La maglia del Porto 1996-97, souvenir dal Portogallo


E' stata, cronologicamente, la seconda maglia della mia collezione.

Adidas, il mio marchio preferito. L'abbinamento tra il bianco e blu. Amo questa maglia del Porto, squadra portoghese, della stagione 1996-97.

Il colletto con il bottoncino, lo stemma cucito,  le strisce larghe. Una maglia che risultò indigesta al Milan:  in Champions League fu sconfitto 3-2 al Meazza e al ritorno fu un pareggio 1-1. Io, tifoso milanista, non smisi comunque di indossare quella maglia.




L'ho portata per tantissimi anni, durante le ore di ginnastica a scuola, o in palestra. Un tessuto comodissimo, che ha resistito a tantissimi lavaggi.

La maglia del Porto fu un souvenir dal Portogallo. I miei genitori trascorsero una settimana da soli, in vacanza, nell'estate del 1996, per festeggiare il ventesimo anno di matrimonio. Io rimasi a casa con mia sorella Lucia, che fu impareggiabile donna di casa e cuoca (talento delle donne di famiglia, evidentemente, che forse mia sorella non credeva ancora di avere). La cena migliore che ricordo, di quella settimana, fu quella a base di svizzere e patatine fritte: quella sera fu ospite anche l'amico Francy C., i cui fratelli maggiori erano grandi amici di mia sorella.

Ebbene, al ritorno dal Portogallo, invece di fare una statua a mia sorella, i miei genitori mi diedero quel regalo inaspettato.

Questa maglia è stata peraltro l'ultima maglia del Porto griffata Adidas.


Mia sorella il monumento lo meriterebbe comunque, a prescindere da quella settimana da schiava da padrona di casa! Per oggi però si deve accontentare dei miei auguri di buon compleanno! Auguri Lucy!

Commenti

  1. Risposte
    1. Sì, soprattutto per quell'effetto lucido del tessuto. Molto carina anche per quello!

      Elimina
  2. Una bella maglia e auguri di buon compleanno a tua sorella.
    Sereno giorno.

    RispondiElimina
  3. Una bella maglia legata ad un bellissimo ricordo :) Evitiamo comunque di parlare di Champions che è meglio :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa al Milan di quell'anno, eliminato in un girone con Porto, Rosenborg e Goteborg XD

      Elimina
  4. Maglia che incontra i miei gusti. Auguri a quella santa di tua sorella :-)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In futuro parleremo anche di maglie del Genoa :D, devo trovare le foto della mia maglia preferita del Genoa ^ _ ^

      Elimina
    2. E grazie per gli auguri a mia sorella :)

      Elimina
  5. Eh il Porto, sarebbe stato meglio...però mi associo a fperale, shhh...
    Ah, Auguri a tua sorella ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il Porto è sempre un'avversaria ricercata da tutti tra giorni e ottavi :D.
      Grazie per gli auguri a my sister :)

      Elimina
  6. Non mi stupisco che Lucia sapesse cucinare già da allora, anche se non dev'essere dura soddisfare uno che gioisce dei ravioli burro e salvia...
    Fortuna che lei è brava davvero!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì,hai colto nel segno..accontentare me è facilissimo XD.
      Peraltro oggi sono passati da noi a pranzo, ma io, per andare a lavoro, ho dovuto mangiare prima da solo XD

      Elimina
  7. Al di là della maglia, che peraltro trovo molto bella, mi fa piacere che tu ci abbia raccontato questo spaccato di vita.
    E che bello quando i genitori si ritagliano del tempo per sé e fanno una vacanza da soli, come novelli sposini. Complimenti a tua sorella per l'impegno, oltretutto ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fu una bellissima settimana, ricordo diverse cose. E mi piace parlare di calcio anche tramite questi tipi di ricordi :)

      Elimina
  8. Tra intossicazioni alimentari (dovute a chef pure famosi :( ), influenze e accidenti vari... mi ero persa questo meraviglioso post!!!!!!! <3 Tu sei troppo buono con me... Grazie!!!! :* Quella è stata proprio una bella settimana e ricordo ancora benissimo quanto mi sia divertita a preparare quella cenetta semplicissima per voi. Eravate dei bravi ragazzini ed era un piacere occuparmi di voi. Tra l'altro mi è tornato alla mente un altro ricordo calcistico-culinario: le crepes con la Nutella durante le partite... lì eravate già più grandi! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh è stato un periodo non fortunatissimo. Speriamo che passata la botta fredda di domenica si vada verso un clima più mite e ordinario, tornando alla normalità in tutti i sensi!
      Le crepes con la Nutella, è vero! Ma quelle mi sa che erano anche scisse dalle partite! RIcordo che le facevi quando veniva Enrico "zompa", giusto?

      Elimina
    2. Ricordo anche Kalu e Alby... e guardavate qualche partita, sì!

      Elimina
    3. Sicuramente si ricordano bene anche loro :D

      Elimina

Posta un commento