Cinque portieri miei idoli e relative maglie della mia collezione


Nella mia collezione di maglie da calcio sono alquanto numerose le divise da portiere, il mio ruolo preferito. E tra le maglie ce ne sono cinque di portieri per i quali ho sempre tifato, a prescindere dal club di appartenenza (sì, Taglialatela del Napoli non c'è, avendone già ampiamente parlato).


PETER SCHMEICHEL, il gigante danese: da piccolo il tifo per il Milan era accompagnato da una grande simpatia per il Manchester United. Colpa del mio amico Alberto G.T., del suo Amiga e del gioco "Manchester United". Nell'europeo del 1992 ammirai, in televisione, il gigantesco portiere danese, che riuscì a parare un rigore al mio idolo Van Basten, trascinando la sua nazionale alla vittoria finale. Schmeichel in carriera ha anche segnato 13 reti (Comunque nel videogioco i portieri erano Sealey e Leighton).



SHAY GIVEN, il folletto irlandese: nell'estate del 1997 Telemontecarlo trasmise un'amichevole precampionato del Newcastle. Rimasi sorpreso dai voli di questo portiere, all'apparenza piuttosto piccolo per ricoprire questo ruolo (1 metro e 85 cm, ma secondo me esagerando...). Given ha giocato in Premier League fino a 41 anni e fu protagonista anche nel mondiale del 2002, quando l'Irlanda fu eliminata agli ottavi dalla Spagna solo ai calci di rigore. Ogni anno, nel Newcastle, sfoggiava bellissime divise griffate Adidas.





PETR CECH, il guardiano con il caschetto: lessi di questo sorprendente portiere che giocava in Francia, nel Rennes, sul Guerin Sportivo. Lo vidi all'opera con la Nazionale Under 21 della Repubblica Ceca e con la nazionale maggiore nell'Europeo del 2004, dove ben figurò. All'apice della sua forza, nel 2006, rischiò di morire in campo, colpito al cranio da un avversario che aveva anticipato in uscita bassa. Cech tornò in campo 100 giorni dopo l'incidente, da allora iniziò a giocare con un caschetto in testa. Forse non è stato più lo stesso, tuttavia la sua carriera è proseguita ad altissimi livelli (salvo l'Europeo del 2012, dove fece una terribile papera che costò l'eliminazione alla sua squadra). Simbolo di chi davvero non si è arreso alla peggiore delle difficoltà.



MANUEL NEUER, l'attacking goalkeeper: sono stato fan del portiere tedesco fin dai tempi dello Schalke 04. Al mondiale del 2010 spiccò per bravura, con la bellissima divisa rossonera bordata di oro. Ma è nel mondiale del 2014 che Neuer scrisse una pagina di storia del calcio: trascinatore della Germania campione, al proscenio per le parate, ma soprattutto per le incredibili uscite fuori dall'area e per i suoi interventi da vero libero, da giocatore di movimento.





CHRISTIAN ABBIATI, il punching goalkeeper: nel 1998-99 il Milan conquistò un inaspettato scudetto. Al bar, con gli amici Giulio e Kalu, ad assistere a quell'incredibile galoppata nel girone di ritorno che portò i rossoneri alla vetta. Nel girone di ritorno il portiere era Abbiati, giovanissimo estremo difensore che arrivava dal Monza, dalla serie B, e che a inizio stagione era la riserva di Lehmann e Rossi. Da quello scudetto Abbiati fu portiere del Milan con alterne fortune, giocando anche tre stagioni lontano da Milano (una bene alla Juve da vice Buffon). Celebri le sue uscite di pugno, non sempre stilisticamente belle a vedersi, ma molto efficaci. Da ragazzo interpretava il ruolo con quel coraggio che mi esaltava: meglio cercare la palla, che aspettarla. Anche se poi in Italia si è arrivati all'esagerazione opposta, l'esasperazione dell'attacco alla palla...


Commenti

  1. Quella di Schmeichel è pura avanguardia :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E poi il tessuto, sembra la lanetta della nonna XD, se penso che le maglie da portiere oggi sono di un tessuto leggero leggero..

      Elimina
  2. Ti ho già detto che Abbiati mi è sempre stato antipatico?
    Comunque, dovendo scegliere, approvo la gialla. Le altre non mi fanno impazzire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gialla ce l'ho anche di Abbiati e di Cech :D, le vedrai in futuro

      Elimina
    2. Peter, Petr, Ptr, Pr, P...and then there were none! 😂😂

      Molto bella la verde di Abbiati, anche se devo dare ragione a Claudia: lui non è un tipo simpatico per niente! E non mi è mai piaciuto quel font di nome e numero!

      Avrei voluto vedere Neuer con una ipotetica replica della storica adidas tipo Spagna 82: sai che figata assurda! Purtroppo l'oro e l'argento sulle maglie non mi piace 😁

      Quella di Schmeichel è spettacolare!! 😍😍 QUELLI sono I FONT di nome e numero, QUELLI!!

      Quella di Given mi piace molto nel template e nei colori, mentre non mi piace il font di nome e numero.

      Quella di Cech, minimale, classica...mi piace la sfumatura di verde...mentre per l'argento vedi sopra 😉😁

      E ovviamente tutti grandi portieri!

      Elimina
    3. Quella di Peter ha la personalizzazione del 1994-95, perché quella maglia fu usata per due anni! Quella di Given ha invece la personalizzazione che usarono in Europa League, non il font classico della Premier League.
      Dell'oro e dell'argento non sono fan neanche io, in effetti: nella nostra golden age delle maglie, erano colori mooolto rari!

      Elimina
    4. Golden age si, Ricky!! Ma non SULLE maglie! 😄😄

      Elimina
  3. Risposte
    1. Eh di Buffon non ho la maglia :D, ma qui parlo di "idoli" non ovviamente di quelli che ritengo i portieri più forti.
      Che poi: le maglie di Buffon sono state più che altro quelle dei tempi moderni e soprattutto della Nike moderna, quindi non mi sono mai piaciute a prescindere.
      Mi piacerebbe avere la maglia di Peruzzi della Juventus 1995-96, quella sì :D

      Elimina
    2. Esatto. Ma anche quella gialla blu della finale di Champions.
      Bellissime.

      Elimina
    3. Ci sei arrivato un pelino prima di me! 😄
      Avrei voluto linkarti proprio quella!!

      Elimina
    4. Meravigliosa!
      Un'altra maglia carina è quella gialla nera dell'anno successivo

      Elimina
    5. Uhmm...sai che adesso non mi torna in mente?

      Elimina
    6. https://www.oldfootballshirts.com/it/teams/j/juventus/old-juventus-football-shirt-s5610.html

      Elimina
  4. Bella la maglia di Cech :) semplice e di un bel colore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un verde molto bello. Una tonalità che mi piace di più, rispetto a quella di Abbiati :)

      Elimina
  5. La mia preferita tra le tue è quella di Cech.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La più classica. Mi piacque molto, al di là dell'oro, bordatura che non mi fa impazzire :)

      Elimina
  6. 5 portieri mica da ridere, ma io di sicuro a 3 della Juve non posso farne a meno, gli altri due Schmeichel e Kahn ;)

    RispondiElimina
  7. Bellissima la prima!
    Mitico Abbiati!
    Io ho solo un idolo della mia infanzia, Renè Higuita con questa parata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La prima mi piace tantissimo per le decorazioni gialloblu, i colori della squadra del mio paese! Higuita, che portiere folle :D

      Elimina
  8. Smichael, Given e Cech!

    Penso che il primo nominato sia stato il primo portiere in assoluto che prendevo ai tempi su Fifa99 quelle poche volte che facevo squadre "serie" (per info...sorpresa sorpresa stranamente parlo di calcio sul mio blog! Sei riuscito a farmi fare outing calcistico ;-) ) Come nel tuo caso, anche nel mio avevo (e ho tutt'ora) un caro amico come te milanista (se non ricordo male) che stravedeva per il Manchester.
    Con Given invece è stata una simpatia...per necessità: Su Iss pro evolution era l'unico portiere "decente" che costava 24 crediti: I primi acquisti erano sempre lui, Patrick M'boma e Ali Daei. Inizialmente l'amico citato prima se la rideva di gusto...riecheggiano ancora le battute soprattutto per le storpiature dei nomi (Givon, in questo caso). Quando M'boma mi segnava però...e pure di cattiveria si era ricreduto. L'avevo letteralmente consumato, quel giocatore!

    Con Cech è diverso, molti pensano che il mio Nickname sia riferito proprio al portiere, a dir la verità è un diminutivo nato alle superiori del mio cognome (Cecchini). In classe avevo gente malata di calcio a livelli abbastanza alti, soprattutto un compagno portiere (scarso) che aveva occhi solo per Sebastian Frey. Aveva iniziato per scherzo a chiamarmi così, io lo lasciavo fare...anche perché ai tempi pre-caschetto già mi piaceva ed era presente nella mia lista di acquisti su football manager.

    poi, citando te, è un "Simbolo di chi davvero non si è arreso alla peggiore delle difficoltà." e in questa cosa mi rispecchio spesso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Miro!
      Leggerò con piacere il tuo post calcistico.
      Parto però dal tuo commento (come sempre un ricchissimo contributo al mio blog).
      Schmeichel a Fifa '99 era già..in declino :D.
      Non so se fosse la stagione 1998-99 o quella del 99-2000, in quest'ultimo caso era migrato in Portogallo, nello Sporting cp!
      Givon, grandissimo! :D.
      E Mboma e Daei sono altr due personaggi decisamente interessanti.
      Ma il tuo compagno portiere era un portiere a livello giovanile di qualche squadra (e non particolarmente abile) oppure proprio scarso :D?

      Elimina
  9. Eccomi, dopo il turno lavorativo mattutino :-)

    Allora, se la memoria non m'inganna, Scmeichel giocò nello sporting nel 1999-2000. Quando al Manchester arrivò Taibi. (Posso sempre sbagliarmi, è vero...ma è troppo facile cercare riparo su wikipedia!)
    Penso che il meglio che ha dato questo portierone è stata la squadra (surreale) che aveva fatto un mio amico: nel più classico dei momenti "scazzo", una partita dove i 10 giocatori erano portieri e in porta c'era...Del Piero -che si era comportato dignitosamente...ai miei danni!-

    Restando in tema "Papere anni 90", complice Taibi d'Inghilterra,Il mio compagno era un portiere di qualche squadra giovanile locale. Solo che era un fanfarone degno dei "Vai col liscio" della Gialappas. I lunedì a scuola, tra i vari compagni che giocavano in quella categoria non c'era la domanda "voi quanto avete fatto?" ma "Hai sentito di Gabriele che ha combinato stavolta?"... papere su papere: dei tanti episodi che ricordo, con le lacrime agli occhi, era il più classico retropassaggio difensore-portiere. Lui "Passa qua, passa qua!" il suo difensore la passa, lui non la stoppa...autogol e incazzato gli fa "Ma che ca**o fai? ti ho detto di passarmela!" oppure altra, ricordata all'istante: Punizione: Gabri non metti la barriera? "Naa...non vedi come tira? tanto va fuori!" ...nel sette. Gol.

    Se non c'erano le sue disavventure...il lunedì passati tra i banchi erano sempre un mare di noia, citando i Negrita ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bellissimo questo aneddoto..infatti è così.
      Si pensa che il ruolo del portiere "sia facile", invece anche chi è allenato può incappare in una raffica di errori. C'è il portiere bravo e meno bravo, anche se il meno bravo è comunque più preparato di quello che magari nelle partitelle con gli amici è insuperabile.
      Quando ero ragazzo, di portieri amatoriali (che giocavano a livello giovanile o prima squadra) ne ho visto tanti, ma o erano piccoletti e bravi, o grandi e scarsi :D

      Elimina
    2. Guarda, parafrasando Rupert Sciamenna in "Ahia ma sei scemo": "Questo qui era un co***ne" :-P Ovviamente in senso giocoso, una persona che effettivamente concede a chi ha vicino il classico dubbio: Ma ci sei o ci fai?

      Detto ovviamente con tanto affetto e ironia, con qualche se e qualche ma. Era una persona che sostanzialmente ai tempi viveva forse un po' troppo per il calcio, perdendosi di conseguenza nel suo mondo immaginario. In quinta superiore il suo vicino di banco (altro fenomeno...) gli suggeriva i luoghi delle risposte storiche bisbigliando i nomi dei giocatori. "Pss... Owen!" e il portiere di scatto: "Inghilterra!" ...e il suo vicino, degno di un personaggio di Ortolani, si gira guardandomi dicendo "eh...Devo fare così, altrimenti non c'arriva".

      Per questo avevo scritto sul post "Non odio il calcio, ma chi ne abusa" ;-) quasi cinque anni con sti due fenomeni in classe... se continuavo a frequentarli anche fuori mi iscrivevo a tchoukball o a 360ball (detto con ironia senza offesa per chi lo pratica. Se li conosco...effettivamente perdo qualche ora a vedere qualche spezzone di partita :-P ) 360..mind, per scoprire tutto lo sport che ci circonda! ;-)

      Elimina
    3. Bellissimo il trucco di suggerire le risposte geografiche dicendo i nomi di calciatori :D.
      Comunque, calcio o non calcio, gli aneddoti scolastici sono sempre gustosi :). In futuro pubblicherò anche io. Anzi, ho già pubblicato qualcosa :D

      https://www.ilbazardelcalcio.com/2019/03/quando-il-var-sarebbe-servito-al-torneo.html

      Elimina

Posta un commento