Il cartellino: il portiere che para in ricordo della sorellina scomparsa

Foto Il posticipo

CARTELLINO VERDE: Ionut Radu (portiere Genoa). All'età di 9 anni, in Romania, il futuro portiere tornò a casa dopo una mattinata trascorsa a scuola e la madre gli comunicò una terribile notizia. La sorella 14enne, malata, non ce l'aveva fatta. Da quel giorno Radu, come raccontato in un'emozionante intervista alla Gazzetta dello Sport, ambisce ad affermarsi nel calcio in memoria della sorella Ema, il suo angelo custode. Prima di ogni gara, il portiere oggi in forza al Genoa, ma di proprietà dell'Inter, lega alla rete una t-shirt con stampata la foto della ragazzina. Cartellino verde, come la speranza che la vita non possa mai finire, anche dopo la più grande delle sconfitta, la perdita di un nostro caro.

CARTELLINO VERDE: Domenico Morfeo (ex attaccante). Cosa fanno i calciatori, una volta appese le scarpe al chiodo? Diventano allenatori, preparatori atletici o dei portieri, procuratori...Oppure si riciclano come opinionisti. C'è però chi brilla per doti imprenditoriali. Domenico Morfeo, talentuoso attaccante che in Serie A ha vestito le maglie di Atalanta, Fiorentina, Milan e Parma, oggi è un fulgido esempio di abilità imprenditoriali. Ha aperto in Abruzzo un centro commerciale e due locali a Parma, un bar e una pizzeria, come racconta l'ultimo numero di Sportweek, l'inserto settimanale della Gazzetta dello Sport. In bocca al lupo a Domenico, grande calciatore, ma anche persona di notevoli qualità.

CARTELLINO GIALLO: Moise Kean (attaccante Everton e Italia Under 21). Il giovane talento azzurro rischia di diventare il nuovo Balotelli. In negativo. Con la nazionale Under 21, nella partita contro l'Irlanda, entra e viene espulso per un'ingenua spinta di reazione a un difensore avversario. Una vera e propria "balotellata". Non la prima in azzurro: lunga la lista di intemperanze (addirittura ai tempi dell'Under 19 uno sputo dalle scale nell'albergo in cui la squadra era alloggiata).  Intanto il piatto piange anche dal punto di vista tecnico: nell'Everton, squadra che lo ha ingaggiato in estate dalla Juventus, sta trovando poco spazio. Serve un bagno di umiltà.

CARTELLINO ROSSO: Faustino Asprilla (ex attaccante Parma e nazionale Colombia). Asprilla in Italia lo ricordiamo tutti per prodezze sul campo e colpi di testa fuori dal campo. E' tornato protagonista delle cronache per un'operazione alla mano dovuta, ha detto lui, all'eccessivo uso di Twitter che ha finito per stressargli la mano e a costringerlo all'operazione. Ovviamente tutto ciò lo ha scritto su Twitter.


Commenti

  1. Non sapevo la storia di Radu, molto toccante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Neppure io, è stata una lettura toccante.
      Auguro al ragazzo ogni bene :)

      Elimina
    2. Leggevo una citazione che potesse definirti ,quando scrivi simili post... e mi è molto piaciuta questa:

      Il gornalismo consiste principalmente nel dire ‘Lord Jones è morto’ a persone che non hanno mai saputo che Lord Jones fosse vivo.
      (GK Chesterton)

      Ecco tu hai stravolto questa citazione che dimostra il suo opposto:

      Il gornalismo consiste principalmente nel dire ‘Lord Jones è vivo a persone che non hanno mai saputo che Lord Jones fosse morto
      (GK Chesterton)


      In tutte e due le citazioni anche se una e' stravolta si muore comunque mi dirai ,vero?

      Ma...la differenza è proprio la capacità di valorizzare l'esistenza e la permanenza (vita) anche se per poco tempo di una persona!

      Radu si è auto premiato tenendo accesa la memoria di sua sorella...e tu...tu caro Ricky sei quel "cronista" con l'animo nascosto dal RI/portare la memoria di altre memorie!

      Ciao...

      Elimina
    3. Che bello questo commento..e che bella quella citazione.
      E' vero, di solito il giornalista racconta che è morta una persona che molti non sanno neanche che fosse esistita..
      Riuscire a stravolgere questo principio è qualcosa di speciale...
      Ho scritto un articolo su un'insegnante morta pochi giorni prima dei suoi 100 annik, molto nota in paese..
      Ne hanno parlato tutti bene, di quest'articolo..
      che sia riuscito con poco a raccontare che questa persona sia ancora viva, nonostante la morte?
      sarebbe un raggio di sole in giorni tristi e nuvolosi..

      Elimina
    4. Mi hai scritto dell'articolo fatto su quella donna prima dei suoi cento anni?

      Non è una dimostrazione questa, di quanto detto prima?

      Non ho avuto il piacere di conoscere più da vicino questa persona,Lord Jones...ma grazie a te adesso la sento viva nonostante la morte!

      La tua impronta è particolarmente bella perché riesci a lasciare un segno interiormente non solo del tuo passaggio ma di chi quel passaggio lo ha donato a te!

      Quei passi sono esattamente impronte sulla neve,su quel bianco della purezza interiore ...

      Spesso le persone attendono quei passi posticipando continuamente...
      aspettano la stagione invernale ...momento del freddo atmosferico in sintonia con quello corporeo...la dimostrazione visiva esteriore della propria impronta da condurli a dire :io sono vivo ed esisto!

      Nulla di sbagliato in questo se non la pazienza nell'attesa di un ulteriore seguito ,sperimentando che non esistiamo una stagione soltanto ma si fiorisce in tutte le altre con la purezza interiore!Non a caso il "bianco" è la somma di tutti i colori ...(io lo associo alle stagioni...)

      Ti abbraccio Ricky... ciao



      L.

      Elimina
    5. Questo bel tuo passo mi ricorda invece la nostra amica Dama Bianca..non trovi? Non per i passi nella neve, ma per questa connessione tra spirito e natura che è una sua caratteristica...e come dici tu dobbiamo fiorire in tutte le stagioni, trovare queste connessioni con la bellezza che la natura propone in ogni stagione.

      Elimina
    6. Già ...è quello il succo e credo che tu ne faccia molto parte.

      Ti auguro di cuore un lieto fine settimana!


      L.

      Elimina
    7. Grazie a te e buon fine settimana :)

      Elimina
  2. Povero ragazzo. La morte della sorella deve averlo scosso molto, anche perché era un bambino.
    E' bello che la ricordi così ad ogni partita. Cartellino verde, hai proprio ragione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verde speranza, come la maglia.
      Già!

      Elimina
  3. Ecco perché l'abbiamo venduto a Kean...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alla fine avete fatto bene..
      Le squadre che vogliono vincere non possono aspettare i giovani.

      Elimina
  4. Un abbraccio al portiere.
    Queste sono le notizie che vorrei non leggere mai.

    Per il cartellino rosso, invece, ricordati di inviargli il tuo post. Su Twitter, ovviamente..... :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Meglio di no, visto che una volta girava con le pistole ahhaha XD

      Elimina
  5. La vendita di Kean è l'unico affare di Paratici.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ha venduto benissimo..nulla da dire in merito.
      In effetti Kean non è tipo da mentalità juventus.

      Elimina
  6. Ma ormai Twitter non lo usa manco più chi lo ha inventato... che stronzata è?? XD
    Bella la storia -amarissima, ovviamente- del calciatore rumeno.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che invece per il calcio twitter è il social n.1? :D

      Elimina
  7. Nooo non ci avevo mai fatto caso alla t-shirt di Radu sulla porta... che bella storia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Neanche io..infatti mi ha fatto piacere raccontarvela!

      Elimina
  8. Scusami per l'orario Riky..

    Ho riletto questi bellissimi commenti ...Lord Jones.


    Ti auguro una buonanotte e chissà magari domani un commento su un tuo nuovo e bellissimo post:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bello lo scambio di commenti tra anonimi che non sono anonimi..non siamo anonimi..
      Ho accettato una nuova sfida...Una persona che ha competenze specifiche e che in questo momento mi è vicina (no vicina non di cuore :D)mi ha detto che per uscire da una mia situazione di stallo, dovevo entrare nel mondo dei social..nel 2020 sono entrato su Facebook...Mi porto dietro il bagaglio di tanta vita e di tanto blogging...la mia sfida è trasformare il social, cambiare quelle regole che lo hanno trasformato in un contenitore di chiacchiere e insulti...nel mio piccolo voglio riuscirci...giocherò la partita con le mie armi. E' probabilmente la mia ultima partita, quella definitiva..quella persona mi ha detto che non sono assolutamente una persona narcisistica, mi ha definito un leader insicuro...Devo superare le mie barriere mentali :)

      Elimina
    2. Riky mi ha fatto molto molto piacere sapere da te in modo diretto di questa"sfida"...e a proposito di questo:giocherò la partita con le mie armi...beh non chiedermi come ho sentito della tua *arma* migliore ma è quella che come una R rompe gli schemi solo per dirti A(r)MA!!

      Non sono banalità queste mie percezioni...quando mi rileggo quasi non mi riconosco...a volte mi sento un mezzo simile ad una bottiglia lanciata in mare che ha la missione di far recapitare messaggi ...tutto sotto la spinta e la forza del mare dell'amore.

      Sono rimasta colpita da quell'immagine che ti ritrae su facebook...mi ha portato a dei ricordi ,al contatto con gli animali che un tempo andavano ancora al pascolo prima di arrivare agli allevamenti intensivi di oggi ...


      Non credo molto nelle figure competenti ...o meglio credo che tutti si possa agire attraverso la competenza dell'amore...dell'amare!

      Non dare meriti ad altre figure umane per qualcosa di grande che fa parte della tua essenza!

      Grazie per aver condiviso con me il tuo coraggioso progetto...un abbraccio di cuore...



      Elimina
    3. Un'arma che perde una r...e diventa ama..non ci avevo mai pensato. Ecco, chissà se nel disattento mondo di Facebook c'è chi raccoglierà i miei tasselli..per me è una missione impossibile...ma ci provo lo stesso.

      Spero di non finire a cantare questa bellissima canzone :)

      Da ironico a patetico il passo è breve
      Eri partito così bene fra
      Avevi un'idea originale e l'hai buttata
      Per assomigliare a quei tipi là

      Non ho voglia di ascoltare una canzone indie
      Non ho voglia di sentirti parlare dei dindi
      Che non hai e che non potrai mai avere
      Non ho voglia di scavarti nel bicchiere
      In cerca della tua malinconia

      [Ritornello]
      È inutile che cerchi di darti un po' di smalto
      Se c'hai cose da dire valle a dire a qualcun'altro
      "E facci l'ultima di Marra con la voce di De Andrè"
      "Vuoi essere te stesso", ma che me ne frega a me

      E se ti sembra una fregatura
      Ve lo dico già adesso in apertura
      Non è che abbia dei problemi di autostima
      Cerco solo di abbassare l'aspettativa
      Così poi è molto più facile fare bella figura

      Non è detto che ogni bruco diventi una farfalla
      Non è detto che ogni Bugo diventi Lucio Dalla
      Ascoltate dopo avere terminato ogni incombenza
      Dopo aver rimesso a posto la coscienza
      Manifestando per il clima
      [Ritornello]
      È inutile che cerchi di darti un po' di smalto
      Se c'hai cose da dire valle a dire a qualcun'altro
      "E facci l'ultima di Fibra con la voce di Vecchioni"
      Oppure "Statti zitto e non ci rompere i coglioni"

      Mi spiace se non sono come i vostri cantanti
      Se non uso beat accattivanti
      Se non grondo di contanti
      Se fra tutte le rime, mi permetto di osare la rima "Fiore", "Amore"
      La più antica e difficile del mondo
      E con fare un po' giocondo, ma testardo come un mulo
      Perduro nel mio errore
      E vi saluto, con il cuore

      [Ritornello]
      È inutile che cerchi di darti un po' di smalto
      Se c'hai cose da dire valle a dire a qualcun'altro
      "E facci musica di merda con la voce di De Andrè"
      "Vuoi essere te stesso", ma che me ne frega a me
      Ma che me ne importa

      Elimina
    4. E bellissima la connessione tra la mia foto e i tuoi ricordi :)

      Elimina
    5. Non conoscevo per nulla il testo di quella canzone ...ma presumo dalle frasi vi sia un gran senso a partire dalle aspettative altrui "e non è detto che ogni bruco diventi una farfalla"...ognuno di noi ha i suoi modi ,i suoi tempi ...la sua natura ,che non può essere violata né tantomeno contaminata da quella ripetitività di atteggiamenti viziati a cui ormai siamo abituati ,dettata dal successo e dalla visibilità.Mi sa che lui stesso stenta ad uscire dal suo anonimato ,da quella visibilità di denuncia nel testo stesso .

      Agganciandomi al post di ieri ,esistono le passanti e i passanti...quelle anime che sono entrate nella nostra vita e che a lungo andare ne capisci davvero il senso ,non come il colmare la solitudine e il vuoto del momento...ma come dono riempitivo che ha il proprio senso di dono in se ,senza il bisogno di scartarlo dal suo prezioso contenuto perché si era rivelato a noi così ...in quel modo.


      PS.per quella connessione preciso che non vivo solo di ricordi ,ho ancora un piccolo angolo di paradiso da custodire...


      Buona giornata di sole e abbracci...

      Elimina
    6. Un piccolo angolo di paradiso da custodire..bellissimo...sono sicuro che ne prendi cura nel migliore dei modi.
      Sulle passanti ovviamente da parte mia c'è sempre un po' di malinconia per "qualche paio di occhi" per i quali non si è potuto fare conoscenza...e sono d'accordo con te. In effetti non dovrei averne nostalgia, ma è come dici tu, occupano i nostri pensieri in un momento di vuoto.
      Sulla canzone me la sento cucita addosso

      "Non è che abbia dei problemi di autostima
      Cerco solo di abbassare l'aspettativa
      Così poi è molto più facile fare bella figura"

      Elimina
    7. L'aspettativa...

      -È bene quando una persona contraddice le nostre aspettative, quando è diversa dall'immagine che ce ne siamo fatta. Appartenere a un tipo significa la fine dell'uomo, la sua condanna. Se non si sa, invece, come catalogarlo, se sfugge a una definizione, è già in gran parte un uomo vivo, libero da se stesso, con un granello in sé di assoluto.“ — Boris Leonidovič Pasternak


      Ti voglio bene ...


      Elimina
    8. grazie ❤

      Bellissima quella citazione...

      Io stamani ho scritto questo..

      "Fare pace con il passato..raccogliere i miei tasselli e finalmente ricostruire il puzzle"

      Elimina
    9. "Fare pace con il passato..raccogliere i miei tasselli e finalmente ricostruire il puzzle"



      C'è una bella spinta in quella frase ...amore e verità.

      Molte volte amore e verità fanno parte della stessa medaglia...




      Elimina
    10. Una bella medaglia. La più bella :) Spero di lucidarla bene..

      Elimina

Posta un commento