Landreau, il Buffon francese

Foto Getty Images

E' stato uno dei miei idoli calcistici dell'adolescenza. Mickael Landreau, classe 1979, portiere francese che si affermò precocemente ad alti livelli. Come Buffon, fu protagonista a soli 17 anni nella massima serie del suo campionato, nella fattispecie di Landreau la Ligue 1. Nell'ottobre del 1996 infatti fu promosso dalle giovanili alla prima squadra del Nantes, esordendo contro il Bastia. La gara finì 0-0 e Landreau parò un rigore a Moravcik, il forte n.10 avversario.

Landreau al Nantes (foto Getty Images)

Landreau era il mio portiere preferito nel videogioco Pc Calcio 7.0 (stagione 1998-99). Era acquistabile per una cifra non elevatissima e aveva grande margine di crescita, partendo però da una base di valori molto importante. In Francia continuava a distinguersi con le sue buone prestazioni tra i pali del Nantes. A soli 19 anni fu insignito della fascia di capitano.

Nel 2000-2001 il Nantes vinse il campionato, a coronamento di un ciclo importante iniziato con le due Coppe di Francia 1998-99 e 1999-2000.  Al termine della stagione 2005-06, dopo 10 campionati e 335 partite, decise di lasciare il Nantes. Voleva cercare il salto di qualità anche a livello internazionale: era portiere della Francia, ma la maglia da titolare rimaneva salda sulle spalle di Fabien Barthez.

Landreau con la fascia di capitano nell'Under 21 francese (Getty Images)

Landreau si trasferì al Psg, mentre il Nantes, senza il suo capitano tra i pali, retrocedette. Al Psg Landreau giocò titolare per tre stagioni, poi si trasferì al Lille. Nella stagione 2010-2011 conquistò il suo secondo scudetto. Si ritirò alla fine del campionato 2013-14, dopo un anno e mezzo trascorso in Corsica, al Bastia. L'11 maggio 2014, da portiere del Bastia e a pochi giorni dal 35esimo compleanno, salutò il calcio proprio contro il Nantes. Per l'occasione pagò il biglietto dello stadio a un centinaio di tifosi della sua vecchia squadra. La sua carriera, iniziata con un Bastia-Nantes e proseguita con altre 617 partite (record della Ligue 1), finì con la stessa gara, tra gli applausi dei tifosi di casa e di quelli ospiti.

Standing Ovation a fine carriera per Landreau (foto Getty Images)


Commenti

  1. Giocatore che ricordo sì, giocammo contro nel '96 in Champions, non era affatto male ;)

    RispondiElimina

Posta un commento