L'Italia che prende le batoste dal Giappone in Holly e Benji (Captain Tsubasa)


C'è poca gloria per la nazionale italiana nelle sfide con il Giappone all'interno del manga Capitan Tsubasa-Holly e Benji: i nostri atleti infatti subiscono due sconfitte, una particolarmente bruciante, contro i ragazzi della generazione d'oro del Sol Levante!

ITALIA U-16: il primo confronto con il Giappone è in un triangolare amichevole, prima del mondiale Under 16, a cui partecipa anche la squadra tedesca del Werder Brema, che ha la meglio 3-2 sui nipponici, privi di Holly-Tsubasa e di Benji-Genzo. L'Italia supera 1-0 il Werder giocando all'italiana: catenaccio, le parate del prodigioso Gino Hernandez (personaggio ispirato a Dino Zoff) e un gol in contropiede. L'Italia si rifiuta poi di scendere in campo contro il Giappone perché ritenuto troppo scarso. Holly si arrabbia, scende in campo dalla tribuna, scarta mezza squadra e infila Hernandez con il suo tiro ad effetto ("Drive Shot").

Il solito insopportabile Tsubasa!

Nel torneo mondiale, la prima partita dei giapponesi è proprio con l'Italia. Tra i giocatori ci sono il centrocampista Gentile, gli attaccanti Tardelli e Conti (nulla a che vedere ovviamente con gli originali. Da notare che nella trasposizione animata Conti diventa..Marchesi). Il Giappone domina sul piano del gioco, ma Hernandez para tutti i tiri speciali dei giocatori giapponesi. Nella ripresa Hernandez anticipa in uscita Kojiro-Mark e rilancia di piede il contropiede, che l'Italia finalizza con Conti, freddo nel superare Warner-Wakashimazu. L'allenatore giapponese inserisce allora Taro Misaki-Tom Becker: proprio in combinazione con l'amico, Holly trova il guizzo vincente per il pareggio. Decide all'ultimo secondo dell'incontro il "Tiro della tigre" di Kojiro-Mark (un tiro potenziato dagli allenamenti) che strappa il guanto e la manica della maglia del povero Hernandez, che si infortuna al braccio.

La cannonata vincente di Hyuga

NOTA: l'Italia indossa la maglia della nazionale del Mondiale 1982 (Hernandez la storica divisa grigia di Zoff).

ITALIA U-19 (serie World Youth): nel campionato mondiale Under 19, il Giappone è nel girone con Messico, Uruguay e Italia. I giapponesi (che anche in questo torneo partono con Wakashimazu-Warner tra i pali, Genzo-Benji è reduce dal grave doppio infortunio ai polsi) superano 2-1 il Messico e 6-5 l'Uruguay, conquistando la qualificazione ai quarti. L'Italia perde 3-2 con l'Uruguay e nella gara si infortunano i due fuoriclasse: Gino Hernandez e Salvatore Gentile. Il primo abbiamo scoperto essere il portiere della Primavera dell'Inter, compagno di squadra del giapponese Shingo Aoi (Rob Denton); il secondo è il libero della Primavera della Juventus (non è il Gentile visto nell'Italia Under 15). L'Italia pareggia con il Messico privo dal suo portiere Espadas (infortunatosi con il Giappone) e nell'ultima partita viene superato 4-0 dal Giappone, a segno con Kojiro-Mark, Shun-Patrick Everett e con una doppietta di Aoi. Hernandez e Gentile entrano sul 3-0: prima del torneo infatti avevano lanciato cavallerescamente il guanto di sfida ad Aoi e volevano rispettare la promessa.

L'entrata in campo di Hernandez e Gentile

Il gol del 4-0

NOTE: l'Italia U-19 indossa la maglia dell'Italia 1995 (la prima "griffata" Nike). I giocatori dell'Italia sono quelli della nazionale olimpica del 1996: 17 Amoroso (che come nel videogioco Fifa '97 è portiere e non centrocampista, il suo ruolo reale), 2 Garante (Galante), 3 Fresi (Frezi), 4 Tacchinaldi (Tacchinardi), 5 Pacotto (Pagotto, che nella realtà era un portiere), 7 Blanca (Branca, uno dei tre fuoriquota dell'olimpica), 8 Delvecchi (Delvecchio), 9 Tetti (Totti), 10 Panutti (Panucci). Non sono menzionati il decimo e undicesimo giocatore titolare (il n.11 e il sostituto di Gentile).

Commenti

  1. Solo nei cartoni possono, anche se visto il momento potrebbe anche succedere veramente..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No dai: la peggiore Italia non perderebbe comunque con il Japan :D

      Elimina

Posta un commento