da quando Gervaso era giovane e che i tempi sa allora siano profondamente cambiati.
    Intervistare un raider,no eh? Fare servizi sui precari, sullo sfruttamento, sul perché della fuga dei cervelli, no? E così vale per tutti gli argomenti.
    Lo stesso vale per il Calcio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nick, grazie per il tuo ottimo intervento!
      Non so chi sia questo Gervaso, devo dire.
      Ma hai colto nel segno, era ciò che "denunciavo" io.
      Servono davvero tutti questi opinionisti?Secondo me, bisognerebbe iniziare a cambiare canale. E a seguire meno le loro stronzate sui social :D

      Elimina
  13. Le passioni non hanno sesso.
    Una donna può essere competente di calcio quanto un uomo ed anche di più, perché no.
    Però credo che si sia semplicemente espresso male.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me, ha voluto fare lo 'sborone' con la ragazza in collegamento..
      Io conosco una giornalista di Rimini molto competente e brillante.
      Poi magari di tattica in senso stretto non capisce un cazzo (idem il sottoscritto eh) :D

      Elimina
    2. Competente nella materia calcio ovviamente (non solo in quello, ma volevo precisare) :D

      Elimina
  14. Ha fatto un’uscita poco felice.
    Non credo sia più o meno sessista della maggior parte degli uomini che parlano letteralmente a vanvera in televisione.
    Purtroppo viviamo in una società ancora troppo maschilista e le donne devono faticare il doppio per dimostrare quanto valgono rispetto ad un uomo.
    Mi sembra che si stia parlando della cosa come se all’improvviso si fosse scoperto l’acqua calda!!!
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come dicevamo qualche commento sopra, effettivamente pregiudizi e discriminazioni verso le donne sono ancora molto presenti, oltre il calcio peraltro.
      Comunque le uscite poco felici di Collovati sono costanti, adesso dovrei andare a recuperare qualcosa e fare una sorta di blob :D

      Elimina
  15. Collovati era quello che si aggiustava i capelli dopo ogni colpo di testa... ecco, di parrucchieri ne sa senz'altro più lui...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. D'altra parte se il giorno di riposo dei parrucchieri è lo stesso dei calciatori una ragione c'è

      Elimina
    2. @Franco: Collovati lo ricordiamo bene quando era sotto Hatley, ahhaahah
      @Ex: il lunedì è in genere anche il mio giorno libero, ahhaahah! Vado a farmi cotonare i capelli alla Collovati XD

      Elimina
  16. A riguardo ci sarebbero moltissime cose da dire... ma evito la polemica e, anche un po' per sdrammatizzare, scrivo solo che mio marito è un uomo, ma di tecnica calcistica ne sa 0, soprattutto in confronto a me! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Però i suoi commenti davanti alla partita di calcio sono memorabili :D.
      Ecco mandiamo Danilo in televisione al posto di Collovati :D

      Elimina
    2. Ti dico solo la più recente. Ieri sera, Atletico-Juventus, Matteo ed io incollati alla tv, lui sul divano avvolto nella coperta, russa pure. Gol di Morata, urliamo come pazzi e lo svegliamo. Lui non si muove, guarda per un secondo lo schermo e dice: "Hanno segnato contro la Juventus? Tanto glielo annullano", chiude gli occhi e ricomincia a russare... Tempo qualche secondo e il gol era stato annullato! :D

      Elimina
    3. E' quello che dice lui... il russare è per depistarci! :D

      Elimina
    4. Fa il contrario di quello che fanno alcuni studenti a scuola..fingono di essere svegli e dormono..lui finge di dormire e medita Ahahah

      Elimina
  17. L'errore è stato dirlo, mica pensarlo :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah grande Pietro!

      Condivido tutto il discorso di Riky. Qui a Roma la situazione è anche peggiore con le tedio che fanno il buono e il cattivo tempo. Però 'sto tizio ha detto il vero, dalle presentatrici alle tifose da stadio che ho conosciuto, di calcio non capiscono proprio un cazzo, diciamo che fanno finta ripetendo a pappagallo, soffurbe! 😉

      Elimina
    2. ahah Pietro, sei stato birbo!
      Ema, io ho un esempio concreto di donna competente.
      E' vero però che qualche "starlette" donna fa come dici tu: il pappagallo! :D

      Elimina
  18. Ciao Riccardo , ho fatto una capatina e mi sono divertita un sacco a leggere il tutto.
    Io , come moglie di un ex giocatore , di calcio non capisco nulla . Lo ammetto .
    Ti leggo da Claudia , le vostre schermaglie sono troppo forti ...... Ciao

















    RispondiElimina
    Risposte
    1. .. ma non credo che avresti difeso tuo marito, come invece ha fatto istericamente ieri la moglie di Collovati... peggiorando la situazione... ahahah

      Elimina
    2. Grazie Laura per essere passata e per il tuo commento. Mi fa piacere che ti diverta a leggere i nostri scambi di battute :D

      Elimina
    3. @Franco, ahhaah la moglie di Collovati è abituata ai "Bar Sport".

      Elimina

Posta un commento