Lazio Juventus 3-4 e un Del Piero da favola


Una delle gare più belle della storia della Serie A. Una Juventus sontuosa, trascinata da Alessandro Del Piero; una Lazio viva, combattiva, costretta a giocare in dieci per oltre un tempo, ma capace nel finale di trasformare una disfatta in una sconfitta più che accettabile: 3-4 il risultato di Lazio - Juventus della stagione 1994-95.

Tabellino dal Guerin Sportivo

Il primo tempo fu scoppiettante, Peruzzi fece una grande parata su colpo di testa di Casiraghi, poi fece un'uscita bassa capolavoro su cross radente di Signori, ma nel prosieguo dell'azione fu superato da Rambaudi. La Lazio rimasta in dieci fu raggiunta dal primo guizzo di Del Piero. Nella ripresa la Juventus, che schierava il tridente formato da Del Piero, Ravanelli e dal giovane attaccante Grabbi, dilagò.

Del Piero contro Negro

Fu Marocchi a segnare il gol del sorpasso, sfruttando un'azione Grabbi-Conte. A quel punto Del Piero regalò il gol più bello della partita: doppio dribbling su Negro e Venturin, palla sul destro e tiro a giro, sul palo più lontano.

Contatto tra Peruzzi e Casiraghi, la Lazio reclamò il rigore

Ancora Del Piero servì a Grabbi la palla dell'1-4. poi nel finale di gara la Lazio, trascinata da Rambaudi, trovò due reti con Casiraghi e Fuser.

Le pagelle della Gazzetta dello Sport

Negli annali entrò la seconda rete di Del Piero, qui sotto nel disegno di Giovetti sulla Gazzetta dello Sport, una vera e propria magia.


Quella Juventus, che vinse il campionato e l'anno successivo la Coppa dei Campioni, ebbe un grandissimo portiere, Peruzzi. Il suo volo nel primo tempo su Casiraghi risultò determinante per portare a casa la posta piena.


Tornando ai voti, trovo ingeneroso il 4 a Zeman (l'espulsione di Cravero non fu colpa sua). Notevole il 9 per Alex Del Piero.

Le reti di Rambaudi e Marocchi dal Guerin Sportivo

Commenti

  1. Per quella Juve Del Piero era fondamentale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi piace anche ricordare che Del Piero è stato precursore del ruolo dell'attaccante esterno che gioca sulla fascia opposta, rispetto al suo piede preferito; questo gli consente di accentrarsi e di calciare a giro verso il palo opposto.
      Uno dei colpi di classe di Alex, quello del gol magistralmente disegnato da Giovetti.

      Elimina
  2. Negro ha dovuto cambiare cognome in Nero? XD
    A leggere i nomi coinvolti sono tornato davvero indietro nel tempo.
    Signori flop in questa partita?

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che fu flop la scelta di toglierlo! Anche se la scelta di inserire un difensore era quasi obbligata, dopo il rosso al libero Cravero!

      Elimina
    2. Capisco. Ma in effetti strano che abbiano tolto lui... :o

      Moz-

      Elimina
    3. Diciamo che doveva togliere uno dei tre attaccanti. Rambaudi è stato il migliore della Lazio. Casiraghi serviva per far salire la squadra con la sua forza fisica.

      Elimina
  3. Ah il mio amico Del Piero (perché mi sono fatto una foto assieme :D) Grabbi l'avevo totalmente rimosso, ora guardo che fine ha fatto poi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grabbi era comunque un buon giocatore.
      Ma in quegli anni di esterofilia post sentenza Bosman (dal 1997) per i giovani italiani era difficile fare carriera!

      Elimina
  4. Ah come mi manca...e come giocava...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dybala ha ancora molto da dire: sarà degno erede :)

      Elimina
  5. Ricordo benissimo quella partita, ed hai ragione: una delle più belle partite che io abbia mai visto.
    E che Juve soprattutto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero. Una Juventus fortissima. E anche la Lazio comunque non era da meno. Alla Lazio mancava solo un grande centrocampista.

      Elimina
  6. Mia zia era innamoratissima di Del Piero :) a me di lui piaceva l'educazione.
    Ne parlo al passato solo perché non gioca più da anni, lo so che è vivo e vegeto :D baci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo, come calciatore oramai è tanto che ha smesso :).
      Vero: Del Piero un signore, in campo e fuori.

      Elimina
  7. Mitico Peruzzi! Nonostante non fosse alto come portiere. Una grave perdita per noi, cresciuto nelle giovanili della Roma!
    Mi sarebbe piaciuto anche riaverlo come preparatore dei portieri, ruolo che mi pare sia stato poi ricoperto da Tancredi (non mio cugino 😅). Ma mi pare che coi pigiamati abbia ricoperto un ruolo dirigenziale e non da preparatore.
    Belli i disegni, molto stile fumetto italiano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, i disegni di Giovetti sembrano nello stile di uno Zagor o di un Tex! Come preparatore dei portieri quello della Roma, Savorani, è molto bravo! Forse è il migliore in Italia.

      Elimina

Posta un commento