Jim Leighton, il portiere sdentato


Jim Leighton, scozzese classe 1958, è un portiere noto anche ai non appassionati di calcio. Perché lo trovate facilmente in quelle "classifiche" dei giocatori...brutti. Nel mondiale del 1998 in Francia, a 40 anni, Jim difese i pali della sua Scozia.
Sorprendentemente tolse la titolarità ad Andy Goram, estremo difensore dei Glasgow Rangers.
Altrettanto sorprendentemente si presentò in campo con crema protettiva sulla fronte e un sorriso..sdentato.
Come altri giocatori scozzesi infatti aveva una dentiera (all'epoca ancora non c'erano gli impianti dentali?) che per comodità si sfilava prima di scendere in campo.
Così il buon Jim è finito nelle classifiche..dei calciatori brutti.

"Sorrida, prego sorrida"

Leighton è stato però molto di più di un personaggio da celebrare in pagine umoristiche dei social network. Quattro partecipazioni ai mondiali: nel 1982 da riserva, nel 1986, nel 1990 e nel 1998 da titolare (nel 1994 la Scozia mancò la qualificazione). Militò anche nel Manchester United, allenato dallo scozzese Alex Ferguson, che però lo mise in panchina nel 1990 nella gara di ripetizione della finale della Fa Cup con il Crystal Palace. Il suo sostituto Les Sealey mantenne la porta inviolata e il Manchester vinse il trofeo. Leighton avrebbe poi lasciato lo United per fare spazio alla leggenda danese Peter Schmeichel. Un anno di Premier League al Reading e poi il ritorno in Scozia: Dundee United, Hibernian e Aberdeen.


In nazionale, nei mondiali italiani del 1990, Leighton fu protagonista in negativo. La gara con il Brasile, terminata 1-0, fu decisa da un suo macroscopico errore: non trattenne un tiraccio di Alemao e dopo un primo rimpallo con Careca, la sfera arrivò a Muller che da due passi segnò il gol partita.
La Scozia chiuse il mondiale con tre partite e tre sconfitte. Nel 1998 la Scozia fece soffrire il Brasile nella partita inaugurale: la Selecao vinse 2-1 grazie a uno sfortunato autogol di Boyd.  Gli scozzesi chiusero il mondiale pareggiando 1-1 con la Norvegia e perdendo 3-0 contro un ottimo Marocco.


I LOOK A FRANCIA 98: il look di Leighton ai mondiali del 1998 fu degno di nota non solo per la sdentatura...Il portiere infatti indossò uno splendido completo rosso-rosso scuro con bande nere.


L'altra divisa era bianco-nera (particolarità, il retro tutto bianco), con due "v" colorate con il blu tipico della divisa scozzese.



Commenti

  1. sei un'enciclopedia vivente. non lo ricordavo, davvero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahh grazie! Jim lo ricordo bene.
      Ho anche una maglia da portiere della Scozia (ma senza numero e nome :D)

      Elimina
  2. Ti svelo un segreto: era il fratello di Dracula.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah, il fratello "spuntato" :D, con quei canini lì!

      Elimina
  3. In effetti è bruttino ma, del resto, non occorre essere adoni per essere buoni portieri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bruttino..sei stata buona XD.
      Che poi è stato un discreto portiere, niente di eccezionale.
      Di eccezionale c'è stata la sua longevità :)

      Elimina
  4. Puro esibizionismo forse? Mi sembra che esistevano già gli impianti, e quella crema poi, mah...
    Comunque non lo ricordo per niente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo comodità :D, probabilmente.
      Sì, nel mondiale del 1998 la Scozia fu una meteora..eliminata subito!

      Elimina
  5. Effettivamente è abbastanza brutto.
    Ma perché la crema solo sulle sopracciglia??
    Non era meglio spalmarla su tutto il viso? O forse aveva paura di perdere lo scettro della bruttezza? 🤣🤣

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahhaahhaha forse era sensibile alle scottature in quella parte XD

      Mi fa ridere il "bruttino" di dama, "l'abbastanza brutto" tuo..
      è proprio brutto il buon Jim :D

      Elimina
    2. 😂😂
      Siamo due personcine a modo.. 😉

      Elimina
  6. Di sdentato conosco Jordan, mi pare, lo Squalo...
    Lui non lo ricordavo. Con la crema sulle soprascimmia è al limite del trash, devo dire.
    Carriera comunque non male.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravissimo! Joe Jordan, appunto lo squalo, era famoso per la sdentatura XD.

      Elimina
  7. Che grande Jim!! Uno squalone come Jordan (connazionale) e Beardsley!!

    Ricordo benissimo ai mondiali del 98 e la partita inaugurale dove tifavo Scozia... Bellissimi i suoi completi Umbro tra l'altro!

    Se mi permetti una postilla al tuo bell'articolo, lo ricorderei anche per lo strepitoso Aberdeen sempre guidato da Sir Alex Ferguson che, seppure per poco tempo, riuscì a spezzare in Scozia l'egemonia delle due squadre di Glasgow (comportandosi molto bene anche nelle coppe europee per altro)!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo: bisogna dare atto anche di quel ciclo estremamente positivo.
      Certo la carriera di Jim è stata fatta di alti e bassi..forse però più bassi che alti :D

      Elimina
    2. C'è anche da dire, a sua parziale discolpa, che giocando nella nazionale scozzese non è che abbia potuto mai godere di chissà quali soddisfazioni purtroppo!
      Poi io sono un po' di parte perché mi stanno molto, molto simpatici...la Tartan Army è un piacere vederla, penso che sarebbe carino guardarci una partita insieme!

      Sir Alex toppò solo in nazionale alla fin fine, vedi 1986: un disastro quella Scozia anche se globalmente era una squadra molto migliore di tante altre!

      Parentesi: Purtroppo per la Scozia i casini vengono sempre fuori alla stretta finale 😒 ad esempio vedi i mondiali 1978 dove arrivarono addirittura fra i favoriti per la vittoria (gran parte della benzina la buttarono sul fuoco i soliti tabloid c'è da dire, eh!).
      Beh fu un fallimento pressoché totale se non per la splendida prova contro l'Olanda -già praticamente qualificata peraltro-)

      Chiusa parentesi, tornando a Ferguson, da lì in poi Manchester United e il resto della storia la conosciamo...guarda alle volte le "sliding doors"!!
      Se fosse rimasto in nazionale dopo il mondiale '86 probabilmente non avremmo vissuto una parte importantissima del calcio moderno!

      Elimina
    3. Mi gasa questo tuo commento!
      Io ho sempre visto la Scozia come una squadra un po' "sgraziet" :D.
      Mi piaceva molto il portiere Craig Gordon, oltre all'idolo McCoist!

      Elimina
  8. Ma perché? 😂
    Io non capisco quelli che con un minimo di conto in banca non si rifanno denti, trapianto di capelli, nasoni, ecc...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah, una volta non si guardava così tanto all'estetica! Al calciatore per fare faville con le donne bastava il portafoglio...

      Scherzo :P

      Elimina
  9. Guarda Ricky io sono un cultore del calcio britannico, ci sarebbero un sacco di belle storie da raccontare... Anche Alan Rough era un buon portiere 😊 Ally McCoist grandissimo, devi beccare quel film che ti dicevo sennò te lo passo in qualche modo con wetransfer!! Io stimavo tantissimo anche Gary McAllister, numero 10: piccoli club, Leicester e Coventry (quel buon periodo metà-fine anni 90) ma soprattutto quel grande Leeds (vittoria Campionato e Charity Shield 91-92...minor numero di sconfitte, miglior attacco e maggior numero di vittorie) di cui il capitano guarda caso? Un altro scozzese: Gordon Strachan! Poi altri non scozzesi famosi David Batty, Lukic in porta...e il debutto di Cantona nella premier! Squadra che oltretutto ha gettato in qualche modo le basi di quello bello bello che verrà di O'Leary!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caspita LUKIC!!! Che nome mi hai citato...lo ricordo da secondo portiere dell'Arsenal! Gordon Strachan è un mito anche per me :D. Batty era fortissimo a Pc Calcio :D.
      A me di scozzesi piaceva Collins del Monaco!

      Elimina
    2. È vero!! Lukic era dell'Arsenal!! 😉 E infatti il Leeds lo pago un occhio della testa! Uno dei trasferimenti più costosi per l'epoca...

      Elimina
    3. Di Lukic ho solo quel ricordo :D forse l'ho "incontrato" in Sensible Soccer!

      Elimina

Posta un commento