Galleria d'arte Gabriel Omar Batistuta (disegni dei gol)


Gabriel Omar Batistuta è stato uno degli attaccanti più forti del calcio mondiale. Argentino classe 1969, ha segnato 182 reti in Serie A: 154 con la maglia della Fiorentina (marcatore n.1 della storia dei "Viola").

Recentemente Batistuta è tornato a parlare dei guai fisici che lo stanno perseguitando da anni: problemi alle caviglie, a causa della cartilagine quasi consumata. Lo stesso problema che costrinse Van Basten al ritiro prematuro. Batistuta ha dovuto affrontare un vero e proprio calvario e in un momento di grande sofferenza ha pensato addirittura all'amputazione delle gambe. Oggi sta portando avanti una riabilitazione, seguito da un team di specialisti, usando in particolare un tutore applicato sulla caviglia sinistra: "Fra 40 giorni, tolto il tutore, sapremo se il dolore è scomparso e potrò finalmente camminare come una persona normale”, ha confidato al Corriere della Sera.

Oltre a fare un grosso "In bocca al lupo" a Batigol, vogliamo anche celebrarlo con le sue prodezze sul campo.

Nel campionato 1994-95 Batistuta segnò 13 reti in 11 partite consecutive, superando il record in precedenza appartenuto a Ezio Pascutti.

Ecco le moviole, realizzate da Simone Baruffi, dei dodici gol con cui Batistuta eguagliò il record di Pascutti (cliccare sopra le immagini, poi un click con il tasto destro per aprire in nuova scheda del browser e ammirare i disegni a risoluzione originale) pubblicate sulla Gazzetta dello Sport dell'epoca.



La rete più bella è la splendida girata di destro con cui infilò la porta della Cremonese. Ma in questi dodici gol c'è tutto: il diagonale teso a incrociare sul palo opposto, il gol di rapina, la punizione radente, ma anche una rete con il mancino.


Dal Guerin Sportivo, il gol n.13 che ha permesso a Batigol di superare il record di Pascutti: un rigore segnato in Fiorentina - Sampdoria 2-2.

Commenti

  1. Avevo letto dei suoi problemi di salute e mi son detta "caspita!". Non credevo che i calciatori rischiassero così tanto.
    Mio padre ci aveva solo rimesso un ginocchio. Dicevo che il suo era bionico, visto che ormai aveva menischi e crociato "di ferro".
    Quindi, mi pare di capire che gli sia andata bene. Posto che smise di giocare da giovanissimo e che i suoi ritmi non erano sicuramente quelli di un campione di serie A.
    Comunque spero che Batistuta possa tornare a sorridere e a camminare senza questi dolori logoranti, per vincere una nuova e importantissima partita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo anche il calcio presenta un conto salato, spesso.
      Bati avrebbe dovuto fare come Van Basten: smettere prima di giocare.
      Ci sono poi pagine nere di questo sport che ovviamente esulano dal caso Batistuta...parlo di morti "sospette".

      Elimina
  2. Me lo ricordo bene ai periodi della Fiorentina e della Roma.
    Un ottimo calciatore.
    Mi dispiace molto che abbia questi problemi di salute :( incrocio le dita per lui affinché tolto il tutore scompaiano i dolori.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere che tu te lo ricordi :)
      Ricordi quella volta che fece una dichiarazione d'amore alla compagna davanti alla telecamera, dopo uno splendido gol?

      Elimina
    2. Ma poi l'ha sposata o ha segnato per molte altre? 😂😂😜

      Elimina
    3. Certo che l'ha sposata :) una bella storia d'amore!

      Elimina
    4. IRINA TE AMOOO!! 😄😄

      Elimina
    5. Dopo il gol nella supercoppa italiana al mio Milan :D

      Elimina
    6. Argh!! Per te non dev'essere un bel ricordo....per papà lo era, da viola sfegatato! 😉😄
      Comunque quell'inquadratura è passata alla storia! E quanto era bella quella seconda maglia della Fiorentina 🤩🤩

      Elimina
    7. Fece comunque un gran gol, da applaudire anche da tifoso rossonero!
      Tutte le maglie erano belle :D comprese quelle del Milan!

      Elimina
    8. Ne convengo con tutto!

      E spero che riesca a rimettersi in piedi come si deve, poveraccio sapevo della tipologia di "infortunio" ma non ero a conoscenza di tale gravità!

      Mio suocero per un guaio simile derivante da vita calcistica intensa, dopo tanti anni, si è deciso solo l'anno scorso a farsi operare e mettere una protesi con snodo alla caviglia: prima per scendere le scale, camminare e per guidare (insomma per tutto) faceva una fatica tremenda! E aveva pure iniziato a viziare il piede tutto storto...bastava un piccolo dislivello sulla strada a piedi per fargli vedere le stelle! Ora dice sempre "perché non ci ho pensato prima anziché a 64 anni?"

      Elimina
    9. Per fortuna oggi la medicina ha fatto passi da gigante. Magari oggi un problema come quello di Bati e di Marco Van Basten riesce a essere contenuto...

      Elimina
    10. Eh no Riccardo, la dichiarazione d'amore non me la ricordo :D
      Vedi che alla fine non sono tutto sto romanticismo :D me lo ricordo di più in campo.

      Elimina
    11. Comunque, come sottolineato da Dave, era il celebre IRINA TE AMO! :D

      Elimina
  3. Un bomber di razza vero e proprio, impossibile dimenticare, anche se è sempre stato un rivale ;)

    RispondiElimina
  4. Ti dico solo che per me è impensabile non pensare (!) a un grande amico delle scuole medie.
    Gli ho girato questo articolo.
    Non sapevo dei problemi alle gambe, mi dispiace tantissimo... addirittura pensare all'amputazione :o

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso che quella dell'amputazione fosse proprio un'idea disperata! Speriamo Bati si guarisca.
      Intanto grazie per aver linkato questo post al tuo amico!

      Elimina
    2. Per aver pensato a quella soluzione deve aver sofferto pene indicibili.
      Mi dispiace infinitamente :(

      Elimina
    3. Davvero...ora speriamo finisca tutto bene!

      Elimina
  5. Che grande giocatore che era, mi è spiaciuto solo che non sia mai arrivato alla Juve :) Spero anch'io che stia presto bene

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ammetto di non aver mai pensato a Batigol in maglia rossonera :D.
      Anche perché io stravedevo per George ^_^ Weah

      Elimina
  6. Mi piace moltissimo questo genere di sensibilizzazione umana anche ad un livello calcistico...si riesce a guardare la vita con profondità ...partecipi sia nei momenti di gloria di un calciatore che in quelli di sofferenza come persone!

    Mi unisco a te e tutti coloro che gli augurano del bene.


    L.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Partecipi nei momenti di gloria di un calciatore e in quelli di sofferenza come persone...
      Quanto è bella la parola PARTECIPAZIONE?

      Elimina
    2. Quanto è bella la parola PARTECIPAZIONE?

      Forse dal momento in cui si guarda non solo come quantità ma come qualità di partecipazione?

      Ciao Ricky e grazie

      Elimina
    3. Quantità e qualità..
      parole che spesso si sentono nei blog...
      Nella vita è difficile perseguire la qualità...
      A volte la qualità è un lusso che non possiamo neppure permetterci..

      Elimina
  7. Un grande attaccante, un in bocca al lupo per la sua salute.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un grandissimo attaccante e mi unisco anche io al tuo in bocca al lupo!

      Elimina
  8. Ho saputo di Batistuta qualche anno fa e ricordo che mi ha sconvolto!

    Ora, del suo periodo alla Fiorentina, mi è tornato in mente il conte Uguccione, quando cantava il coro "bati-gol". Voglio un post su di lui 😂

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mamma mia, che cult il conte Uguccione! E che tempi d'oro, per Mai Dire Gol!

      Elimina

Posta un commento