Appendere le scarpe al chiodo


Appendere le scarpe al chiodo è un'immagine molto utilizzata nella prosa calcistica.
Oggi tocca a me appendere (idealmente) le scarpe al chiodo.
Un momento che prima o poi sarebbe arrivato. Lo avevo annunciato più volte: arriverà quel momento, potrà essere "domani o tra sei mesi", ma arriverà.
E' vero: la proposta professionale legata alle maglia da calcio c'è, è un progetto avviato, ma paradossalmente, allo stesso tempo, ancora in embrione.
Di sicuro sono state settimane complicate sul lavoro.
Mi sono sempre immaginato, sul lavoro, come un mediano di grande quantità, capace ogni tanto di una giocata da vero n.10. Ma di sicuro, il punto centrale di riferimento.
Quando però il n.10 viene (finalmente) acquistato dalla tua squadra e ha talento, spigliatezza e freschezza, il ruolo centrale di riferimento viene a meno.
Devi quindi fare meglio di prima.
Devi svuotare la testa e metterti anche a ristudiare per perfezionarti.
Arrivato a un giro di boa importante, ho deciso di fare un passo indietro, che poi è un passo in avanti, perché proiettato nel futuro.
Vi devo chiedere scusa perché la pausa annunciata è stata solamente un momento in cui mi sono fermato semplicemente a fare un piccolo bilancio e prendere una decisione. Come si fa nel calcio, quando finisce una stagione.
Nel 2017, nel vecchio blog, scrissi un post molto di pancia, duro, ma fu un passaggio fondamentale per sputare fuori le emozioni e iniziare una nuova fase della mia vita. Così è stato. A distanza di due anni, sempre di maggio, la decisione di aprire un altro capitolo.
Mi porto dietro un bagaglio molto ricco, ricchissimo.
Che sia vita vera o virtuale, si costruiscono rapporti, ci si confronta con altre persone, specie quando il blog è lo specchio delle nostre vite, delle nostre passioni, delle nostre emozioni e dei nostri sentimenti.
Come nella vita vera, non nascondo anche le delusioni e le arrabbiature, con la consapevolezza che non è sempre colpa dell'altro, ma c'è sempre anche un personale concorso di colpa. Ma con il tempo le delusioni e le arrabbiature, assieme agli errori commessi, appesantiscono uno dei due rami della bilancia. E allora si fa il passo indietro, perché è giusto così.
Di sicuro c'è la consapevolezza di aver fatto bloggin' con la massima passione e il massimo impegno.
E' un gioco (ah sì, bisognerebbe ricordarsene di più, invece di farne battaglie, ideologiche o meno, o crociate), ma anche un gioco va praticato nel migliore dei modi.
A proposito di gioco, il calciatore ha deciso di appendere le scarpe al chiodo.
Ma non abbandona totalmente il "mondo del calcio".
No, non aprirò un terzo blog e non ci sarà una fase di blogging 4.0.
Semplicemente questo blog smetterà di essere un blog e diventerà un sito (ovviamente non una testata giornalistica) che rimarrà aggiornato (senza scadenze, calendari, piani editoriali) una tantum, anche in considerazione di numerosi post che avevo già preparato.
Mi piace l'idea di lasciare sul web, relativamente al calcio, qualcosa che è solamente confinato solamente in qualche pagina Facebook: ad esempio i disegni dei grandi artisti calcistici.
Non chiamatemi più blogger.
Il blogger ha cessato di esistere.
La persona la incontrerete nuovamente: sperando che la persona non si perda per strada, sperando che sia una persona migliore.
Sperando che sia un mediano più forte, perché un campionato finisce e ne inizia un altro.

Io la strada giusta l'ho persa
quando penso al bloggin' che immaginavo di fare
come la strofa di Vip In Trip era diverso!



Commenti

  1. Beh, sono contento che questa evoluzione porti a un arrivederci e non a un addio.
    Sappi che sei stato l’unico blogger che parla di calcio che ho seguito e il tuo sarà l’unico sito che seguirò! :-)
    E poi, per fortuna, potremo comunque sentirci in altri modi.
    In bocca al lupo! ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Crepi il lupo Orso!
      Ti ringrazio per il sostegno e per le belle parole.
      Ma devo darti anche un'altra notizia XD.
      Ho deciso di concludere la mia collezione di Topolino: l'ultimo numero sarà quello del compleanno di Paperino.
      Anche questa decisione è stata frutto di un ragionamento lungo.
      Ovviamente il mondo Disney rimarrà sempre uno dei miei interessi :)

      Elimina
    2. A me, più che l'abbandono del blogging (sapessi quanto mi sono rotto il cazzo io, a prescindere dagli impegni che mi hanno fatto rallentare, mi ero stancato da tempo, sia per i "ricambini" che per altro, per me però il blog resta una terapia, prima che una dipendenza, quindi non abbandono, per ora) mi ha lasciato spiazzato questa notizia!!! Come abbandoni Topolino??? NON È POSSIBILE! Io che sono uno dei più grandi fan di Superman, mi sono ritrovato a sospenderlo per un paio di volte. Sono certo che in futuro riprenderai a comprarlo ma dopo oltre 30 anni ininterrotti, che ti rendono onore, è un duro colpo per me!

      Elimina
    3. Ma infatti non abbandono, trasformo :D.
      Su Topolino capisco le tue perplessità e anzi ti ringrazio per avere sempre sostenuto questa mia passione. Però ci ho pensato bene...E' una decisione che comunque ho preso in primo luogo per ragioni di spazio XD
      Però ti assicuro che non tornerò indietro.
      Il numero di Natale quello però lo prenderò ancora :)

      Elimina
    4. Per blogging intendevo anche gironzolare nei blog amici (in modo compulsivo, senza saltare un post). Almeno questo ho capito dalle altre tue risposte in basso.
      Se è solo per lo spazio, passa al lato oscuro come me, ti passo le scan digitali, tanto lo trovo ogni settimana, anche il martedì qualche volta 😝
      Se poi ti ha rotto le palle questa edizione moderna, con rubriche di merda e sempre i paperi in abbondanza, allora ti capisco!

      Elimina
    5. Sì è così: diventa una cosa compulsiva.
      Certo che non ho mai rinunciato a una pizza per fare blogging, sia chiaro: ma ho messo troppe volte il giro blog davanti a tutto!
      Per ciò che concerne Topolino, ammetto che nelle ultime settimane ho perso la spinta..troppi giovani autori e sì, probabilmente anche troppi paperi...

      Elimina
  2. Allora ti leggerò ancora anche se non sarà più un blog. Questo mi fa piacere.

    PS: avevi ragione, ci siamo salvati!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Visto??? Ogni tanto becco un pronostico XD.
      Grazie per il sostegno caro Dani :)

      Elimina
  3. Ciao! Io sono comunque contenta di averti conosciuto e di aver letto i tuoi post, che hanno insegnato qualcosa sul calcio perfino a me :-)
    Se la decisione è la più giusta per te e ti lascia tutto sommato sereno, allora è giusto così. Se ogni tanto pubblicherai ancora su questo spazio, ti leggerò volentieri. In bocca al lupo per tutto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvia, crepi il lupo!
      Ti ringrazio per il sostegno e per le belle parole.
      Ovviamente auguro anche a te di raggiungere tutti i tuoi obiettivi.
      Per il bloggin' fallo sempre con lo spirito che ti ha contraddistinto.
      Deve essere un gioco e un divertimento.

      Elimina
  4. Riccardo, che dire. A me questo post mette una tristezza che non so descrivere.
    Mi mancherai.
    Ed ho capito che non smetterai di essere su questo sito, ma mancherà il rapporto quotidiano ed io che tento di non affezionarmi mai invece poi mi affeziono :(
    Non so dire molto altro, spero tu capisca che mi dispiace. Tanto.
    Però in bocca al lupo per tutto e un abbraccio grande grande grande.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie del sostegno e crepi il lupo.
      Sei una bellissima persona e mi rende proprio orgoglioso il tuo dispiacere.
      Perché vuole dire che sono riuscito a trasmetterti qualcosa, a prescindere da fumetti, film, partite e pallonari.
      Ma il dispiacere passerà presto, perché ovviamente non sparirò come persona :).
      Tu fai parte di quel "bagaglio" bello che ho acquisito in questi anni.
      E il "bagaglio" lo porto con me, non lo abbandono.

      Elimina
    2. Tu sei riuscito a trasmettere molto, non solo "qualcosa". Oltre gli argomenti trattati sui tuoi blog si è sempre intravista la persona (Riccardo) ed è una persona notevole. Grazie di non abbandonarci :) questo mi rincuora molto.

      Elimina
    3. Grazie per quel notevole, è un aggettivo troppo importante per descrivere una persona come me.
      Ma c'è un'altra cosa che mi rende orgoglioso.
      Aver trasmesso qualcosa.
      Forse in 34 anni di vita ero riuscito a trasmettere qualcosa solo sporadicamente o a pochissime persone.
      E' forse la mia più grande sfida del domani...Riuscire a trasmettere qualcosa...sempre.

      Elimina
  5. fai una scelta controcorrente...quando più ti senti solo..tu scegli di chiudere ancora di più..
    sei fatto così.
    mi mancherai.
    spero che almeno nella vita "vera"tu raggiunga le tue soddisfazioni..
    un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa è sempre stata vita vera, comunque, anche se con le sue prerogative e caratteristiche. Hai ragione: ci sono momenti in cui ho bisogno di chiudermi. E di fare a pugni con me stesso.
      Vinci la tua battaglia, perché le mie alla fine sono farneticazioni al cospetto di cose molto più importanti, come appunto la tua battaglia personale.
      Da te aspetto delle belle notizie! Mi raccomando :)

      Elimina
  6. Io non c'ho capito niente.
    Leggo quello che ha scritto Dama sopra...non ci sarà più possibilità di interagire con te?
    Il blog si trasforma in sito ( così vedo la differenza;)
    Non sarai più un blogger qua da te ..però se vuoi puoi diventare lettore e commentare su altri blog no?...sarai un lettore di blog come me ;)!!!
    Ti faccio in bocca al lupo, tieni botta ..chi la dura la vince ecc...BRAVO.
    Io ti seguiro' ( in una maniera o nell'altra ;)
    CIAO

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Max...
      Capisco che tu non abbia capito alcune cose: ma dovresti aprirmi la testa per capire tutto XD.
      A parte gli scherzi: questo non sarà più un blog canonico, ma un vero e proprio sito.
      Il lunedì potrei mettere 3 post, poi non metterne più per una settimana.
      Ho bisogno di riscandire i ritmi della mia vita.
      Ho partecipato al bloggin' seguendo, per quanto possibile, il "codice comportamentale" (chiamiamolo così). Ti ricordi i discorsi che abbiamo fatto anche qui o che abbiamo fatto altrove?
      Adesso cambio.
      Nessuno dovrà sentirsi in dovere di venire a leggere da me.
      Potevo benissimo chiudere baracca e burattini.
      Ma ho messo sul web cose che sul web non si trovano (es. disegni dei gol).
      Per il resto ho bisogno di disintossicarmi un po'.
      Ho invaso troppo la blogosfera.
      Io sono un grande solitario: dopo un po' ho bisogno di chiudermi nella mia tana. E fare a pugni con me stesso :)

      Elimina
    2. Grazie ovviamente del tuo sostegno Max!

      Elimina
  7. Attendevo questo post con enorme tristezza.
    Purtroppo, devo dire che hai ragione al cento per cento.
    Molti aspetti della blogosfera disgustano anche me. Basti pensare a quello che ho subito per mano di hater e clone-bloggers. (Sperando che la forma verbale al passato sia, finalmente, definitiva).
    Però, come dico sempre, se questa esperienza è servita anche solo a conoscerti e a volerti il bene puro che ti voglio (anzi, che ci vogliamo), allora ne è valsa la pena, e lo rifarei altre duemila volte.
    Non so se prima o poi prenderò la tua stessa decisione. Mi vien da pensare che sia probabile.
    L'unica certezza che ho è che per te ci sono e ci sarò. Per sempre.
    Perché non ti ho mai visto come il blogger Ricky. Tu per me sei l'amico Riccardo, e ancora sarai.
    Ovunque la tua nave deciderà di virare, io so arrivare fino a lì.
    Un abbraccio fortissimo.
    E uno scappellotto per avermi "rovinato la giornata". <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non mi hai mai visto come il blogger...mi fa onore. E' quello che voglio essere. Non più un blogger, ma una persona a 360°. Sai bene che tu fai parte del mio "bagaglio"..un'immagine non molto bella, lo so, ma rende bene l'idea.
      Il nostro rapporto secondo me è migliorato molto in questi ultimi tempi, si è fortificato, ed è una cosa molto appagante.
      Mi solleva molto non definirmi più blogger e lo sai bene.
      Un abbraccio questa volta più forte del tuo <3

      Elimina
  8. silenzioso rispetto. da me, nella pagina contatti, c'è tutto il necessario per passare a dire "ciao", quando e se vorrai. un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei un grande Germano. Assolutamente sì: soprattutto se l'Inter di Conte dovesse andare bene, da sportivo non mi sottrarrò ai complimenti :D ;).

      Elimina
  9. perché il viale del tramonto si percorre a piedi nudi
    appendile, campione
    e lasciaci una buona immagine di te

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grande citazione, ahah! Anche se da bambino quella sigla un po' mi inquietava, colpa di Elio nudo!

      Elimina
  10. T'ho conosciuto x caso seguendo la Dama, leggendo il tuo profilo ho subito capito di avere "di fronte" una persona colta che per qualche motivo è combattuto, insoddisfatto o altro (scusa se sbaglio). No, non mi sorprende la tua decisione. Alcuni nella blogosfera credono, anche inconsciamente, di trovare quello che manca veramente nella propria vita ma è solo una mera illusione. La vita è tutt'altro e questo lo sai benissimo.
    Che dire...ti auguro il meglio.
    Stasera al consueto giro di rum ti farò gli auguri come si fa da queste parti.
    PS Aspetto anzi pretendo un post su Maradona. Non potrò commentarlo ma sarà come al solito perfetto.
    Forza e onore.
    Filippo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' bellissimo questo tuo commento. E non sbagli. L'inquietudine è sempre stata parte di me, anche se sono una persona che sa accontentarsi e a cui piace accontentarsi.
      Ma sono stato privilegiato comunque, anche sulla blogosfera, perché ho conosciuto persone di valore. TI ringrazio per il pensiero, anche degli auguri.
      Ma tu devi rimanere sintonizzato al mio sito, sei l'unico a cui lo chiedo :).
      Perché ci saranno alcune cose "Taglialatelesche" interessanti :D.
      E anche Maradona ci sarà! :)

      Elimina
  11. Caro Riccardo, se non ho capito male non è che sparisci dal web, vero? Il tuo spazio si trasformerà da blog a sito e questo significa che diventerai sempre più professionale ma noi potremo ugualmente interagire con te o no? Perché mi dispiacerebbe molto non poterlo più fare. Insomma, sul tuo sito potremo senz'altro leggerti, ma passare anche solo per lasciarti un saluto sarà possibile? Perché altrimenti che tristezza. Dammi speranze.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sinfo,
      certo che potrete interagire: ma io ragionerò non più da blogger :)
      Comunque penso che sia giusto per la blogosfera cambiare ed evolversi.
      Sì, ci saranno dei blogger che porteranno avanti il loro progetto negli anni.
      Ma è giusto anche che altri blogger lascino spazio e io sento di essere tra questi.
      Il mio auspicio è che arrivino anche nuovi blogger con idee, freschezza e vivacità :)

      Elimina
    2. Ovviamente parlo in generale: non era un invito a farti da parte :)

      Elimina
    3. Allora che dirti se non in bocca al lupo per questa tua nuova avventura, meriti tanto successo e te lo auguro, di cuore, ti ho sempre detto che sei un giovane uomo intelligente, educato, cortese e queste tue qualità le porterai anche nel tuo nuovo progetto, ne sono certa. Un abbraccio grande e buone cose.
      sinforosa

      Elimina
    4. Perdonami Riccardo, mi puoi spiegare cosa significa “non ragionerò più da blogger”, io non so nemmeno come dovrebbe ragionare un blogger, pensa che ignorante che sono.

      Elimina
    5. Eccomi Sinfo, in tanto crepi il lupo e grazie per le belle parole e per i complimenti.
      Non ragionerò più da blogger, non sarò più un blogger.
      Pubblicherò cose qui, su un blog trasformato sito: non seguirò calendari editoriali, programmazioni giornaliere.
      Chi vorrà potrà leggere e lasciare un commento.
      Il blogging ha le sue (giuste) regole.
      Il bloggin è scrivere, leggere, condivisione di contenuti e di commenti.

      Elimina
    6. Grazie e scusa ancora e io, sebbene di calcio non ne so niente, ti seguirò ancora.

      Elimina
    7. Tranquilla, nessuna scusa mi è dovuta, anzi :)

      Elimina
  12. Ciao Ric in bocca al lupo per tutto, spero comunque di rileggerti ancora..anche nel mio blog, sei fra i commentatori più assidui... e comunque il mio What's App ce l'hai ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per tua sfortuna ce l'ho :D sai che la richiesta spoiler è sempre in agguato.
      Grazie per il sostegno che mi hai sempre dato! Lascio a te e Orso il compito di propagare la "Topolitudine" sulla blogosfera!

      Elimina
  13. Triste il post del commiato, anche se è una tristezza positiva, di cambiamento.
    Che dire: sei stato l'unico a farmi leggere qualcosa (con piacere) sul calcio.
    E ti dico: se hai qualcosa di calcio-pop, il mio blog come sai per te è sempre aperto.
    E non solo quello (no, non parlo dell'orifizio anale :p)
    Grazie di tutto, sei (stato?) davvero un ottimo blogger.
    In bocca al lupo per il lavoro, anche se io non mi ci ucciderei più di tanto fino a che lo stipendio resta quello: fai crepare gli altri e goditela, baby! :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il tuo commento è la chiosa ideale.
      Ti ricordi l'inverno del 2017?
      Il tuo blog mi ha dato spinta per aggiornare il mio vecchio bazar.
      Tu sei stato il mio primo lettore-commentatore.
      Quindi la colpa della mia presenza sulla blogosfera è tua XD XD XD
      Comunque oggi sul lavoro è stata una giornata stupenda.
      Con la testa libera, concentrato al 150%. Da quando ho preso questa - chiamatela pure futile - decisione, mi sento molto più carico.

      Elimina
  14. Prima volta che scrivo,da buon lurker.la caratteristica principale dei tuoi blog è sempre stata la gentilezza,a differenza di altri basati su presupponenza ed egocentrismo.Mi mancherà la tua cortesia,qualità che nella blogsfera manca.Sei una persona,non un blogger,termine di cui tanti,troppi,si riempiono la bocca.
    Buona fortuna qualunque sia la tua strada.lkr

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per aver seguito i miei blog :). Le tue parole mi fanno molto piacere, mi rincuorano anche.
      Anche perché venerdì scorso sono stato scortese, nel lavoro, con colleghi e con una persona "esterna". Anche quello mi ha fatto capire che probabilmente avevo la testa troppo piena di cose.

      Elimina
  15. Dai tuoi commenti , sei una persona di tutto rispetto .
    Ti auguro il meglio per il tuo futuro .
    Non ho capito se ti ritroverò altrove .
    Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Laura delle belle parole e grazie anche per essere passata qua :)

      Elimina
  16. Ho cercato di leggere nel tuo post, anche quello che è rimasto un po' nascosto tra le righe. Stai passando un momento difficile dal punto professionale per cui, ci sta tutto, che tu debba concentrarti su quell' aspetto del tuo futuro che è fondamentale. Il blogger va, l'uomo che ho conosciuto e che ho imparato a stimare attraverso la sua pagina e le sue parole scritte, cresce e si evolve. In bocca al lupo per tutto e se ti verrà un pochetto di malinconia ci troverai sulle nostre pagine. Spero di leggerti ancora, qua e là. Un abbraccio grande💛

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Difficile no, ma complicato sicuramente. E in questi giorni ho ritrovato un po' di fiducia grazie ad alcune "buone prestazioni". La testa fa davvero la differenza: bisogna sgomberare i pensieri che possiamo appunto rimuovere.
      Crepi il lupo e speriamo davvero di essere ogni anno che passa un uomo migliore.
      Grazie di cuore anche a te per il tuo bel commento :)

      Elimina
  17. Tu hai già vinto, perché io stesso pensavo - quando decidesti di aprire un blog monotematico - che sarebbe stato un semi suicidio mediatico, e invece hai dimostrato di saper coinvolgere un pubblico più che eterogeneo, ma con le tue regole. Una cosa della quale non credo, almeno io, di poter essere capace. Ora ti appresti ad un ulteriore balzo in avanti, e ce la farai, sicuramente, perché hai fegato, non sei certo un cagasotto come il nostro Gattuso, le partite le giochi per vincere, il pareggio è solo l'estrema ratio.. aspetto fiducioso.. un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per le belle parole.
      Mi fa piacere che tu abbia apprezzato l'idea del parlare di una materia spezzettandola in diverse declinazioni.
      Gattuso però ha fatto un'uscita di scena molto bella.
      Infatti al momento giusto bisogna sapersi congedare in un buon modo :)

      Elimina
  18. Per me non è un addio ma un arrivederci...Anche io sono un po sparita...succede, è la vita, si ha bisogno dei propri tempi, di nuovi ritmi, di pause...Io ti sono veramente grata per tutti i tuoi bellissimi commenti, il tempo che hai impiegato per rispondermi e sapere come stessi, davvero è stato come trovare un "caro amico" virtuale ma carissimo! Ho letto un po le risposte che hai dato agli altri per capire cosa cambiasse o meno...L'importante è che tu sia felice e faccia le cose che ti fanno stare bene! E' sempre stato interessante leggerti, alcune cose che leggevo qui sul calcio mi facevano passare per super figa con i miei amici...Non perdiamoci, un bacione e attendo di vedere la novità!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Fede...è un addio e un arrivederci allo stesso tempo. Addio al blogger, arrivederci alla persona :). E a proposito di persona, alla tua mi sono affezionato subito, non solo perché siamo corregionali. Mi è sempre piaciuto il fatto che tu sia una persona molto profonda e riflessiva, ma anche impetuosa, che prende di petto la vita.

      Elimina
  19. Uh peccato, mi dispiace tanto, ma spero rimarrai a girovagare da queste parti, la tua presenza è indispensabile, buona fortuna ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per le belle parole, mitico Peter :), ma a prescindere dai blog: chi ha bisogno di me, puo' tranquillamente scrivermi su whatsapp, sulla mail, anche nei commenti qui...
      Il blogger non esiste più, ma la persona sì! :)

      Elimina
  20. Sarebbe interessante il ragionamento intrinseco da non più da blogger, che mi piacerebbe approfondire, per capire le tue motivazioni, se ti va.
    Ti riferisci al do ut es per amicizia o per interscambio, al fatto di non essere obbligato a visitare altre lande virtuali, al non dover rispondere ai commenti e a non avere scadenze di pubblicazione?
    Queste cose potresti averle perfino con il blog stesso, secondo me.
    Comunque per me non cambia nulla, nel senso che continuerò ugualmente a leggere i tuoi articoli, basta che mi/ci fai sapere il link.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avevo letto già il tuo commento Pirk e ammetto di aver pensato molto alla tua domanda.
      Sai qual è la verità profonda della cosa?
      La dipendenza.
      Quando mi appassiono ad una cosa, ne divento dipendente (E per fortuna non bevo, non fumo e non uso droghe).
      Io vengo a leggere sui blog perché si innesca un meccanismo, nella mia testa, che mi porta a dover e voler leggere. La dipendenza ti spinge a preparare continuamente post nei ritagli di tempo, perché vuoi rispettare un calendario editoriale. Il bloggin' diventa una dipendenza che spesso finisce anche per distrarre sul lavoro. E' vero, i blog si leggono nelle pause, ma talvolta è capitato di voler leggere o rispondere un commento mettendo in standby il lavoro. Ed è sbagliato.
      Così a un certo punto sbatto la faccia, mi fermo e inizio a ragionare.
      Si considerano tutte le cose, non solo il bloggin' e il lavoro.

      "Ma con il tempo le delusioni e le arrabbiature, assieme agli errori commessi, appesantiscono uno dei due rami della bilancia. E allora si fa il passo indietro, perché è giusto così".

      Questo è il risultato della mia autoanalisi.

      Il sito non è altro che questo blog: si è già "trasformato".

      Elimina
    2. Sono d'accordo con te, anche se io soffro più di senso di colpa quando non scrivo, però quando non lo faccio " per forza " mi sento più sollevato e leggero, quindi capisco ed approvo il tuo punto di vista.
      Evidentemente ti sei dato troppo, il che di per se è una bella cosa, che denota impegno e serietà anche in una cosa da tempo libero come il blogging.
      In bocca al lupo per tutto, ma io mi auguro di rileggerti, non solo qui ma ovunque. :-)

      Elimina
    3. Grazie Pirk e crepi il lupo :)

      Elimina
  21. Spiace essere sbarcato qui solo sul finale, ma di contro sono contento di averti conosciuto, sebbene in maniera virtuale. Attendo eventuali sviluppi con ansia....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Obs!
      Beh gli sviluppi...son già questi.
      Il blog diventa sito, ma rimane questo :)
      Con pubblicazioni random (anche perché ho ancora tantissimi post in programmazione e mi dispiaceva cancellarli e chiudere tutto).

      Elimina
  22. Domani rispondo a tutti..intanto grazie di cuore

    RispondiElimina
  23. Rispetto la tua decisione, la blogosfera inizia a rispecchiare la realtà di questo Paese, anch'io sono stanco di tutto questo odio e la mancanza di rispetto che gira, d'altronde dietro al virtuale esiste il reale.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cav, tu porta avanti le tue battaglie contro il proliferare di cattiveria, ignoranza e fake news. C'è bisogno ...dei cavalieri del web :)

      Elimina
  24. Riccardo adorato, sei uno tra i blogger migliori io abbia conosciuto: per i contenuti, per la tua maniera di approcciarti agli altri, per la tua educazione, per la partecipazione, per il rispetto che hai sempre dimostrato in qualsiasi occasione. Sono onorata di averti conosciuto. Sono onorata se non ci perderemo di vista. Sei diventato un amico. Il blog alla fine è stato solo un mezzo per arrivare alla persona. Anche io sto latitando dalla blogsfera, come sai i miei tempi si sono drasticamente ridotti... Ma per un amico ci sarò sempre. Per te, sempre. Ti voglio bene e ti abbraccio forte forte <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore amica mia, come ho detto spesso sei un'ottima avvocata (sì, si può dire al femminile :D) per il sottoscritto.
      Il futuro mi spaventa un po', lo ammetto: nel caso verrò a bussarti per un po' di sostegno :D

      "Ma per un amico ci sarò sempre. Per te, sempre. Ti voglio bene e ti abbraccio forte forte <3"

      E' così, anche per me.

      Elimina
  25. Sei una persona speciale e mi stupisco che ancora ci sia gente come te. Abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per le bellissime parole Gus. Spero di essere all'altezza di questa tua ultima investitura.

      Elimina
  26. Sono in disparte da un po' di settimane, mi ero persa questo tuo post.
    Ognuno deve stare bene con se stesso nelle cose grandi e importanti della vita come in quelle piccole. E ci sono cose, sensazioni, esigenze, pensieri, che non sempre sono comprensibili in pieno perchè sono molto personali, ma io credo di aver compreso quanto basta il tuo discorso di commiato come blogger e ti mando un abbraccio e un in bocca al lupo per tutto ciò che hai in cuore e in mente di fare :) ciao Riky!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero Maris, anche tu hai messo in pausa il bloggin' perché ci sono cose più importanti a cui dedicare tempo e attenzioni.
      Hai visto: ti rispondo tre giorni dopo, ma non riuscivo più a stare tutti i giorni concentrato sul blogging, che pure mi ha fatto conoscere belle persone e provare belle sensazioni.

      Elimina
  27. Mi sono presa un po' di tempo prima di lasciarti un commento. Volevo dirti tantissime cose, ma ora, in particolar modo, voglio farti i tanti complimenti che ti meriti. Ovviamente, come ho fatto sin dal  primo commento, ho sempre scritto alla gran bella persona che sei, e che scrive nel suo blog.  Sempre elegante, gentile, competente, con una grande passione: il calcio. Ma capace, spesso e volentieri, di far ruotare con grande maestria, attorno ad un pallone, qualsiasi argomento. Apprezzare il tuo modo di pensare e di essere, è stato facile. Nei tuoi post o nelle tue risposte ai commenti: non eri mai scontato, c'era sempre una frase ad effetto, un pensiero particolare... sia dettato dalla grande preparazione ma, soprattutto, dalla passione, e questo mi colpiva e mi faceva sorridere... Sei riuscito a farmi districare, a tal punto da renderlo interessante, un elaborato argomento come il calcio (in particolar modo quello odierno). Senza i mondiali, le mie conoscenze calcistiche, negli ultimi anni, erano sempre più risicate. Sappi che, accomunerai i miei professori preferiti (quelli che ho conosciuto durante gli studi, e nella vita), quelli importanti, quelli che ti insegnano che: qualsiasi argomento, anche quello che non ti piace, o non lo   consideri interessante... se insegnato con competenza entusiasmo e passione... riesci ad apprezzarlo e a farlo tuo. Nell'arco degli anni si impara ad amare sempre cose nuove, però cresce anche la consapevolezza, e saper scegliere "il professore" che te le insegna, è un tutt'uno. Impari a riconoscerlo subito, proprio perché: con le parole giuste, ti fa  apprezzare cose che consideri astruse. Devo dirti che, non provo nessun rammarico, anche se hai deciso di lasciare proprio nel momento in cui, la mia "preparazione", prendeva una bella piega... forse perché hai salutato con una frase, a me tanto cara: "appendo le scarpe al chiodo"... Anno dopo anno passano tante cose, ne succedono tante altre, ma quella metafora l'ho usata solo per le cose belle a cui, momentaneamente, regali una pausa. Le "appendi" ma, proprio perché stanno sempre lì, appese, puoi sempre rimirarle... E, sempre appese, ti danno la possibilità (col tempo), di riflettere se lasciarle lì, cambiarle di posto, o "rinfilarle"... Grazie, grazie davvero, per tutto quello che mi hai regalato. Un altro grazie, te lo devo: quello che non capivo con le parole (per demerito mio, non tuo), me lo hanno spiegato i fantastici disegni che hai pubblicato. Ed infine, un augurio: fai, e scegli di fare, sempre e solo quello che ti rende felice. Un abbraccio.
    Paola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Paola, grazie di cuore per il bellissimo messaggio.
      In realtà ho tolto i panni da blogger e porto avanti questo progetto come sito (ho anche acquistato il dominio).
      Chi vorrà leggere e commentare sarà sempre ospite gradito, ma per una serie di motivi, in primis il tanto tempo dedicato, ho fatto la scelta di non essere più un blogger canonico. Penso però di aver sempre fatto il possibile come lettore e commentatore.
      Sui disegni hai detto bene: infatti voglio pubblicare questi disegni, anche perché gli stessi autori non hanno conservato le copie delle vecchie riviste, e anche loro possono rivedere le loro opere.
      Ammetto che in questo mese ho provato sensazioni positive. Devo cancellare le ultime due estati che hanno avuto dei lati belli (la conoscenza di alcuni amici qui sulla blogosfera), ma anche lati negativi (e questi lati negativi mi hanno fatto provare nostalgia per le estati dal 1995 al 1999..).
      Grazie ancora dunque e grazie per le belle parole che hai sempre speso per me. E grazie per il sostegno.

      Elimina

Posta un commento