"Alé alé alé o-o": inno al calcio e all'amore. Retrospettiva e censure


Abbiamo già parlato di "Alé alé alé o-o", cartone animato tratto da un manga e trasmesso da Italia 1 nella primavera del 1997.

In primo piano i quatto protagonisti: Jim, Cindy, Toshi e Kenji

La storia è quella di quattro liceali della scuola Kakegawa: Toshi, Jim, Kenji e Cindy. I primi tre sono calciatori della squadra che gioca con una splendida maglia bianca a inserti rosso-neri (evidente omaggio al Milan, una squadra amatissima in Giappone), la ragazza è invece la manager della squadra. Come detto, la storia si concentrerà sul triangolo amoroso tra Toshi, Jim e Cindy e inoltre quest'ultima sarà chiamata a una scelta: seguire la squadra fino in fondo al campionato nazionale o intraprendere la carriera da Idol? Sul campo la squadra insegue le vittorie nei vari campionati scolastici. L'evento clou sarà la tragica morte di Kubo, il vero fuoriclasse e il vero n.10 della storia: un addio inaspettato e tragico, per problemi al cuore, al termine di una partita nella quale aveva trascinato letteralmente i compagni alla vittoria. "Alé alé alé o-o" racconta anche il percorso calcistico di una squadra costretta a ripartire dopo la perdita del suo giocatore più forte. La fascia di capitano passa all'esperto Kamo. Il posto di Kubo viene preso da Dario, talentuoso studente di origine brasiliana, mentre l'eredità spirituale e la maglia n.10 passano sulle spalle di Toshi (che prima vestiva l'11). Una maglia "pesantissima" e per Toshi quello sarà un ulteriore momento di crescita. In "Alé alé alé o-o" i protagonisti affronteranno tante squadre e tanti giocatori, con i propri punti di forza e le proprie debolezze. Tanti più che è difficile dire quali siano i giocatori più forti. Ed è questo uno dei punti di forza del cartone animato. Lo stesso portiere Kenji, per quanto molto forte e talentuoso, è un "vero portiere": compie grandi parate, ma commette anche errori.

Il leggendario Kubo

La maglia del Kagegawa
L'annuncio della morte di Kubo da parte di Kamo (futuro capitano)
Kenji beffato da un tiro ad effetto


L'ADATTAMENTO ITALIANO. Molti nomi sono stati adattati, altri lasciati integralmente. Il liceo si chiama appunto Kakegawa. Kazuhiro diventa Jim, Kazumi diventa Cindy; ma Kenji, Kubo, Nitta, Kamo (il soprannome dal cognome Kamiya) sono i cognomi originali. Toshi in realtà è Toshihiko Tanaka. Molti nomi sono stati italianizzati, come Paco, Attilio, Arturo e Alberto. In pratica si genera una grande confusione: tutti sono chiamati per nome (anche dal telecronista), quando in realtà tutti sarebbero generalmente chiamati per cognome (come avviene d'altra parte nel manga Captain Tsubasa).

Kamo, nuovo capitano

CENSURE. Anche per "Alé alé alé o-o" Mediaset è intervenuta con le forbici della censura. Sono stati eliminati riferimenti agli alcolici e alle sbronze (in un episodio Jim si ubriaca, nel doppiaggio Mediaset invece si parla di un non imprecisato sonnifero messogli da Cindy nel bicchiere!).

In meritò a ciò, l'episodio 22 è stato fortemente censurato. Cindy beve per errore una bevanda alcolica, presa in un distributore automatico, e sembra addormentarsi. Non si capisce se Toshi, intento a sollevarla, sia effettivamente tentato da toccarle il seno. Cindy è comunque sveglia e "rimprovera" l'amico.




La sequenza "incriminata"

Toshi porta Cindy a casa sua e la ragazza trascorre la notte nella camera della sorella maggiore di lui, Natalia. Toshi al mattino la trova così: con il pigiama della sorella, troppo largo per lei.

La faccia di Natalia sullo sfondo!

Guardava l'anello

Peraltro questa censura produce un'incongruenza nella versione italiana: Cindy è prima in compagnia di Toshi, di sera, poi sembra che sia passata a prendere l'amico a casa (in realtà esce da casa sua). I fatti però vengono ricordati nell'episodio 24 (il disegno è inequivocabile..ahha!) e qui Mediaset non è intervenuta con la censura. Il dialogo italiano non lascia dubbi: davanti al disegno di Cindy, realizzato da Natalia, Toshi dice esplicitamente: "Natalia come pittrice è una schiappa, ma per fortuna conservo la mia dolce Cindy nella memoria".




La faccia di Jim alla finestra!!

NON CENSURA. Nel cartone animato il portiere Kenji  ha una cotta, ricambiata, per Natalia, la già sorella maggiore di Toshi. E' già abbastanza significativa la relazione tra un adolescente e una ragazza più grande, ancor di più perché c'è una scena piuttosto esplicita. Nell'episodio 39, infatti, Natalia rimane a seno nudo, mentre si cambia, sotto gli occhi del ragazzo che è alle sue spalle. Lei però è davanti a uno specchio e quindi Kenji vede tutto. La scena è casta, ma tutto sommato ci ha sorpreso non vederla censurata da Mediaset.


Le prime tette fanno questo effetto

Nell'episodio 50 Kenji salva Natalia da un tentativo di stupro. In pratica prende una caterva di botte da alcuni malintenzionati, riuscendo però a salvare la sua amata. Fermato in commissariato, Kenji viene rilasciato mentre i compagni stanno giocando una partita. Arriva in tempo per parare un rigore e trascinare i suoi alla rimonta vincente. Natalia lo aiuta a vestirsi e lo bacia appassionatamente sotto gli occhi di compagni, avversari e tifosi sugli spalti (nessuno che si sconvolge della cosa, va beh). Questa è per me la scena chiave del cartone animato, perché unisce i due "motori" della vicenda: le imprese sportive e l'amore!









L'amore infatti è ciò che spinge i personaggi ad affrontare le sfide calcistiche, ma anche le sfide di ogni giorno. A migliorarsi e a lottare per gli obiettivi. Tutto riassunto splendidamente da questo verso della sigla di Cristina d'Avena, una delle sigle più belle mai scritte per un cartone animato

per segnare tu dovrai imparare
ad ascoltare il cuore con assiduità!
scoprirai che il goal più bello
nasce sempre dall’amore!

La sigla riassume un'altra importante lezione di vita che insegna lo sport

alè o-o non ti abbattere se fai un errore 
alè o-o ogni errore è in fondo una lezione 
l’importante è riprovare senza farne mai un dramma dai alè o-o! 
anche un gran campione può sbagliare il calcio di rigore!

Il calcio come metafora della vita: quante volte nella nostra vita abbiamo sbagliato un calcio di rigore?


Commenti

  1. Voto sì per il cartone animato in quanto aderente alla realtà.

    RispondiElimina
  2. E' così anche nella vita, come no. Tutti facciamo errori, anche gravi. Bisogna comunque avere il coraggio e la forza di ripartire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che poi, questa canzone, a me ha fatto pensare istantaneamente a quest'altra:
      "Ma Nino non aver paura di sbagliare un calcio di rigore
      Non è mica da questi particolari
      Che si giudica un giocatore
      Un giocatore lo vedi dal coraggio
      Dall'altruismo e dalla fantasia.
      E chissà quanti ne hai visti e quanti ne vedrai
      Di giocatori tristi che non hanno vinto mai
      Ed hanno appeso le scarpe a qualche tipo di muro
      E adesso ridono dentro al bar".

      Però è di tutta un'altra classe ;) buona giornata.

      Elimina
    2. Esattamente, l'immagine del calcio di rigore è sicuramente presa dalla più famosa canzone di De Gregori :)

      Elimina
  3. Le care vecchie scenette sexy degli anime :D

    RispondiElimina
  4. Ah ecco, ora capisco perché ti piaceva così tanto :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'era di tutto dai, pallone, amore e scenette sexy :D

      Elimina
  5. Io per questo genere di cartone voto no xD Non per essere bacchettona o ipocrita ma dico io, c'è tanto tempo per crescere e fare/vedere cose da adulti, almeno per un po' i bambini lasciamoli nel mondo delle favole :D
    Tanto ora ci sono i telefoni che risolvono il problema xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. D'altronde io sono cresciuta con Hamtaro e direi che si vede ahahahahaahah

      Elimina
    2. Ma sì: tieni conto che io ho visto questo cartone da studente delle medie.
      Per i bambini delle elementari meglio Holly e Benji e Palla al centro per Rudy (o al più La squadra del cuore).

      Elimina
  6. Era appunto una storia più realistica perché mostrava anche altro, oltre lo sport.
    Una scelta vincente.
    Non ricordo solo una cosa: quando muore Kubo, la Mediaset ha lasciato il termine morte morire ecc o ha usato altro?

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono sicuro che Kano abbia detto "Kubo è morto" :D

      Elimina
  7. Insomma più maturo di Holly in certi aspetti, anche quelli maggiorati. :-P

    RispondiElimina
  8. Ma dai. Censurare un povero ragazzo che FORSE tenta di sfiorare il seno.
    Per forza sei venuto su così. È colpa dei cartoni! 😂😂

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I giapponesi inseriscono sempre questa cosa della palpata al seno. Sono fissati :D

      Elimina
  9. Ecco la mia recensione.

    "«Toshi, ti piace giocare a calcio, vero?»

    "Aoki densetsu - Shoot!" Trasmesso su Italia 1 nel 1997 col titolo Alé Alé Alé o - o tratto dall'omonimo manga di Tsukasa Ōshima, racconta la storia di Toshihiko Tanaka, un giovane studente giapponese col sogno di raggiungere il campionato scolastico nazionale dopo che alle medie, a causa di una rissa di un suo compagno di squadra Kenji Shiraishi, la squadra della loro scuola venne squalificata dal campionato. Passati alcuni anni e arrivati alle superiori, il sogno può continuare.
    Questo anime è narrato ottimamente; inoltre, grazie anche ai suoi splendidi personaggi, alle musiche suggestive e ai disegni tipicamente anni '90, riesce ad essere poetico e toccante...
    La storia si divide tra le varie partite del campionato scolastico e la vita comune di ragazzi adolescenti: tra scuola, amori, uscite con gli amici e speranza nei propri sogni. Graficamente delizioso con i classici colori accessi degli anni' 90, la musica lo accompagna rendendo ancora più struggente i momenti più importanti della storia. Alcune scene sono capaci di commuovere come raramente accade in questo tipo di anime. A rendere il tutto ancora più bello c'è il triangolo d'amore tra Toshi, Kazuhiro e Kazumi, la manager della squadra.
    Il calcio in questo anime viene raccontato in maniera semi-realistica senza particolari esagerazioni ma neppure in maniera reale al 100%.
    Poetico, toccante e commovente, "Aoki Densetsu Shoot" riesce con naturalezza e in maniera sorprendente a toccare le corde del cuore…"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottima recensione amico mio! Condivido, graficamente è un cartone ben fatto, guarda il confronto tra i calciatori di Ale Ale Ale O O e quelli di Tsubasa...Le partite sono semi realistiche, anche se sì, ci sono delle azioni non proprio costruite realisticamente, a parte i soliti tiri bomba :D.
      Concordo sul poetico e commovente.
      Molto bello quest'anime, da riscoprire!

      Elimina
  10. "per segnare tu dovrai imparare
    ad ascoltare il cuore con assiduità!
    scoprirai che il goal più bello
    nasce sempre dall’amore!"


    Riky lo colgo come segnale l'Amore che trova sempre un post(o)di collocazione...ti ringrazio tanto ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Riprendiamo da qua :)

      Ma cosa tiene in piedi un mosaico se non l'Amore ...che spinge attraverso il suo linguaggio...prendendo in prestito parole...forse nemmeno quelle sono un nostro possesso ma un esplosione di libertà che ci riconduce all 'Amore stesso!

      Speriamo davvero...che l'amore possa essere anche un faro!

      Elimina
  11. L'Amore come un faro mi piace molto...quel fascio di luce in grado di rapirti.

    Ti mostro un altro inno all'Amore di cui li ti avevo accennato...

    "e anche parlassi le lingue degli uomini e degli angeli,
    ma non avessi l’amore,
    sono come un bronzo che risuona
    o un cembalo che tintinna.
    E se avessi il dono della profezia
    e conoscessi tutti i misteri e tutta la scienza,
    e possedessi la pienezza della fede così da trasportare le montagne,
    ma non avessi l’amore,
    non sarei nulla.
    E se anche distribuissi tutte le mie sostanze
    e dessi il mio corpo per esser bruciato,
    ma non avessi l’amore,
    niente mi gioverebbe.
    L’amore è paziente,
    è benigno l’amore;
    non è invidioso l’amore,
    non si vanta,
    non si gonfia,
    non manca di rispetto,
    non cerca il suo interesse,
    non si adira,
    non tiene conto del male ricevuto,
    non gode dell’ingiustizia,
    ma si compiace della verità.
    Tutto copre,
    tutto crede,
    tutto spera,
    tutto sopporta.
    L’amore non avrà mai ".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avere la pienezza della fede, ma senza l'amore non avere nulla..
      Non conoscevo questo passaggio..l'amore è davvero una forza indistruttibile..così risposi ieri a chi ha scritto su Facebook che "l'amore è fragile":

      "...ma l'amore è davvero fragile? Io credo che sia solo di apparente fragilità. Il vero amore è indistruttibile. Anche se non corrisposto. Purché sia appunto vero, puro, incontaminato".

      Elimina
    2. Mi fa molto riflettere questa tua risposta su Facebook ..come se conoscessi davvero il senso di quelle parole,sono dettate da una certezza interiore...di certo un po sperimentata e consapevolizzata.L'Amore non corrisposto ...chissà se sia davvero così oppure una sorta di amore privilegiato solo in chi sa amare in quel modo con una compiutezza sotto forme più elevate e sconosciutamente misteriose...Non consumato a livello fisico ma compiuto in una sfera eterna e mistica..

      Elimina
    3. L'amore non corrisposto è comunque un amore che riempie il cuore di chi ama..
      Lo fa stare meglio, pensare a quella persona..a volte si soffre, è vero, ma in generale è meglio la presenza di un sentimento d'affetto piuttosto che l'assenza! Ovviamente deve essere un amore puro..

      Elimina
    4. "Però voglio invitarti a reagire a questa situazione: se ci sono persone che ti sono vicine e che senti vicine, apri il tuo cuore. Non avere paura di metterti a nudo. Ne guadagnerai e ne guadagneranno loro. Perché quando una persona apre il suo cuore a un'altra (parlo di bene in generale, non di amore in senso stretto), anche l'altro lo farà e si creano quelle connessioni che rendono la nostra vita migliore"

      Dimmi qualcosa ti prego ,dimmi di più se riesci su queste tue parole...anche se a questo punto avrebbe senso tutto ,perfino il silenzio!


      Sappi che sono felice...felice che tu ci creda ...felice di aver trovato non certo per caso questo scritto...Non è che io senta di conoscerti ,ma di averti riconosciuto proprio grazie a quel senso profondo di connessioni.

      Elimina
    5. caspita, era un mio commento a Dama Bianca, un commento di molto tempo fa...

      E' così..mi sono allenato in questi anni ad aprire il cuore a persone che ho sentito vicine..adesso la parte più difficile..aprire il cuore in generale e farlo aprire..
      La mia presuntuosa missione sui social...😊

      Elimina
    6. Presuntuosa missione sui social...Dio riesci a stravolgere anche il senso di una parola come "presunzione" nel contesto di una frase ...una bella accezione...vera .Hai avuto sempre l'umiltà di non svelarti per tutti questi pregi...o forse lo hai fatto una sola volta e hai temuto di non essere creduto,invece eccoci qua,nei misteri della vita.

      Sai oggi ho letto un post e mi rendevo conto di quanto uno "psicopatico" riesca nel suo mal vivere ad unire le persone.PROVO un senso di tristezza per quella inconsapevolezza,ma ha un senso che queste persone esistano...chissà in che modo cercano l'Amore loro "gli psicopatici".Se ci schieriamo con il bene verso il bene ,quale azione virtuosa compiamo?...me lo chiedo sai e non è una critica a nessuno in particolare,è solo un mio modo di esternare quel sentire che non sempre è equilibrio...spesso tendo a scendere e a rimanere a fondo per un po,ma ti assicuro che non mi è mai mancato quell'appiglio per risalire.Grazie per la tua capacità autentica di ascolto...per come senti di essere...spero ti arrivino un po di onde in sottofondo,sono quelle che sto ascoltando adesso in riva al mare :)

      Elimina
    7. Anche a me ha fatto molto tristezza tutta la storia..spero possa davvero finire nel migliore dei modi..anche se non condivo la troppa enfasi alla storia (e in privato l'ho fatto presente..). Difficile dare una risposta ai tuoi interrogativi, mentre è certo che si debba schierarci con il bene verso il bene..
      Comunque L. ho un rammarico..perché tu sei riuscita a leggere i pregi e altri non ci riescono? Non ci riescono o non ci provano neppure?

      Elimina
    8. -Difficile dare una risposta ai tuoi interrogativi, mentre è certo che si debba schierarci con il bene verso il bene.

      Forse spesso si gioca troppo con le parole che possono non corrispondere davvero all'amore che vince sul male ,ma al male sul male proprio per quell'eccesso di enfasi .Rimanere in silenzio dando modo di ascolto a quella parte spirituale di noi che probabilmente vuole elevarsi ma non lo permettiamo ricadendo ripetutamente nello stesso errore... ?chissà!Mi metto spesso io in questa condizione,cercando di migliorare come ogni qualsiasi imperfetto essere umano ...ambire ad una discreta conoscenza spirituale interiore.

      Non ci riescono o non provano ad avvicinarsi a questi tuoi pregi?Non percepisco questo sinceramente...:)il tuo pregio più grande per me è tradurre ogni cosa con il linguaggio dell'Amore...Da qui poi la generazione di altri sotto ogni aspetto ,dal cartone ,al cinema ,allo sport ,alla musica.Tu sei connesso all 'Amore e devi esserne felice ...sei un ottimo esempio in rete e di certo anche fuori.Ecco te l'ho detto ,perché ci credo .Come faccio a crederci?Perché lo sento...ciao stai bene eh..

      Elimina
  12. "Io credo soprattutto in Gesù Cristo, il più grande rivoluzionario della storia. Credo fortemente nella rivoluzione dell'Amore che ha insegnato, anche se non è facile metterla in pratica. Non mi piace la ritualità delle religioni. Nel complesso io credo che le religioni siano comunque una via per dare risposte agli interrogativi della vita, soprattutto al dolore e alle esperienze negative. La fede per me è un valore. Poi ci sono buoni e cattivi sacerdoti. Le parole dei primi sono veramente un arricchimento anche per chi non è credente. E ovviamente la religione non deve diventare fanatismo".


    Queste righe,sai cosa sono per me ?Quel faro!

    Come se riconoscessi la provenienza ...se solo potessi avere una conferma a questo mio modo di sentire...se solo riuscissi a percepire bene non più la verità ormai rivelatasi sotto tante sfumature ...ma la fonte .

    Se scrivo questo sei in grado di capire e tradurre un po il tuo di sentire ... ti riesce
    comprendere ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao cara...
      la fonte...dovrebbe essere il mio cuore, no? O forse è quella stessa Fede, un po' nascosta? Chissà...
      Grazie per aver letto quel mio post...
      Spero di aver spento bene l'incendio..

      Elimina
    2. Come fonte "il tuo cuore"...certamente ! ...sono tue righe in cui parla la parte di te più profonda .Quello che intendevo è un modo di sentire mio inequivocabile con l'Amore come stessa fonte di quella altrui ...

      Si hai spento in modo eccellente l'inizio di un incendio...che prescinde da un discorso di Chiesa e di fede ,perché l'Amore è tra i più potenti messaggeri di bene e di pace.Grazie ,un abbraccio a te...

      Elimina
    3. Mi fa davvero piacere che tu mi dica questo..non volevo ferire nessuno..ma non era giusto parlare di quelle cose..

      Prescinde da un discorso di Chiesa e Fede..

      Proprio così..

      Elimina
    4. So che succede quando un fiume è in piena ,straripa e inonda ...invade e può anche arrecare danni .

      Mi dispiacerebbe tanto se io invado arrecando danni ...forse dovrei darne un preavviso ma mi dico sempre di riuscire a contenere quella forza ,invece travolge anche me sai ...travolge anche me ,scusami

      Elimina
    5. Non ti dovrai mai scusare..i tuoi interventi sono sempre una boccata d'aria pura! Anzi in questi giorni che ho poco tempo, hai lasciato una bella impronta indelebile, nei miei spazi! Un fiume di bellezza che non straripa, ma disseta le piante..cioé le persone!

      Elimina
    6. In questo caso dovrei dirti GRAZIE in maniera molto speciale e ovviamente di cuore.

      Quello scavare ...si è vero... è stato così ,sapevo che c'era dell 'oro puro : ))tutto straordinariamente merito del tuo essere ,e di quella dolce
      essenza che ti caratterizza .Mi hai reso spesso felice per questo.

      Spesso sento che siamo un po' "strumento",tipo un telescopio che ingrandisce piccoli punti luminosi contemplandoli in tutta la loro bellezza al momento che li avviciniamo a noi ...poi la sfida tra lo strumento e l'occhio nudo :coraggio cosa vedi non attraverso me? ...beh si con te la bellezza è quasi scontata ... ad occhio nudo non ci sono sconti , è una realtà terrena un po' più cruda.E per quanto non possiamo comprendere il perché del male possiamo sentire che ha un senso anche la sua esistenza
      ...ma l'Amore che ci rende strumento spesso raccoglie fasci di luce e ci illumina in quella traiettoria... chissà forse è quella la dimensione in cui ci ri-conosciamo!

      Un abbraccio strettissimo

      Elimina
    7. Dell'oro puro..addirittura :)... Sai cosa mi dispiace? Che le persone spesso non abbiano tempo di scavare... Vivono una vita fatta di superficialità, con una finta interiorità che è solo di facciata..il copiare citazioni e incollarle così, per darsi un tono..
      Comunque solo una nota, non è un punto di tristezza..
      Io adesso voglio essere un "cacciatore di bellezza", di qualunque tipo ❤

      Elimina
    8. Beh se vorresti essere un cacciatore di bellezza di qualunque tipo spero
      un giorno che le persone superficiali e con finta interiorità ci sorprendano.Ho detto ci... non ti , perché io sento che nessuno sia davvero vuoto interiormente, è una sfida che indebolisce il proprio spirito se non si dà la possibilità al prossimo di elevarsi !

      P.s
      Sai Ricky spesso anche "i vecchi cafoni che sputano a terra nelle nostra comunità "finiscono tra la bellezza di altri ,anche inconsapevolmente...non trovi?

      Il mio abbraccio è sempre più stretto :)

      L.

      Elimina
    9. Brava, hai detto bene e mi devo correggere..anche le persone superficiali hanno un valore e possono sorprenderci! E anzi, la bellezza è anche riuscire a svelare questo lato (poi la bellezza esteriore non è affatto un male, anzi..è pur sempre bellezza, non trovi?).
      Anche se rimane il mio rammarico per il fatto che ci siano persone..che non vogliono scavare.

      Elimina
    10. Provo a rispondere alla tua domanda anche se tu non hai risposto alla mia...

      La bellezza esteriore non è un male ,forse è quella più vicina ad una concezione di perfezione...pensa al cielo ,ad un tramonto ,alla Natura ...come si fa a dire che non è bella!?

      No, affatto ...tu non devi correggerti, sono io che avverto una sensazione che mi ndaga nello spirito...

      Le persone che non vogliono scavare ti portano rammarico ...cosa provi esattamente e cosa vorresti facessero queste persone?




      Elimina
    11. Mi piacerebbe non dico che si armassero di vanga per scavare..ma che diano un'occhiata al terreno senza fermarsi subito alla sola superficie..basta un'occhiata al primo strato..
      La bellezza infatti è un pregio..è un dono ed è bello..ammirarlo.

      Elimina
    12. Sulla domanda a cui non no risposto..
      Sono stato un po'cattivo con gli anziani poco educati sotto quel profilo🤭..ma è una cosa che non sopporto..in questo caso non credo siamo finiti nella bellezza di altri..o sì?

      Elimina
    13. Si ...siamo finiti nella bellezza di altri ,precisamente nella tua.Anche tu dovresti scavare nel perché è accaduto .


      "Scava dentro. Dentro è la fonte del bene, che sempre ha il potere di sgorgare, a condizione che tu sempre scavi (M.Aurelio)

      Ecco ...ho copiato pure una citazione magari mi piace essere tra quelli che si danno un tono , e hanno un interiorità finta...ma come facciamo ad avere consapevolezza di quella bellezza già nel primo strato?

      Adesso sono io che indago nel tuo spirito...
      buonanotte Riky

      Elimina
    14. No, il tuo non è copiare una citazione: è citare una citazione, è diverso.
      Copiare una citazione significa prendere delle belle parole per darsi un tono, senza magari neanche aver capito a fondo quelle parole.
      Usare una citazione per spiegare un concetto è invece degno della miglior..scavatrice :D

      Elimina
  13. Lo so a volte non sono molto comprensibile e amo il silenzio ...forse un po' me lo cerco ...ma solo per dare spazio a quella bellezza interiore...non è poi così tanto scontata sai .

    Quello che intendevo è che magari tutto ciò che i nostri occhi " non sopportano " ha un senso che non conosciamo ma non possiamo eliminare con il disprezzo .Proprio chi come te sa cogliere quel genere di sfumature in bellezza è comunque messo continuamente alla prova da un quotidiano che ha anche un rovescio di medaglia.La tua bellezza interiore deve evolversi sempre sugli aspetti belli anche se l'apparenza(vecchio cafone ) cerca di sfidare quel tuo sapere valorizzare altro ...


    Adesso mandami pure a quel paese...tranquillo non ci resto mica male :)...ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma va scherzi :). Ci metto un po' più a rispondere, a volte, perché i tuoi commenti richiedono un'adeguata riflessione e risposta.
      Il silenzio, in questo, è appunto simbolo di riflessione.
      é bello ciò che dici: è vero, ciò che circonda non è sempre e solo bellezza.
      Ed è anche vero che quell'atto di cafoneria è magari solo il lato della medaglia di una persona che ha molte qualità. E' così?

      Elimina
  14. Si Riky, è così.
    Ammattendo che tu in tutta naturalezza assista a delle scene non belle e le esterni con qualcuno ,o le scrivi ...quella tua visione è molto importante anche se non è piacevole.Chi le capta non deve alimentare quella visione del male né in sé e nemmeno in te...ma deve alimentare fiducia nel bene.E' da questa energia positiva che si nutre l'amore ,si rigenera.Chi invece da una parte o dall'altra o da entrambe ,non ci riesce ... avrà altre possibilità per esercitare il proprio spirito in bene fino a quando non si percepisce quel senso pieno di amore ...di benessere.

    Questa è la mia dimensione interiore ,la mia pace e forse un po' la chiave di lettura per leggere il mondo .Anche io sono costantemente sottoposta a prove e fallisco come chiunque essere umano ...ma ne vale sempre la pena .. perché il compenso non ha eguali...

    Ma qui non c'è nessuna manipolazione o obbiettivo da raggiungere e riscuotere ... è tutto in forma gratuita .Questa è la bellezza.Tutti questi scritti a te ,non mi danno nessun attestato in maestra di chissà cosa,anzi credo che anche in modo inconsapevole lo siamo un po' tutti per gli altri dal momento in cui siamo davvero connessi a noi stessi in modo autentico. Sono una tua ammiratrice del come riesci ad usare quel collante per fare emergere la bellezza nelle persone.Non c'è nessun bisogno che io legga di questa tua dote altrove ma sento che la possiedi e so che la manifesti in vesti sconosciute e inconfondibili ...almeno per come io intendo l'AMORE...e anche tu:)

    RispondiElimina
  15. L., non ho molto da aggiungere a questo tuo commento...
    Ma volevo dirti che è buffo quanto un' "anonima" sia riuscita a far scattare un meccanismo in me..
    La forza di non nascondermi..la forza di riuscire a tirare fuori il cuore al professionista...evitando che scompaia..e farlo ricongiungere alla persona...Questo ho scritto su Facebook ieri..senza paura di essere giudicato matto, retorico o sentimentalista...

    Va tutto a rotoli? No. Covid o non covid, nel nuovo millennio viviamo in una società ipercinetica, un frullatore dai ritmi a volte insostenibili, dove stress e nervosismo tendono inevitabilmente a venire a galla. Il mondo continua a girare, con le sue cose e le sue cose brutte. Allora c'è solo una cosa da fare. Coltivate la bellezza. Ognuno dia quello che può dare. Regalate un sorriso. Regalate belle parole. Regalate una poesia. Regalate un disegno. Regalate una canzone. Aggrappatevi ai ricordi, non per cadere nel nostalgismo, ma per trovare forza nell'affrontare le sfide del presente e del futuro. Non cadete nei tranelli di una politica divisa, nella maggior parte dei suoi interpreti mediocre e vuota; di un'informazione approssimativa (sì, faccio anche io parte di questo settore e faccio il mea culpa); usate il tifo per il calcio, la Formula 1 e gli sport, non per la vita. Vi lancio la sfida, dopo queste mie parole che possono essere banali e retoriche, "sapete riconoscere ciò che non è inferno nell'inferno e farlo durare?". Io non lo so. Ma ci voglio provare lo stesso..


    Buon ferragosto!

    RispondiElimina
  16. Ma no quell'anonima è solo il "pretesto" di quel pezzo di te che interiormente già possedevi e che martellava al tuo interno ,ma che non trovava conferme e fiducia nella visibilità della sua invisibilità... Come un "campo" che attende la condizione ideale per la sua fioritura ...sorrido quando scrivo "campo", termine a te noto:).

    Riky non mi prenderò mai "meriti" di bellezze altrui ...ma ci credo ,la sento e l'amo!

    Con quello scritto hai già lanciato una delle sfide più belle:coltivare la bellezza!Quanti modi esistono ,quelli gratuiti poi e che vengono solo dal cuore ,dalle nostre emozioni rimangono eterni ...

    Grazie per ciò che fai ,nel grande e nel piccolo e grazie per questo bellissimo commento sopra...fortunati tutti coloro che possono abbracciarti realmente e contenere per quegli attimi la forza e la bellezza del tuo ��...
    buonanotte ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quanto c'è di bello e di strano (strano in senso positivo) in questo..in questa connessione.
      "Un pezzo di me che martellava al mio interno", ma che non trovavo il coraggio di rendere visibile...
      Chissà quale paura mi ha bloccato in tutti questi anni..

      Elimina
    2. "Bello e strano in questa connessione"..sai che mi sento quasi tenuta a proseguire?...e la cosa strana ma anche bella è che conosco quella sorta di codice della tua scrittura,sento esserne capace di interpretarlo,non per una questione di presunzione ...ma di sapere e conoscenza del cuore. Quale connessione migliore...vero?

      "...la forza e la bellezza del tuo ��.❤️��.

      Pare che io non conosca un modo per fare uscire il cuore...non saprei se adesso ne sono stata capace...



      Elimina
    3. Dovresti insegnare a qualcuno distratto..fuori dalla blogosfera..a leggere e capire la mia scrittura :)
      Sì, tu conosci il modo per fare uscire il cuore...
      E non a caso, prima scrivevamo in un post chiamato cuore!

      Elimina
    4. A chi è distratto e fuori dalla blogosfera , proporrei anche un solo tuo scritto per fare comprendere la connessione con l'Amore che ti caratterizza!


      ***se ci sono persone che ti sono vicine e che senti vicine, apri il tuo cuore. Non avere paura di metterti a nudo. Ne guadagnerai e ne guadagneranno loro. Perché quando una persona apre il suo cuore a un'altra (parlo di bene in generale, non di amore in senso stretto), anche l'altro lo farà e si creano quelle connessioni che rendono la nostra vita migliore"

      Adesso caro dolce amico... sovrappongo questo tuo scritto su una lettera che mi ha folgorata per la verità e la bellezza che racchiude ,e anche se è in discussione la veridicità di tale lettera,nulla cambia la mia visione di connessione che possiede all'Amore !

      Ti cito la parte sovrapponibile alla tua bellezza:

      "...e anche quello che rivelerò a te ora, perché tu lo trasmetta all’umanità, si scontrerà con l’incomprensione e i pregiudizi del mondo. Comunque ti chiedo che tu lo custodisca per tutto il tempo necessario, anni, decenni, fino a quando la società sarà progredita abbastanza per accettare quel che ti spiego qui di seguito. Vi è una forza estremamente potente per la quale la Scienza finora non ha trovato una spiegazione formale. È una forza che comprende e gestisce tutte le altre, ed è anche dietro qualsiasi fenomeno che opera nell’universo e che non è stato ancora individuato da noi. Questa forza universale è l’Amore"


      E tu ci credi lo so ...

      "L’amore è Luce, visto che illumina chi lo dà e chi lo riceve. L’amore è Gravità, perché fa in modo che alcune persone si sentano attratte da altre. L’amore è Potenza, perché moltiplica il meglio che è in noi, e permette che l’umanità non si estingua nel suo cieco egoismo. L’amore svela e rivela. Per amore si vive e si muore. Questa forza spiega il tutto e dà un senso maiuscolo alla vita. Questa è la variabile che abbiamo ignorato per troppo tempo, forse perché l’amore ci fa paura, visto che è l’unica energia dell’universo che l’uomo non ha imparato a manovrare a suo piacimento. "


      E noi ci crediamo ...vero?

      Peccato per quei "distratti"...ma sono certa che questa forza saprà arrivare ovunque.


      ❤️...ho imparato anche a fare emergere il cuore attraverso la tecnologia.Ti voglio molto bene , mi hai commossa !

      Elimina
    5. ho imparato anche a fare emergere il cuore attraverso la tecnologia.Ti voglio molto bene , mi hai commossa !

      e tu hai commosso me con queste parole!
      Comunque i distratti non si accorgeranno mai di nulla..
      Ma pazienza, tu mi insegni che l'amore è una forza che comunque deve propagarsi..perché così chi la propaga si sente meglio :)

      Elimina
  17. Ciao Riky e buona domenica!

    Sai che un po' di sere fa mi sono trovata a vedere un film su Pietro Mennea,non so perché mi sei venuto in mente tu mentre lo vedevo, anche se non parlava di calcio ma di sport atletico soprattutto a livello di cuore.Poi ho capito il collegamento che avevo colto:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara..buona domenica! È sempre bello leggerti..e mi fa molto piacere che ti sia venuto in mente..
      Beh lo sport è sempre una questione di cuore..rispetto dell'avversario..l'impegno per il risultato finale..

      Elimina
    2. Sai che ho tentato per un paio di volte di rispondere al tuo commento sul penultimo post ,senza riuscirci?

      Riprovo qui e vediamo che succede...se è una questione di spazio il destino:)

      "Non è detto che se tu le senta cucite addosso quelle canzoni siano penalizzate nella bellezza.Potrebbero invece esprimerla al meglio,valorizzando la nostra comune fragilità umana.Ciao Riky...

      Elimina
    3. Caspita, mi dispiace che non sia stato pubblicato (magari quando hai tempo, prova con il post di poetando).
      Infatti sono d'accordo con il tuo pensiero: il fatto che me le senta cucite addosso non è negativo, nonostante il testo triste di "Vendo casa".
      In fondo la sensibilità è anche questo: provare sensazioni di sofferenza quando i propri sentimenti non vengono riconosciuti :)

      Elimina
    4. Vendo casa è un pezzo in cui ti rivedi avendo vissuto la stessa sofferenza...sofferenza per i propri sentimenti non riconosciuti?

      Libertà di esprimere sincerità Ricky...senza sincerita nessuno è mai davvero libero ...no?

      Elimina
    5. Esattamente, sofferenza per sentimenti non riconosciuti...
      Quella sensazione di lasciarsi andare...per il dolore di non essere corrisposti.
      Anche se oggi è una prospettiva diversa..sentimenti non riconosciuti, in parte, sono sempre sentimenti che appagano il proprio animo.

      Elimina
  18. Non mi dispiace la tua diversa prospettiva di oggi ,la percepisco come maturazione spirituale.

    Sai una cosa Riky ,è successo qualcosa in questi due giorni di abbastanza forte...ho toccato con mano la parte materiale della vita e la brevità del suo passaggio ,per dare spazio a quella spirituale ,a quell'essenza da cui forse proveniamo.Ho potuto vedere quanto il dolore abbia il paradosso della vicinanza,della misericordia ....

    Ti prego fai una carezza in più alle persone che ti sono vicine...perché con quelle lontane sento che tu lo faccia quotidianamente.So di cosa parlo perché anche io ho sentito la tua "carezza",che sia stato un rigo o mille righe,un volto o mille volti ...non cambia ,ma avvalora il senso del suo esserci.Comprendi vero?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caspita...a volte mi viene da pensare che tu abbia qualche potere soprannaturale..
      La cosa che dici, alla fine, mi fa pensare molto...non hai affatto torto...
      Sei una preziosa fonte di consigli e di saggezza...
      Fortunati quelli che ti hanno vicina fisicamente, perché per me tu sei lontana fisicamente, ma vicinissima sotto altri aspetti :)

      Elimina
    2. No Riky nessun potere soprannaturale e meno male , perché in quei giorni ho sofferto e pianto come qualsiasi essere umano .La fragilità ci unisce in qualche modo e ci rende anche forti .

      Ma tu piuttosto come stai ,va tutto bene?

      Ti auguro una buona domenica... buonanotte.

      Elimina
    3. Ciao cara...è sempre un piacere risentirti...Dai, non posso lamentarmi..anche se come ho scritto altrove..ho un po' di rammarico in quanto le persone non hanno tempo di guardare le tessere del puzzle..figuriamoci di ricostruire il mosaico :)
      Pazienza, amica mia!
      Buona domenica a te!

      Elimina
    4. In quell' "altrove" la connessione di un viandante è divenuta la dimora di altri cuori e altri occhi ,e dove pensiamo che l'amore finisce ha invece inizio ...si rigenera stupendoci sempre.

      Sai che anche per me è un piacere risentirti e non sappiamo se il tuo rammarico è davvero collegato a chi pensi non abbia tempo o a chi di quel tempo ha bisogno per maturare sotto un profilo più spirituale.

      Il fatto che spesso non vediamo il senso secondo il nostro,non vuol dire che non ve ne sia secondo l' altro !E questo è anche un insegnamento che ci mette alla pari con il prossimo ...ti trovi a fare un passo avanti e ti rigiri indietro ,aspettando l 'altro per camminare assieme ...poi magari si prendono sentieri diversi con la consapevolezza dell'attesa ma anche del distacco .Non per questo esistono vincitori o vinti perché il viaggio non è una partita di calcio,una sfida con l'avversario per acquisire medaglie ma è un denudarsi continuo per arrivare alla semplicità del proprio spirito ,della propria essenza.

      Vorrei tu leggessi questa citazione , perché so che sei in grado di interpretarla nel giusto modo .

      *Forse l’amore è il processo con il quale
      ti riconduco dolcemente a te stesso.
      Non a ciò che io voglio che tu sia,
      ma a ciò che sei.

      Leo Buscaglia

      Elimina
    5. Non ha tempo, talvolta, è vero..a volte non si trova il tempo.
      Però mi piace la sfumatura che hai dato: "serve tempo per maturare un aspetto più spirituale"...
      Bella anche l'immagine del cammino..magari anche io ho preso un sentiero diversi da altri, e qualcuno di quest'altri aspetta magari di rivedermi...
      E' vero, non bisogna mai dare per scontato nulla.
      Bellissima la frase finale, infatti è così..io non posso cambiarmi per essere amato..chi mi ama, mi ama perché sono fatto così..

      Elimina
    6. "Non ha tempo, talvolta, è vero..a volte non si trova il tempo."

      In queste poche righe tu hai parlato per te
      stesso sopratutto,ti sei immedesimato con una onestà interiore che ho avuto piacere di conoscere e che di certo ti caratterizza.
      Ma quanti progetti porti avanti? :))


      "Però mi piace la sfumatura che hai dato: "serve tempo per maturare un aspetto più spirituale"

      Già... credo che il tempo abbia questa bellissima qualità e molte volte lo lasciamo scorrere noncuranti e senza saperlo cogliere proprio come possibilità di elevazione spirituale.


      "..magari anche io ho preso un sentiero diversi da altri, e qualcuno di quest'altri aspetta magari di rivedermi..."

      Guarda, tu hai l'amore come bussola, è difficile che ti perdi e forse in chi vuole rivederti gli manca un po' della tua luce...

      Quella citazione è bellissima perché percepisco che l'Amore sia proprio questo ,avendo coraggio di essere il più possibile se stessi amandosi ,si può amare il se stessi degli altri .Un abbraccio e grazie !

      Elimina
    7. Diciamo che tutto sommato cerco di dare il mio tempo a più persone possibili. Per quello il commento tuo di qualche giorno fa è stato una scossa..forse a volte do pochissimo tempo a chi è più vicino a me fisicamente...
      Però poi le tue parole sono sempre rassicuranti..
      "Guarda, tu hai l'amore come bussola, è difficile che ti perdi e forse in chi vuole rivederti gli manca un po' della tua luce.."
      Bellissime queste tue parole...è la più bella citazione su di me :)..grazie di ❤

      Elimina

    8. -Ad ogni modo, ognuno di noi ha una propria dimensione ed è all'interno di essa, non al di fuori, che dobbiamo trovare la felicità. Giocare nel nostro ruolo e farlo a nostro modo. E farci apprezzare per questo, per quello che siamo. "Mi stai diventando filosofo, poeta, romantico, nostalgico, devo aggiungere qualche altro aggettivo?", mi hanno detto qualche settimana fa. Non lo sto diventando, lo ero già.

      ...piccola correzione
      __ Forse l’amore è il processo con il quale
      Veniamo ricondotti dolcemente a noi stessi.
      Non a ciò che vogliono noi siamo,
      ma a ciò che siamo...

      -, infatti è così..io non posso cambiarmi per essere amato..chi mi ama, mi ama perché sono fatto così.

      -Ho provato ad andare all'attacco nel tentativo di mostrare i miei tasselli...ma non è servito.


      -Per il resto ricordati..Non tutti hanno voglia di guardare i tasselli, di leggerli, di unirli insieme...ed è un mio rammarico :)

      Ci sono eccezioni in cui quei tasselli vengono guardati ,letti ,uniti insieme e sentiti solo per rimanere incontaminatamente eterni come mosaici finiti !

      Non so nemmeno io se sono riuscita a percepire tutto perlomeno per quello che ho potuto, forse ho percepito altro ...forse ho percepito altri nella mia ,nella tua stessa dimensione .È senz'altro qualcosa di valido ,di bello e anche misteriosamente raggiunto nell'irragiungibile.

      Sai ultimamente sono ridiventata più anonima ...sono rientrata nella vecchia dimensione in cui sono comparsa...anche io ho provato ad essere un "attaccante" e non so a quanto sia servito mi ritrovo in quella parte di "difensore" dell'amore ,forse la vera area per cui sono nata.

      Ti abbraccio adesso caro Riky...

      Elimina
    9. Come puoi essere diventata più anonima? Non sono mai anonimi o banali i tuoi commenti..
      Hai letto con attenzione quel post, peccato non l'abbia letta quella persona che speravo lo leggesse...
      Ma sono felice che tu l'abbia letto bene, dalla prima all'ultima parola, commenti compresi!
      Chi è anonimo, chi dedica in modo profondo un po' del suo tempo al prossimo? Non credo...
      Tu non sarai mai un attaccante, ma neppure un difensore...un centrocampista, perché le tue parole sono sempre un passaggio illuminante!

      Elimina
    10. Quelle belle parole che mi hai riproposto...
      Le voglio pubblicare su Facebook :)

      Elimina
    11. Ciao Riky..
      Tenevo a dirti la Mia verità ,giuro di non aver mai scritto quel racconto ...lo lessi e commentai ..sono temi che mi toccano.

      Elimina
    12. Comunque sei sempre davvero preziosa con i tuoi interventi :). Spero che vada tutto bene..la situazione "sanitaria" non è un granché..

      Elimina
    13. A proposito di "interventi" ne ho fatto uno proprio recentemente che sono tentata di mostrarti...chissà se penseresti la stessa cosa:)

      Non chiedi nulla tu...nessuna spiegazione ,nessun dettaglio ,quasi un senso di fiducia che mi sono conquistata
      per essere me stessa...quella me stessa che in qualche modo o in tanti modi hai conosciuto.

      Sembra che io stia divagando in un situazione sanitaria che non è un granché...

      Sei preoccupato come chi è consapevole di esserlo perché sa che si può perdere qualcosa oltre che qualcuno...ma si acquisiranno nuove cose oltre che nuove relazioni...

      Elimina
    14. Sarei curioso di vedere il tuo intervento, anche se a volte ci incrociamo altrove :).
      Non ho bisogno di chieder (ti) spiegazioni, perché mi bastano le tue parole..
      Mi fa davvero piacere averti qui.
      E sì, sono preoccupato anche di perdere qualcosa.
      Perdere occasioni, momenti di tempo.
      Certo la salute di tutti è il pensiero principale.

      Elimina
    15. Ok Riky...va bene ti porterò su quell'intervento e ti riposto queste mie righe giù che ti faciliteranno la lettura e il collegamento che hanno .Vai su lilladoro... è un blog e li ci sono tre commenti anonimi ,non il primo , "io sono l'altro."(l'ho virgolettato perché mi ricorda il titolo di una canzone di Niccolò fabi che mi piace molto:))

      _Sai ultimamente sono ridiventata più anonima ...sono rientrata nella vecchia dimensione in cui sono comparsa...anche io ho provato ad essere un "attaccante" e non so a quanto sia servito mi ritrovo in quella parte di "difensore" dell'amore ,forse la vera area per cui sono nata..


      Elimina
    16. Anche a me fa piacere essere qui sai... e un ultima cosa non tentare di spiegare qualcosa a chi non è te ...i dolori dell'anima non sono facili da diagnosticare con la sola valutazione fisica.
      Mi prometti di impegnarti nel non sentirti giù,se così psso dire?ti prego ...Buonanotte

      Elimina
    17. Spero di aver intercettato il messaggio giusto...
      L'insensibilità verso gli altri è un male che affligge la nostra società!
      De Andrè cantava: "Io nel vedere quest'uomo che muore, madre io provo dolore. Nella pietà che non cede al rancore..madre ho imparato l'amore"
      E se De André cantasse metaforicamente anche la morte dell'animo?
      Amare gli uomini nonostante l'imperfezione che ci caratterizza e in taluni casi i grossi peccati commessi?
      Chissà :).
      La paura non deve mandarmi giù, spero di no...
      O forse la paura è il sentimento che mi aiuta a cercare l'aiuto degli altri?
      In un circolo "vizioso" che ci rende tutti migliori?

      Elimina
    18. -E se De André cantasse metaforicamente anche la morte dell'animo?

      Vorrà dire che è stata una metafora persa...perché lui stesso è dimostrazione di animo eterno !

      -Amare gli uomini nonostante l'imperfezione che ci caratterizza e in taluni casi i grossi peccati commessi?


      Ecco i grossi peccati commessi sono la tentazione in altri a ripeterli,credo che siano un insegnamento e una prova difficilissima per il nostro animo affrontarli,elaborarli,superarli o ricommetterli.Peccato grave è un alto punto di imperfezione umana come richiamo nel prossimo per elevarsi in perfezione spirituale o è una necessità che almeno nella pietà possa nascere l' Amore?...e quindi si anche "L'insensibilità verso gli altri è un male che affligge la nostra società... e se sei un po troppo sensibile allora hai qualche disturbo:)

      -O forse la paura è il sentimento che mi aiuta a cercare l'aiuto degli altri?

      So che hai la risposta dentro di te qui...


      -In un circolo "vizioso" che ci rende tutti migliori?

      Già, hai ragione mi metto anche io in questo circolo vizioso ,ci finiamo un po' tutti se cerchiamo di far prevalere il nostro punto di vista ...ma il sentire non è un punto di vista soprattutto quando ti passa dentro l'effetto che produce l'amore e quello che produce il non amore o la sua mancanza.

      Elimina
    19. -O forse la paura è il sentimento che mi aiuta a cercare l'aiuto degli altri?

      So che hai la risposta dentro di te qui.

      Oddio la paura...ho capito o forse è meglio dire che ho ri-conosciuto chi mi ha scritto di paura e ancora lo scrive .

      Ricky non sono superficiale...potrei imparare ad esserlo ma è qualcosa che non è d' innato in me ...

      Elimina
    20. Eccomi cara...
      Su De Andrè intendevo che metaforicamente la morte in croce può anche essere espressione della morte dell'animo. Noi da spettatori siamo in sofferenza e impariamo ad amare, perché non ho rancore verso chi ha peccato, ma pietà per chi ha peccato e ha mostrato pentimento! Se fossimo insensibili invece sarebbe un grosso male..insensibilità, indifferenza, egoismo..non sono forse mali della nostra società?
      La paura...non c'è superficialità da parte tua, affatto..
      E' un momento di tante paure, da quella per la salute, ma anche per altre paure...e non mi riferisco alle criticità economiche!

      Elimina
    21. Vediamo,e se in quel prolungamento della tua passione tra cinema e musica ci inseriamo anche questo pezzo di Cesare Pavese?

      "Leggendo non cerchiamo idee nuove, ma pensieri già da noi pensati, che acquistano sulla pagina un suggello di conferma. Ci colpiscono degli altri le parole che risuonano in una zona già nostra – che già viviamo – e facendola vibrare ci permettono di cogliere nuovi spunti dentro di noi"


      Elimina
    22. é proprio così...
      oggi davvero una bella giornata, Rino da lassù mi ha fatto un bel regalo..

      Elimina

Posta un commento