La maglia del Napoli 1996-97


Oggi dalla mia collezione vedremo l'ultima maglia prodotta dalla Lotto per il Napoli, stagione 1996-97.

La divisa è praticamente una variante del template della mia prima storica maglia da calcio, la quarta del Milan 1995-96, azzurra (QUI). E' stata ovviamente semplificata, conservando la banda centrale con la striscia, i rombi, i motivi geometrici sfumati. Il colletto è a polo, come quella del Milan, che si chiude con il bottoncino. La Lotto negli anni precedenti aveva sempre proposto per il Napoli divise classiche, con un azzurro comunque scuro (lo preferisco rispetto all'azzurro più chiaro della Lazio).


Caratteristici i polsini con la scritta S.S.C. Napoli, mi piace di meno invece lo stemmone riprodotto sul tessuto della maglia.


Il calciatore della maglia è André Cruz, libero brasiliano che in quell'anno fu spostato dall'allenatore Simoni nel ruolo di centrocampista davanti alla difesa. Cruz era uno specialista dei calci di punizione (sotto un gol al Napoli in Coppa Italia, disegnato da Simone Baruffi) e nel 1997-98 si trasferì al Milan, con l'ingrato compito di sostituire la leggenda Baresi. Un compito che fallì, in primis per problemi fisici alla schiena.


Commenti

  1. La scritta Centrale del latte rovina tutto.

    RispondiElimina
  2. Come si diceva tempo fa, Ricky: strano che 'sta maglietta non l'hai di Beto! Ce l'avevano tutti solo di Beto! 😄

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La fantastica maglia di Beto! Il Maradona brasilero :D

      Elimina
  3. E' una bella maglia, ma sono d'accordo con Gus sulla scritta che un po' la rovina.
    Ovviamente deve esserci, però l'estetica viene compromessa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In genere io non amo molto le toppe degli sponsor (tipo Lete in cerchio rosso sull'azzurro del Napoli).
      Poi fortunatamente la scritta non disturba il motivo a rombi

      Elimina
  4. Un po' pacchiano lo sponsor, non lo nego. ma colori, trama e font rimandano prepotentemente alla metà degli anni '90^^

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà è un po' tutta pacchiana, ma quel pacchiano che solletica il gusto di noi collezionisti :D

      Elimina
  5. Sono con Gus, quella scritta è tremenda..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti sta meglio sulla seconda maglia bianca :D

      Elimina
  6. Quel colletto è terrificante, sembra un pigiama.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Andavano molto di moda, all'epoca, con il bottoncino per chiuderlo :D. A me non dispiacevano. Io ho sempre odiato le maglie da calcio molto scollate :D

      Elimina

Posta un commento