Il portiere che parò quattro rigori in finale di Champions League


Helmuth Duckadam, ex portiere rumeno, è entrato nella storia del calcio il 7 maggio del 1986, parando quattro rigori su quattro nella finale di Coppa dei Campioni contro il Barcellona. I tempi regolamentari e i supplementari terminarono sullo 0-0. Ai rigori per lo Steaua sbagliarono Majearu e Boloni, segnarono Lacatus (futuro attaccante della Fiorentina) e Balint. Per il Barcellona si presentarono sul dischetto Alexanko, Pedraza, Pichi Alonso e Marcos Alonso. Tutti fermati dal gigante Duckadam, che oscurò la buona prestazione dello spagnolo Urruti, il portiere del Barcellona, abile a fermare i primi due tiri dagli undici metri.

Le moviole dei rigori disegnate da Paolo Sabellucci (dal Guerin Sportivo) 


Commenti

  1. Penso che 4+2 calci di rigore finali parati sia stato pure un record... com'era poi la "Champions" di una volta, quando una squadra come la Steaua riusciva perfino a vincerla

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero..un altro calcio. Oggi è veramente utopico pensare a uno Steaua in finale..

      Elimina
  2. Va beh, devi essere un fuoriclasse per parare 4 rigori su 4 :D
    Mitico.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa che è stato l'apice della sua carriera. Ebbe poi una trombosi al braccio e fu costretto praticamente quasi a ritirarsi. Si vociferava che quel braccio in realtà gli fosse stato rotto per ordine del figlio del dittatore Ceausescu...

      Elimina
  3. Per fortuna la vinse poi la Coppa, altrimenti sarebbe stata una beffa colossale..

    RispondiElimina
  4. Se pure l'altro ne ha parati due, che cavolo... erano scarsi proprio quelli che battevano, da entrambe le parti XD

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I tiri di Pichi Alonso e Marcos furono due mozzarelle. Secondo me il portiere fece una grande parata su Pedraza!

      Elimina
  5. Risposte
    1. 4 rigori parati su 4. Con i due portieri, sei su otto. Record :)

      Elimina

Posta un commento