Le maglie della stagione 1996-97: Inter e Milan


La stagione calcistica 1996-97 è stata per me una delle più intese. Vissuta a 360°, tra partite in televisione, Guerin Sportivo e videogiochi (Pc Calcio 5.0 e Fifa '97). E fu un anno secondo me eccezionale per le maglie sfoggiate dalle squadre, in particolare in Serie A.

Iniziamo così una carrellata sulle maglie di quella stagione, anche se qualcosa lo avete già visto qui su "Il Bazar del Calcio".

Partiamo delle due squadre di Milano, l'Inter e il Milan.

Dell'Inter abbiamo già visto la seconda maglia (per me la più bella della storia dell'Inter) e una delle due da portiere. Del Milan abbiamo visto invece in rassegna le maglie da portiere.

INTER


Semplice, ma ben curata, la divisa studiata dall'Umbro per l'Inter. Strisce verticali nero-azzurre, un tocco di bianco nella rifinitura del colletto, il giallo del logo Umbro posizionato sopra lo stemma societario. La divisa era completata dai calzoncini e calzettoni neri.


A Udine contro l'Udinese i neroazzurri sfoggiarono una "variant" del completo, con calzoncini e calzettoni completamente bianchi.


La prima maglia da portiere era gialla, con motivo a freccia blu-nero-rosso e ampi inserti sulle maniche. I calzoncini erano gialli oppure neri.


La terza maglia fu un inedito: color giallo ocra, con bande nere decorate dalla scritta ripetuta Fc Inter, calzoncini neri e calzettoni giallo ocra. L'anno prima la terza divisa era a strisce di due tonalità di verde..


Ecco le tra maglie dell'Inter da un catalogo dell'epoca, pubblicato sul Guerin Sportivo.





MILAN

Tradizionale anche la divisa rossonera, con strisce verticali e un ampio colletto. Rispetto all'anno prima, i pantaloncini bianchi acquisirono un risvolto ampio rosso, rifinito di nero.


In Champions League lo sponsor Opel perdeva il logo del fulmine, mentre era diverso il logo Lotto (scritto in orizzontale). La maglia rossonera veniva talvolta accompagnata dai calzoncini e calzettoni neri.


La seconda maglia rimase quella dell'anno prima, bianca con palata verticale sottile e divisa, ovviamente rosso-nera.


La terza e la quarta divisa furono un inedito. Due divise speculari, ma una interamente nera con rifiniture rosse; l'altra rossa con rifiniture nere.


La maglia rossa fu impiegata anche l'anno seguente, mentre con l'Adidas fu proposta solo nella stagione 2001-02.


Ecco le maglie del Milan dal catalogo dell'epoca pubblicato sul Guerin Sportivo.

Commenti

  1. Bellissimo post!

    Tutte le maglie proposte erano davvero belle!
    Preferisco quelle del Inter... Comunque anche quelle del Milan erano bellissime...

    Come ricordavo le maglie ufficiali costavano molto...
    Ben ₤99.000! Oggi le maglie ufficiali costano di meno giusto? Mi sembra che il motivo sia che sono vendute senza sponsor.

    Non ho mai giocato a FIFA 97 ma mi sembra che la modalità indoor venne introdotta in questa versione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grande, grazie per aver apprezzato!
      Per ciò che concerne le maglie: una volta venivano vendute a 99.000 lire senza nomi e numeri, mentre a 120.000 lire con nome e numero (erano molto più rare: bisognava acquistarle allo store specifico o via posta, dai grandi distributori).
      Oggi costano 120 euro, considerata la svalutazione, i prezzi sono gli stessi..

      Elimina
  2. So che non c'entra nulla ma...che bella Natalia Estrada. Mi dispiace molto non vederla più in tv. Era un volo che amavo parecchio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Invece è un'ottima osservazione..visto che è l'immagine di copertina (il Guerin Sportivo presentò un derby con queste belle foto dell'Estrada).
      E' bella anche Elodie nei suoi panni, nel video della canzone "il ciclone" :D

      Elimina
    2. Ammetto di non aver osservato il video della canzone, non lo faccio quasi mai. Ascolto e basta :D

      Elimina
    3. Al di là delle bellezze (c'è anche Lorella Boccia, notevole), è una simpatica parodia del film.

      Elimina
  3. Da quello che me ne intendo io (poco) belle maglie da calcio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A parte la gialla dell'Inter, mi piacciono tutteeeee

      Elimina
  4. Che bei tempi quelli delle "maglie tradizionali". Quest'anno quella dell'Inter per me è ridicola. Particolare la trama di quella del Milan, se non sbaglio solo sulle strisce nere, che comunque non mi convince del tutto. Come non mi convincono le maniche interamente nere...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne parlavo l'altro ieri con un amico amante delle maglie anni '70..
      Negli anni '90 l'Inter sfoggiava maglie gialle, verdi, il Milan azzurre..
      Ma la prima maglia era intoccabile!
      Quella di quest'anno del Milan secondo me è la più bella delle tre di Puma!

      Elimina
    2. E così dovrebbe essere. Sperimenta quello che vuoi sulle seconde e le terze, ma la prima deve restare quella della tradizione!

      Elimina
    3. Infatti..quest'anno juve e Inter fanno la gara a chi ha la prima maglia più brutta!

      Elimina
  5. Belle e rispettose, alludo alle prime maglie, dei colori tradizionali. Oggi invece si tende a stravolgere basta vedere la prima maglia della Juve attuale...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto Dani, le prime maglie dovrebbero rimanere sempre le stesse, con qualche piccola modifica (come fanno Genoa e Sampdoria d'altra parte..)

      Elimina

Posta un commento