Pc Calcio, il ricordo del telecronista del videogioco Massimo Tecca

Foto del giornalista Michele Bufalino pubblicata sulla pagina Facebook di Tecca


Pc Calcio, come ben sapete, è il mio videogioco preferito, in assoluto, nelle versioni 5.0 (stagione calcistica 1996-97) e 7.0 (stagione calcistica 1998-99). Di Pc Calcio 5.0 apprezzavo anche il simulatore, che sapeva offrire delle simulazioni di partite piuttosto realistiche per le possibilità dell'epoca. E mentre in Fifa '97 la telecronaca era in inglese, Pc Calcio è stato il primo videogioco, se non sbaglio, ad avere una telecronaca in italiano, grazie a Massimo Tecca: oggi nella squadra di Sky, all'epoca telecronista di Telepiù.

Massimo è stato gentilissimo a rendersi disponibile per rispondere ad alcune mie curiosità. La collaborazione con la Dynamic Multimedia per Pc Calcio è nata per caso, racconta: «Commentavo le partite della Liga per Telepiù ed ero entrato in contatto con alcuni giornalisti spagnoli che mi hanno segnalato a Dynamic Multimedia, l'azienda che aveva lanciato il gioco in Spagna e voleva farlo anche in Italia». La Dynamic infatti, nel passaggio dalla versione 4.0 alla versione 5.0, ha apportato notevoli miglioramenti al gioco, e in primis la possibilità di offrire un simulatore con le azioni raccontate dalla voce di Tecca.

UN LAVORO DURISSIMO. Massimo ci racconta i retroscena dalle sua collaborazione. Tre giorni "full time", di pieno lavoro, per registrare l'audio della telecronaca. Tutto avveniva in uno studio di registrazione a Madrid: «con un fonico e un tecnico che seguiva con me una specie di "copione" in cui c'erano tutti i nomi e le frasi da registrare». Turni di 4-5 ore la mattina, poi dopo la pausa pranzo ancora lavoro fino a sera: «Un grosso lavoro di concentrazione, alla sera ero veramente sfinito. Alla fine del lavoro non volevo più sentir parlare di calcio per una settimana: abbastanza singolare, per un "malato" come me...». E il ricco database di squadre costringeva Tecca a cimentarsi nella dizione di nomi di club di ogni parte del mondo: «Francamente c'erano nomi di squadre che non avevo mai sentito». Nelle ultime versioni Tecca fu affiancato da Aldo Serena, ex calciatore di Juventus, Inter e Milan, nonché nota seconda voce di telecronache per Mediaset. Ma i due non si incontrarono mai nello studio di registrazione: «Prima registrava uno, poi l'altro: questo perchè non combaciavano i giorni in cui potevamo recarci a Madrid. Sinceramente non ricordo chi prima e chi dopo. Mi pare di avere cominciato io, quindi poi Aldo ha dovuto "accompagnare" e seguire le prime battute che erano state concordate con i responsabili spagnoli del gioco e che avevo un po' modificato per renderle più aderenti alla realtà italiana». Massimo Tecca, grazie alla sua partecipazione a Pc Calcio, acquistò comunque una certa popolarità, anche se, confida, non essendo un "videogiocatore", non ebbe modo mai di vedere direttamente la bontà del suo lavoro: «Sinceramente no, il mio rapporto con i videogiochi è stato sempre molto problematico. Qualcuno me l'ha fatto vedere e sentire tempo dopo, ma non ci ho mai giocato».


Commenti

  1. E squadre sconosciute ancora ci sono. A questo non ho giocato, ma avendolo fatto con altri immagino il lungo lavoro, però serviva, quindi grazie a Tecca e a tutti gli altri ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh sì, c'è da dire che però Pc Calcio mise nel database compagini georgiane, cipriote...squadre greche di bassa classifica :D

      Elimina
  2. Beh, la telecronaca è ancora un tasto dolente anche nei videogiochi di calcio odierni quindi direi che il buon Tecca è comunque giustificato visti i mezzi dell'epoca.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mio nipote ha gli ultimi tre Fifa, ammetto che la telecronaca è migliorata molto. Ma dopo 3 partite già certe frasi ti vengono a stufo :D

      Elimina
  3. Mitico il 5.0... ce l'avevo! Che ricordo che mi hai fatto tornare con quella schermata! ❤

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gioco leggendario..io ogni tanto ci giochicchio anche ora!

      Elimina
  4. E in tutto questo non gli hai chiesto perché il pallone finiva sempre al centro della porta?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi avrebbe "sputato" a distanza, secondo me :D.
      A parte gli scherzi, non è stato di molte parole (stranamente).

      Elimina
  5. E' anche il mio videogioco preferito, e ci gioco tuttora anche se per installarlo correttamente ci vuole un po' di lavoro, infatti gira solo in una Virtual Machine con su Windows XP che a sua volta gira su kernel Linux. Mi ci sono voluti un paio di mesi per farlo girare, ma ne e' valsa la pena. Purtroppo ha ancora il bug per cui se giochi una quindicina di stagioni di seguito prima o poi il gioco si blocca e non va piu' avanti. E' probabilmente un problema di esaurimento della memoria.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Bob! Esattamente..bisogna tribolare un po' per farlo partire. Comunque io dopo la quindicesima stagione non sono mai arrivato XD!

      Elimina

Posta un commento